E lasciatemi divertire, Poli e la Superbia


I ricordi e le opinioni di Paolo Poli sulla Superbia,vizio capitale di cui parla con Pino Strabioli

 Questa sera, sabato 1 agosto, alle 20.15, va in onda  su Rai 3 la settima puntata di “E lasciatemi divertire”. Il programma condotto da Pino Strabioli ospita, ogni settimana Paolo Poli che analizza i sette vizi capitali sotto un’ottica tutta particolare: quella che caratterizza la sua vena artistica.

Poli, che ha attraversato tutto il teatro del Novecento, rivoluzionando con i suoi spettacoli i classici schemi del passato, oggi si occupa della Superbia, un vizio capitale molto in voga nell’attuale società.

A detta di S. Agostino la Superbia è il più grave in assoluto di tutti i vizi capitali dal quale scaturisce ogni altro peccato e nel quale si compendiano arroganza,esaltazione di se stessi e del proprio io, disprezzo delle persone che ci circondano che non vengono considerate all’altezza di noi stessi.

Il programma inizia, come al solito, con Paolo Poli che canta la sigla ‘Vieni pesciolino mio diletto. Il brano, assieme a ‘W la Biga’ la sigla finale, è diventata il motivo musicale di questa estate.

Flavio Insinna, interviene anche questa settimana. Declama un sonetto di Trilussa, Mentre Elio Germano legge un breve brano dai Canti Pisani di Ezra Pound e Antonio Rezza una “pillola” del suo repertorio.

Subito dopo spazio alle disquisizioni dell’artista che spazia a 360 gradi sulla superbia in maniera originale e stravagante.

Poli comincia a realizzare incursioni nel mondo dell’arte, della letteratura, del cinema e dello spettacolo sempre tenendo presente il filo conduttore de3lla Superbia.

Sviscera tutti i suoi ricordi personali e i suoi incontri con i grandi personaggi di ogni settore. Questa sera ci parlerà di Sandra Mondaini. Verrà così rievocata la collaborazione tra i due in molti spettacoli per il piccolo schermo.

In particolare l’artista si sofferma sulla coppia di “bambini terribili” formata da Filiberto-Poli e Arianna-Mondaini, protagonista di tanti sketches della televisione degli anni  ‘60. 

Paolo Poli. questa settimana, ha scelto di recitare “La fontana malata” di Aldo Palazzeschi. Per quanto riguarda la novella del Boccaccio che legge settimanalmente, questa sera la sua scelta è caduta su Andreuccio da Perugia. La lettura sarà accompagnata dal maestro Andrea Farro al pianoforte.

Naturalmente ci sarà lo psicanalista Massimo Recalcati che fornirà una chiave di lettura della Superbia nella moderna società. Metterà in evidenza che si tratta di un vizio insidioso che spesso sfocia nel narcisismo.

 Di settimana in settimana, cresce l’attenzione sui social e aumenta il numero di tweet e followers: il programma rimane stabilmente  in classifica, spesso anche con due hashtag,  #ELasciatemiDivertire e  #paolopoli ….

Il programma è scritto da Pietro Galeotti, Assunta Magistro, Adriana Sodano, Pino Strabioli. La regia è di Michelangelo Pepe. Questa puntata sarà replicata giovedì 6 agosto in terza serata, sempre su Rai3.

Qui la puntata sull’accidia.

Qui la recensione.



Potrebbe interessarti anche:


0 Replies to “E lasciatemi divertire, Poli e la Superbia”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*