logo


Questa sera va in onda su Rete 4 in seconda serata "The Queen", omaggio ai 90 anni della Regina Elisabetta II. Il docufilm fa parte di un pacchetto di speciali previsti in seconda serata sempre su Rete 4 con scadenza mensile.  Alessandro Banfi, curatore per Videonews di Pomeriggio 5, tra gli altri speciali, ha curato anche The Queen.  Lo abbiamo intervistato alla vigilia della messa in onda.

Ci spiega in che consiste il progetto "Il Presidente"?

Dopo il successo inaspettato del documentario su Vladimir Putin è nata l'idea di raccontare al pubblico italiano altri sei leader mondiali che vengono colti nella loro quotidianità. Dopo "The Queen" omaggio alla sovrana d'Inghilterra ci saranno speciali su Barack Obama, Francois Hollande, Angela Merkel, Assad e Kim Jong-un (김정은, 金正恩). Si tratta di documentari originali e inediti della BBC curati da me con una impostazione editoriale prettamente italiana. 

Ci sarà un seguito ai Presidenti?

Mi piacerebbe allargare gli orizzonti ai personaggi della storia del passato. Questo aprirebbe un nuovo squarcio sui protagonisti attraverso biopic che ne raccontino in maniera ravvicinata la quotidianità. Sa che cosa mi ha colpito principalmente dello speciale "The Queen"? Il fatto che la regina in 64 anni di regno abbia visto passare sette Papi e quasi tutta la storia del 900.banfialessandro zps9ded0cde

Ci saranno anche personaggi italiani?

Per adesso no perché abbiamo voluto rimanere lontani dalla politica made in Italy. Ma non le nascondo che mi piacerebbe uno speciale su Sergio Mattarella. Il nostro capo di Stato ha restituito infatti rispetto ad una istituzione che negli ultimi tempi era diventata troppo strabordante. Nel senso che da Cossiga in poi i Presidenti si erano comportati talvolta in maniera che andava al di là del proprio ruolo.

Rimane ancora al Tgcom con la rassegna stampa del mattino?

Certo ogni giorno dal lunedì al venerdì alle 7:00 curo la rassegna stampa al Tgcom e dopo alle 9:00 mi trasferisco da Milano 2 a Cologno Monzese. Qui alle 11:30 abbiamo la prima riunione con Barbara D'Urso per stabilire gli argomenti della puntata del giorno di Pomeriggio 5. 

Lei infatti è curatore per Videonews del contenitore di Barbara D'Urso. Come si trova in questo ruolo?

Sono tornato all'infotainment con cui ho cominciato la mia carriera, questo è un lusso che fortunatamente l'azienda Mediaset mi concede. Io ho curato la prima puntata di Mattino Cinque e Pomeriggio Cinque. Era il 2008 ed abbiamo iniziato con Mattino Cinque con la conduzione di Claudio Brachino e la D'Urso. Il successo è stato tale che l'azienda ha voluto replicarlo anche nel pomeriggio. Ma naturalmente non si poteva usare la stessa formula e quindi abbiamo dovuto renderla consona alle esigenze del pubblico del pomeriggio.

1280x720 qdkPomeriggio 5 spesso è considerato alquanto trash per la scelta di cavalcare la cronaca nera e argomenti voyeuristici. Qual è la sua opinione?

Innanzitutto ho l'ambizione di aver ridotto il trash da quando me ne occupo. Io cerco sempre la misura nei programmi e la richiedo a chi lavora con me. Trovo inoltre che Pomeriggio 5 sia un grande racconto popolare dove non c'è soltanto la cronaca nera ma altri aspetti dell'Italia, come ad esempio la truffa agli anziani, le violenze sui bambini e i dissidi familiari. É la provincia italiana che viene fuori, è il racconto di un'Italia minima con protagonista la gente comune nella quale i telespettatori si specchiano. Noi abbiamo l'ambizione di raccontare un'Italia viva seguita da un pubblico magari non eccessivamente colto ma che si interessa a quanto accade intorno a sé.

Quindi ritiene che ci siano altri ingredienti interessanti oltre la cronaca nera?

