Report, questa sera su allarme antibiotici, crisi dell’Inpgi e uscita dai debiti


Tutti i reportage che vanno in onda nella puntata di questa sera condotta da Milena Gabanelli su rai3

 Nuova puntata questa sera di Report. Milena Gabanelli da appuntamento ai telespettatori su Rai3, subito dopo il programma Che tempo che fa. Come al solito ci saranno tre inchieste all’interno della trasmissione.

La prima è sull’allarme antibiotici, la seconda sulla crisi dell’Inpgi, cassa di previdenza dei giornalisti, e la terza sull’uscita dai debiti.

Analizziamo uno per uno quali sono i contenuti di questi servizi.

{module Pubblicità dentro articolo}

Il primo reportage ha per titolo Resistenza passiva ed è realizzato da Sabrina Giannini. Si parla soprattutto dell’allarme lanciato dalla politica mondiale sul sopravvento di un ceppo di batteri resistenti ad ogni farmaco e destinati ad annientare la popolazione nel giro di pochi anni. La Gabanelli si chiede quanto sta facendo la politica per cercare di arginare questo problema. E’ importante puntare l’attenzione sugli allevamenti intensivi perché è proprio qui che finisce il 70% degli antibiotici prodotti al mondo. L’Unione Europea tanto per fare un esempio ha analizzato le viscere degli avicoli al macello provenienti dalle allevamenti intensivi e vi ha trovato percentuali di batteri resistentissimi, un dato davvero molto preoccupante.

Naturalmente questi batteri vengono poi ritrovati nei piatti che gli italiani mangiano perché le linee di macellazione non proteggono dalla contaminazione. La Commissione europea si è accorta di questa allarme ma i controlli che vengono effettuati sono ancora molto limitati. Questa sera Milena Gabanelli mostra i risultati ottenuti dall’analisi di 30 confezioni di carni suine acquistate in tre grandi catene di distribuzione. I risultati saranno resi noti nel corso della puntata. Il parere di alcuni esperti molto allarmante perché sembrerebbe che siamo davvero molto vicini ad una pandemia dalle conseguenze incalcolabili.

report milena gabanelli

Ad esempio la Danimarca è i Paesi Bassi hanno ridotto molto il rischio di infezione ma in Italia nonostante gli esperti conoscono le cause ancora non si riesce ad arginare un problema che tra poco potrebbe davvero scoppiarti tra le mani. Insomma la politica e l’economia si sono davvero accorti che siamo in presenza di batteri il cui tasso di resistenza e trazione levati dell’Europa?

{module Pubblicità dentro articolo}
Il secondo reportage interessa invece l’Inpgi ovvero la cassa previdenziale dei giornalisti che non ha più soldi e nel giro di qualche anno potrebbe addirittura non avere più i fondi per pagare le pensioni dei giornalisti stessi. Naturalmente ad aggravare la situazione ci sono stati degli scandali giudiziari e i privilegi che hanno le categorie dei giornalisti perché possono andare in pensione a 57 anni e non è indifferente anche la constatazione che dalle casse dei bimbi sono fruiti molti soldi per arginare la crisi degli editori italiani.

L’ultimo reportage dal titolo Fuori dal tunnel mostra invece ai telespettatori una legge poco nota che permette ai singoli consumatori di uscire completamente dal tunnel dei debiti. Il processo è molto semplice e sarà illustrato chiaramente nel corso del servizio. Sotto il controllo di un giudice si può restituire tutto quello che è possibile restituire e ricominciare una propria attività senza l’incubo dei creditori



One Reply to “Report, questa sera su allarme antibiotici, crisi dell’Inpgi e uscita dai debiti”

  • Alberto Mongardi

    l’uso smoda to degli antibiotici negli animali da laavamento porta a forme di resistenza per cui nascono nuovi ceppi batterici resitenti agli antibiotici. Occorre che gli allevatori prendano coscienza del problewma e che somministrino gli mantibiotici in maniera controllata. un uso eccessivo può portare a ceppi batterici difficili da debella re nelgi animali ed un pericolo per i cittadini che si nutrono della loro carne

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*