Sky Classica HD le 10 sonate per violino e pianoforte di Beethoven


Classica HD e Fondazione Bracco presentano un nuovo ciclo di concerti con due tra i musicisti più sensibili del panorama italiano. Il violinista Fulvio Luciani e il pianista Massimiliano Motterle affrontano l’integrale delle sonate per violino e pianoforte di Ludwig van Beethoven. Dieci capolavori assoluti, che abbracciano 14 anni del percorso creativo di Beethoven, in cinque appuntamenti nel corso del mese di dicembre.


 Sky Classica HD e Fondazione Bracco presentano un nuovo ciclo di concerti con due tra i musicisti più sensibili del panorama italiano. Il violinista Fulvio Luciani e il pianista Massimiliano Motterle affrontano l’integrale delle sonate per violino e pianoforte di Ludwig van Beethoven. Dieci capolavori assoluti, che abbracciano 14 anni del percorso creativo di Beethoven, in cinque appuntamenti nel corso del mese di dicembre.

Ogni sonata è preceduta in video da un’introduzione di Ugo Martelli, volto noto del canale, a confronto con lo stesso Fulvio Luciani.

L’integrale delle sonate per violino e pianoforte sarà in onda tutti i venerdì in prima serata alle ore 21.10, fino al 30 dicembre su Classica HD (Canale 138 della piattaforma satellitare).

La prima sonata è andata in onda venerdì 2 dicembre ore 21.10. Si trattava della sonata per violino N.4 in la min. op.23 e della sonata per violino N.5 in fa magg. op.24 “La primavera”.

sky classica 1

Vediamo quali sono gli altri appuntamenti.

Venerdì 9 dicembre ore 21.10. Sonata per violino N.1 in re magg. op.12 n.1. Sonata per violino N.8 in sol magg. op.30 n.3

Venerdì 16 dicembre ore 21.10. Sonata per violino N.3 in mi b magg. op.12 n.3. Sonata per violino N.7 in do min. op.30 n.2

Venerdì 23 dicembre ore 21.10. Sonata per violino N.6 in la magg. op.30 n.1. Sonata per violino N.9 in la magg. op.47 “Kreutzer”

Venerdì 30 dicembre. Sonata per violino N.2 in la magg. op.12 n.2 . Sonata per violino N.10 in sol magg. op.96

sky classica 2

Ludwig van Beethoven aveva studiato il violino da ragazzo, a Bonn. Si era esercitato e aveva imparato tutti i segreti della musica per violino da Franz Rovani, suo cugino e violinista nella locale cappella.

Lo studio del violino era allora di prammatica: per il compositore del Settecento era infatti indispensabile la conoscenza pratica di uno strumento ad arco, sia perché, essendo gli archi la base dell’orchestra, una scrittura agevolmente realizzabile dagli archi permetteva di guadagnare tempo prezioso durante le poche prove allora disponibili, sia perché bisognava saper scrivere, per i numerosissimi dilettanti, musiche di effetto brillante ma senza difficoltà inconsuete e che richiedessero uno studio particolare.

Beethoven divenne un discreto suonatore di viola, e come tale prese parte ad esecuzioni presso la corte di Bonn. A Vienna riprese ancora lo studio del violino, con Wenzel Krumpholz, senza però approfondirlo (al contrario di Mozart, che per qualche tempo era stato persino primo violino dell’orchestra di Salisburgo, e che era comunque in grado di eseguire la parte solistica dei suoi Concerti).



0 Replies to “Sky Classica HD le 10 sonate per violino e pianoforte di Beethoven”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*