Voyager – ai confini della conoscenza Roberto Giacobbo torna il 12 dicembre su Rai 2


Come ogni anno nel periodo prenatalizio Roberto Giacobbo torna su Rai 2 con un nuovo ciclo di Voyager - ai confini della conoscenza.

Come ogni anno nel periodo prenatalizio Roberto Giacobbo torna su Rai 2 con un nuovo ciclo di Voyager – ai confini della conoscenza. Il primo appuntamento è per lunedì 12 dicembre alle ore 21:10 sulla seconda rete diretta da Ilaria Dallatana.

Anche questa nuova serie, come già quella precedente, sarà dedicata all’Italia straordinaria, ovvero a quei luoghi dove ci sono monumenti, chiese, posti nei quali aleggiano misteri e segreti ancora rimasti sconosciuti.

Nella prima puntata Roberto Giacobbo si reca in Toscana, Sardegna, Lombardia e Umbria. In queste quattro regioni andrà alla ricerca di luoghi particolari. Noi vi anticipiamo le tappe del viaggio di Roberto Giacobbo

Il conduttore comincia dal Duomo di Siena. All’interno c’è un pavimento che potrebbe custodire un mistero. Infatti  tra le immagini di cui è composto c’è la figura di un personaggio pagano. Di chi si tratta? Potrebbe essere Ermete Trismegisto, un personaggio leggendario di età pre-classica, venerato come maestro di sapienza e ritenuto l’autore del Corpus Hermeticum. A lui è attribuita la fondazione di quella corrente filosofica nota come ermetismo. Giacobbo si sposta poi fino alle profondità del sottosuolo di Siena e qui scopriremo altri segreti nascosti.voyager giacobbo

La seconda tappa di Giacobbo fa conoscere quel popolo che gli antichi egizi chiamavano Il popolo del mare, scomparso migliaia di anni fa e che avrebbero costruito un gran numero di nuraghe. Siamo naturalmente in Sardegna e Roberto Giacobbo realizza un servizio utilizzando alcuni droni che potrebbero portare anche alla soluzione di questo mistero. Infatti in molti nuraghe sardi sono stati trovati utensili abbandonati. Per cui si ritiene che la popolazione sia stata costretta a fuggire all’improvviso come se si fosse abbattuta su di essa una grande disgrazia.

E adesso siamo in Lombardia, a Mantova. Roberto Giacobbo si chiede cosa abbia in comune questa città con la crocifissione di Gesù Cristo. L’interrogativo al quale il giornalista cerca di dare una risposta è il seguente: è possibile che il legionario romano che secondo la tradizione avrebbe trafitto il costato di Gesù sulla croce sia venuto proprio a Mantova portando con sé una reliquia come il sangue di Cristo? {module Pubblicità dentro articolo}

Questo mistero proseguirà ad Orvieto e anche qui Roberto Giacobbo troverà nuovi indizi che cercheranno di far luce sul legionario e sul suo viaggio verso l’Italia.

Subito dopo Roberto Giacobbo continua il suo viaggio in Umbria. E questa volta darà il via ad un appello per far intitolare un’aula universitaria alla prima donna laureata della storia, un’italiana che riuscì ad affermarsi nelle aule universitarie. Si tratta di Elena Lucrezia Corner.

Certamente ci sarà una puntata dedicata alla festività del Natale, come negli anni scorsi.

Infine un argomento molto caro a Giacobbo: il mistero della vita oltre la vita. Presenterà infatti nuove testimonianze di persone che sostengono di aver vissuto un’esperienza pre morte.



Potrebbe interessarti anche:


0 Replies to “Voyager – ai confini della conoscenza Roberto Giacobbo torna il 12 dicembre su Rai 2”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*