Linea bianca, Ossini in Val Senales per l’ultima puntata


l'ultima puntata di Linea bianca con Massimiliano Ossini e Alessandro Del Castello a Val Senales


  Con la puntata di Linea bianca, in onda oggi, sabato 26 marzo alle 14.00 su Rai1, si conclude la seconda serie del programma dedicato alla montagna. Massimiliano Ossini e Alessandra del Castello i due padroni di casa, condurranno i telespettatori a Maso Corto, il paese della Val Senales, in Trentino Alto Adige, che vanta posizione più elevata: 185 ettari di ghiacciaio.

{module Pubblicità dentro articolo}

Questo consente di sciare da settembre a maggio su ben 25 chilometri di piste che possono essere utilizzate da sportivi principianti e professionisti.
Si comincia da un’altezza di 3.739 metri sul livello del mare: qui nella parte iniziale della puntata troveremo Massimiliano Ossini e Lino Zani (esperto della montagna, guida di Papa Giovanni Paolo II nelle sue vacanze sull’Adamello). In compagnia di due guide alpine, dalla cima della Pala Bianca, i telespettatori si troveranno immersi in un ambiente di rara e pura bellezza, con panorami emozionanti e suggestivi. Ossini e Zani, incontrano alcuni esponenti del Corpo Forestale dello Stato che spiegano quali sono le attività di monitoraggio del territorio e le tecniche che vengono utilizzate per la tutela del paesaggio montano.
Adesso si scende leggermente di quota: siamo a 3.212 metri sul livello del mare, tra il Similaun e la Punta di Finale. Qui potremo sapere come stanno procedendo le ricerche finalizzate a stabilire la relazione genetica tra le popolazioni locali e la mummia Otzi, “l’iceman”che è stato seppellito tra questi ghiacciai per oltre 5300 anni.

linea bianca conduttori
Si tratta di un reperto antropologico ritrovato il 19 settembre 1991 sulle Alpi Venoste, ai piedi del monte omonimo, il ghiacciaio del Similaun, 3.213 sul livello del mare, al confine fra l’Italia (la Val Senales in Alto Adige) e l’Austria (la Ötztal nel Tirolo). E’ il corpo di un essere umano di sesso maschile, risalente a un’epoca compresa tra il 3300 e il 3100 a.C. (età del rame), conservatosi grazie alle particolari condizioni climatiche all’interno del ghiacciaio.

 Scendiamo a quota 2.845 metri sul livello del mare: Ossini ci porta presso il rifugio Bella Vista. Qui in compagnia di un “glaciologo” (esperto di ghiacciai) si farà un bilancio dello stato di salute dei ghiacciai del Trentino Alto Adige.

{module Pubblicità dentro articolo}
Ed ecco Ossini e la troupe di Linea bianca (il programma è iniziato lo scorso 26 dicembre 2015) a Maso Corto, nel bosco, sotto una fitta nevicata. Qui si parlerà di bracconaggio, una vera e propria piaga della fauna locale, e assisteremo alla liberazione di un piccolo barbagianni.
A conclusione della puntata non può mancare la prova di coraggio di Massimiliano Ossini: con gli agenti della Guardia di Finanza, si farà una pericolosa simulazione di un’azione di salvataggio di una persona nel crepaccio ghiacciato.
Ed ecco il momento della cucina e delle tradizioni gastronomiche locali. Se ne parlerà a quota 3.212 metri sul livello del mare dove si trova uno dei rifugi più alti d’Europa.

Linea bianca si congeda dai telespettatori. Sicuramente tornerà il prossimo inverno. Intanto cede il posto a Linea blu



0 Replies to “Linea bianca, Ossini in Val Senales per l’ultima puntata”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*