Certo, sono soprattutto le passioni, i sentimenti e i tradimenti che interessano i telespettatori comuni. È una sorta di romanzo popolare fatto secondo quanto vediamo giornalmente nella soap opera "Il segreto". 

Ritiene che Pomeriggio Cinque e Mattino Cinque abbiano condizionato il racconto della cronaca nera anche in Rai?

Ne sono convinto, soprattutto per quanto riguarda il contenitore pomeridiano di Rai 1. Devo ammettere che il programma "Storie vere" in onda ogni mattina alle 10:00 su Rai 1 è fatto davvero bene. È strutturato sull'esempio del romanzo popolare.

Tornerà "La versione di Banfi"?

È stato un programma editorialmente dignitoso che, nato nel 2011, ha avuto l'ambizione di portare in studio personaggi come Matteo Renzi, Gianni Letta, Giorgia Meloni, Giuseppe Civati: tutti protagonisti di oggi. Abbiamo avuto l'intuizione di trovare allora i personaggi nuovi che sarebbero stati i protagonisti di oggi. Inoltre, in quel programma, ho dimostrato di possedere delle doti di front man.

Significa che tornerà ancora in video?

Per adesso no il mio ruolo e questo ma "La versione di Banfi" continua come mio blog presente nel sito di Tgcom.

Ultima modifica Giovedì, 21 Aprile 2016 11:02
Marida Caterini

Giornalista, esperta di spettacoli, in particolare di televisione. È stata per dieci anni  critico televisivo de Il Giornale d’Italia  con la direzione di Luigi D’Amato. Dal 1997 si occupa per il quotidiano Il Tempo di spettacoli, soprattutto di tv. Si occupa di cultura per il sito di Panorama.

Ha collaborato in passato con le maggiori testate nazionali, tra cui Il Sole 24 ore, Il Mattino,  Il Giornale.

Ha ricoperto il ruolo di docente di Teorie e tecniche della critica televisiva nel master per laureati in Scienze della Comunicazione,  organizzato dall’Università La Sapienza di Roma.

Ha vinto  il dattero d’argento al Salone Internazionale dell’umorismo di Bordighera. . E stata titolare per tre anni della rubrica “Dietro le quinte” su Il Giornale d’Italia, analizzando, ogni settimana,  un evento di cronaca, di politica o di spettacolo sotto la lente dell’umorismo.

Lascia un commento

Gentile lettore, dopo aver premuto il pulsante "INVIA COMMENTO", attendi il messaggio dell'avvenuto invio dello stesso in attesa di moderazione senza effettuare un nuovo invio. Sarà nostra cura validare il prima possibile il commento affinchè sia visibile

Cerca nel sito

In evidenza

"Da Venezia è tutto" con Concita De Gregorio su Rai 3 dal 30…

05-08-2017 Informazione Massimo Luciani

Anche quest'anno la Rai dedica una particolare attenzione alla Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia giunta quest'anno alla 74esima edizione...

Vai alla news

"Selection day" e "Again" ecco le 2 serie prodotte…

05-08-2017 Soap e serie tv Riccardo Chiaravalli

 Il gigante dello streaming online a livello mondiale Netflix, ha recentemente annunciato la produzione di due serie originali made in...

Vai alla news

Patrizio Rispo: "In 20 anni di Un posto al Sole ho suonato tutte …

06-08-2017 Interviste Alessandro De Benedictis

Dopo il nostro racconto della giornata sul set di Un posto al sole e le interviste a Luca Ward e...

Vai alla news

"The Last Tycoon" dal 28 luglio su Amazon

28-07-2017 Soap e serie tv Biagio Esposito

Dopo essere stato presentato in anteprima mondiale al Festival delle tv di Montecarlo lo scorso giugno, il serial "The Last...

Vai alla news


Seguimi sui vari social network

facebook twitter google plus Youtube linkedin

 
maridacaterini.it è una testata giornalistica
iscritta dal 02/12/2015 al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015
P.Iva 05263700659
Tutti i diritti riservati - Area riservata

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo