Caravaggio – L’anima e il sangue, prima al cinema e poi in tv su Sky


A dare la voce al grande artista, all'anagrafe Michelangelo Merisi, è Manuel Agnelli


Si chiama “Caravaggio – L’anima del sangue” il nuovo film d’arte prodotto da Sky che sarà nelle sale italiane il 19, 20 e 21 febbraio 2018. Dopo questa data la pellicola sarà distribuita nei cinema di tutto il mondo e successivamente arriva in tv su Sky Arte HD.

 

Si ripete così lo stesso percorso di altre pellicole d’arte come ad esempio quelle sulla Cappella Sistina e su Raffaello.

La pellicola è dedicata ad uno degli artisti più controversi e amati a livello internazionale: Michelangelo Merisi detto il Caravaggio.

La consulenza scientifica è affidata al professor Claudio Strinati, storico dell’arte ed esperto del Caravaggio. Sarà lui a raccontare la figura dell’artista la cui vita personale è strettamente legata a quella delle sue opere. La particolarità è che la voce di Caravaggio è di Manuel Agnelli.

Il film è arricchito da interventi di altri esperti e in particolare dalla testimonianza della dottoressa Rossella Vodret, curatrice della mostra “Dentro Caravaggio” presente al Palazzo Reale di Milano fino al 28 gennaio 2018.

Il film d’arte ha il fine di evidenziare la contemporaneità del Caravaggio, un aspetto determinante che viene sottolineato da scene fotografiche simboliche ambientate in un contesto contemporaneo.

La voce dell’io interiore del Caravaggio è come abbiamo detto quella del giudice di XFactor Manuel Agnelli ex frontman degli Afterhours. Sky punta sull’artista perché lo ritiene multiforme, rivoluzionario, originale e impulsivo. Sarà sicuramente in grado di rappresentare un alter ego pieno di emotività e di intimità, proprio come erano gli stati d’animo dell’artista.

Responsabile e direttore artistico del progetto per Sky è Cosetta Lagani.

Il film è il frutto di un’approfondita ricerca realizzata negli archivi che custodiscono le tracce del passaggio dell’artista nelle varie città italiane. La ricostruzione della vita del Caravaggio attraverso le sue opere è puntigliosa ed è stata realizzata con grande rigore storico.

Ricordiamo che Michelangelo Merisi è nato a Milano il 29 settembre del 1571 ed è morto a Porto Ercole il 18 luglio 1610 mentre era in fuga per sfuggire ad una condanna a morte per omicidio.

L’importanza del Caravaggio nella storia dell’arte rappresentata soprattutto dal fatto che le sue modelle anche per personaggi sacri come le Madonne, erano donne plebee. Questo rappresenta un elemento di modernità che naturalmente all’epoca non fu capito. Infatti dovranno passare alcuni secoli perché la grandezza di Michelangelo Merisi venga riconosciuta a livello internazionale. Cifra significativa, la più importante dell’arte del pittore, è l’utilizzo della luce in maniera tale da sembrare che esca proprio dalle tele dipinte. Mai era stato realizzato tanto, in passato.

Dal carattere rissoso e molto impulsivo Caravaggio non è stato in grado di farsi apprezzare dai magnati dell’epoca.  È morto molto giovane a soli 39 anni, durante la fuga per salvarsi la vita. La contemporaneità dell’animo del Caravaggio viene restituita nella pellicola da scene che sono ambientate in un contesto contemporaneo essenziale, senza orpelli artistici.

Attraverso le sue opere viene realizzata una vera e propria ricostruzione dei sentimenti e delle emozioni che lo hanno agitato nella sua breve vita: dolore, passione, attrazione per il rischio, ma anche richiesta di perdono e redenzione.



0 Replies to “Caravaggio – L’anima e il sangue, prima al cinema e poi in tv su Sky”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*