“Chi l’ha visto” la Sciarelli riapre il caso del Circeo


Va in onda questa sera su Raitre in prima serata una nuova puntata di Chi l'ha visto. Federica Sciarelli, la conduttrice, si occupa questa sera del caso del Circeo che è stato riaperto recentemente con la riesumazione della salma di Massimo Testa De Andres che secondo la giustizia italiana apparterrebbe ad Andrea Ghira, uno dei responsabili del feroce massacro avvenuto nel 1975. Il massacro del Circeo fece moltissima impressione sull'opinione pubblica del tempo, perché due giovani donne Donatella Colasanti di 17 anni e Rosaria Lopez ambedue di Roma furono invitate ad una festa che si teneva in una villa ubicata sul promontorio del Circeo, nel comune di San Felice Circeo.

Va in onda questa sera su Raitre in prima serata una nuova puntata di Chi l’ha visto. Federica Sciarelli, la conduttrice, si occupa del caso del Circeo che è stato riaperto recentemente con la riesumazione della salma di Massimo Testa De Andres che secondo la giustizia italiana apparterrebbe ad Andrea Ghira, uno dei responsabili del feroce massacro avvenuto nel 1975. Il massacro del Circeo fece moltissima impressione sull’opinione pubblica del tempo, perché due giovani donne Donatella Colasanti di 17 anni e Rosaria Lopez ambedue di Roma furono invitate ad una festa che si teneva in una villa ubicata sul promontorio del Circeo, nel comune di San Felice Circeo.

Le ragazze, descritte come normali e tranquille, nel corso della festa furono massacrate, Rosaria Lopez supportata nel bagno posto al piano di sopra della villa picchiata e annegata nella vasca da bagno. La Colasanti sopravvisse per miracolo ed in preda ad uno shock profondo cercò di richiamare l’attenzione, chiusa insieme all’amica morta nel portabagagli di una macchina. {module Pubblicità dentro articolo}

L’avvocato della famiglia di Rosaria Lopez, Stefano Chiriatti, ha chiesto recentemente di verificare tramite le nuove e moderne tecnologie scientifiche il DNA del corpo ritrovato.  A proposito Federica Sciarelli e gli autori del programma presenteranno documenti inediti e testimonianze che arriveranno per la prima volta in video.Donatella thumb400x275

Dopo l’efferato omicidio, il 29 luglio del 1976, una sentenza di primo grado consegnò all’ergastolo Giovanni Guido e Angelo Izzo, mentre assegno l’ergastolo in contumacia ad Andrea Ghira. Si riparte da quel giorno per verificare con le nuove tecnologie se il corpo ritrovato è proprio quello di Andrea Ghira, che sarebbe morto di overdose nel 1994 e sepolto nel cimitero di Melilla sotto falso nome. Ricordiamo che Donatella Colasanti è morta nel 2015 all’età di 47 anni, ancora sconvolta per la violenza di cui era stata vittima 30 anni prima. Persino in punto di morte la donna incitò tutti a battersi per sapere finalmente la verità.{module Pubblicità dentro articolo}

La puntata di Chi L’Ha Visto di questa sera si occuperà anche di altri casi: in particolare della morte di Lidia Macchi e della morte di Giulia Di Sabatino. La Macchi fu uccisa 29 anni fa e recentemente sembra sia stato assicurato alla giustizia il presunto assassino grazie a una perizia grafologica. Federica Sciarelli racconterà ai telespettatori l’esistenza di un DNA dell’omicida prelevato sul corpo della vittima. Purtroppo però il vetrino con il prelievo è stato buttato insieme a tutti gli altri reperti.

Infine la conduttrice ci aggiornerà sulle ultime notizie che riguardano la morte di Giulia Di Sabatino, precipitata da un cavalcavia sull’autostrada abruzzese nella notte del suo compleanno. C’è stata infatti una seconda persona indagata: sembra che sia stato individuato l’uomo della panda rossa.

Come al solito il centralino del programma 068262 accoglierà le telefonate dei telespettatori, per segnalazioni, nuovi avvistamenti e per casi di scomparsa.