Il labirinto- storia di ordinaria in- giustizia, questa sera l’infermiera di Piombino


Il nuovo programma in onda su Retequattro si occupa oggi dell'infermiera di Piombino e di un eclatante caso di mala-giustizia

 Prima puntata, questa sera giovedì 26 maggio, del nuovo programma “Il Labirinto – Storie di ordinaria in-giustizia”. L’appuntamento con Carmelo Abbate, in onda in seconda serata, su Retequattro, avrebbe dovuto esordire la scorsa settimana, ma fu postecipato per la morte di Marco Pannella.

{module Pubblicità dentro articolo}

Al centro della serata c’è la storia di Fausta Bonino, passata da stimato “camice bianco” a “infermiera killer” dell’ospedale di Piombino.

Dopo lo stop che il Tribunale del Riesame di Firenze ha dato alla procura – annullando l’ordinanza di custodia in carcere del Gip e mettendo in crisi tutta l’inchiesta, basata secondo i giudici su indizi «né gravi, né precisi, né concordanti» – Abbate racconta il caso che ha guadagnato tutte le prime pagine dei quotidiani, proprio nei giorni in cui i vertici della ASL si riuniscono per decidere se la Bonino può tornare al suo lavoro.

Fausta Bonino – 55 anni, sposata, due figli, infermiera – racconta in prima persona il susseguirsi di eventi che lo scorso 31 marzo l’ha portata in carcere dai carabinieri.
L’accusa è pesantissima: omicidio volontario continuo aggravato dalla crudeltà. Le vittime sono 13 pazienti del nosocomio toscano: donne e uomini tra i 61 e gli 88 anni, ricoverati per patologie talvolta non gravi, ma tutti morti tra il 2014 e il 2015 – secondo gli inquirenti – per una dose letale di eparina, un anticoagulante non previsto per quei malati.

Sui giornali la donna viene subito definita “infermiera killer”. Eppure qualcosa non quadra: tra le stanze dell’ospedale, alcuni colleghi, sorpresi dall’accaduto, sono pronti a scommettere sull’innocenza di Fausta.

caso infermiera piombino
Le indagini proseguono, ma emergono le prime perplessità: anche sulle intercettazioni che riguardano l’infermiera. Così, dopo 21 giorni in galera, Fausta Bonino viene rilasciata e torna a casa dalla sua famiglia, che mai ha smesso di crederle e di starle a fianco.

{module Pubblicità dentro articolo}

Nel corso della trasmissione, Carmelo Abbate racconta anche la vicenda di Giuseppe Gulotta, protagonista di uno degli errori giudiziari più clamorosi della storia italiana: il muratore, nel 1976 era stato accusato di aver ucciso due carabinieri in quella che era stata definita “la strage di Alcamo Marina” e sconta 22 anni di carcere.
Gulotta ora è stato scagionato. Lo Stato gli ha oggi riconosciuto sei milioni e mezzo di euro d’indennizzo, una notizia giunta a Gulotta proprio durante la realizzazione dell’intervista per la trasmissione di Retequattro con Carmelo Abbate.

“Il labirinto – Storie di ordinaria in-giustizia” è un programma Videonews, a cura di Enrico Parodi.



0 Replies to “Il labirinto- storia di ordinaria in- giustizia, questa sera l’infermiera di Piombino”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*