Carlo Freccero ad Iris racconta la tv commerciale, da oggi 20 gennaio


Iris, il canale free del digitale terrestre di Mediaset dedicato al cinema, si è assicurato la presenza di Carlo Freccero per una serie di programmi dedicati al racconto delle origini della tv commerciale in Italia. Il consigliere d'amministrazione Rai diventa protagonista di Mediaset attraverso una serie di interviste realizzate con Tatti Sanguineti.

Iris, il canale free del digitale terrestre di Mediaset dedicato al cinema, si è assicurato la presenza di Carlo Freccero per una serie di programmi dedicati al racconto delle origini della tv commerciale in Italia. Il consigliere d’amministrazione Rai diventa protagonista di Mediaset attraverso una serie di interviste realizzate con Tatti Sanguineti.

Freccero infatti è il protagonista di un faccia a faccia con il critico cinematografico Sanguineti finalizzato a raccontare al pubblico di Iris come sia nata la tv commerciale in Italia. Si parte questa sera con il primo dei quattro appuntamenti previsti in seconda serata su Iris.{module Pubblicità dentro articolo}

La formula del programma sembra costruita appositamente sulla professionalità dell’attuale consigliere Rai. Freccero in “Storie di Cinema –  Piccolo Grande Schermo” rievoca attraverso aneddoti ed episodi come la tv commerciale si sia affermata sulle reti Mediaset e come gli stessi canali dell’allora Fininvest siano diventati poi punti di riferimento della tv generalista.  Il programma “Storie di Cinema –  Piccolo Grande Schermo” è uno spin-off del settimanale “Storie di Cinema” che è gestito proprio da Tatti Sanguineti. In particolare Freccero stimolato dalle domande del critico si soffermerà sulla contaminazione tra piccolo e grande schermo, ponendo l’attenzione sui principali film e serie televisive, rievocando i cartoni prodotti da Rete Italia e ricordando gli accordi con le grandi major Paramount e le italiane Titanus, Cecchi Gori e De Laurentiis. Freccero uomo di televisione, racconterà anche come allora si costruivano i palinsesti con l’uso sfrenato del bianchetto.tatti sanguineti

E poi il consigliere d’amministrazione Rai si soffermerà sull’importanza dell’Auditel nel corso degli anni e della necessità della controprogrammazione per le emittenti principali.

I telespettatori ricorderanno insieme a lui: Dallas e Beautiful nel settore soap opera, evocheranno gli inossidabili Puffi e assisteranno nel corso degli anni al sorpasso di Canale 5 su Rai 1, annunciato in una tranquilla serata televisiva da Cesare Cadeo. {module Pubblicità dentro articolo}

Freccero, che è stato anni direttore di Italia 1 è un grande esperto di tv ed è stato anche direttore di Rai 2. Ha all’attivo un bagaglio culturale enorme nel settore del piccolo schermo. Nelle quattro puntate previste punterà l’attenzione anche su programmi come Drive IN ed Emilio, ambedue andati in onda su Italia 1.

Il curriculum professionale di Freccero è molto lungo: è stato presidente di Raisat, docente universitario ed esperto di comunicazione, ha diretto oltre a Italia 1 e Rai 2 anche Canale 5, Rete 4, LaCinq, France 2 e France 3.

Prima di essere consigliere d’amministrazione Rai ha diretto con successo Rai 4, facendo diventare il canale una tv di tendenza, moderna e spesso anche trasgressiva, ma sempre da un punto di vista culturale e innovativo.