logo

Quarto grado-la domenica questa sera sul caso di Isabella Noventa

Domenica, 19 Marzo 2017 07:18 - Scritto da 
Gianluigi Nuzzi Gianluigi Nuzzi

 Questa sera, Domenica 19 marzo, nell’access prime-time di Retequattro, torna “Quarto Grado-La domenica”. Il programma, spin off di Quarto grado, è condotto da Gianluigi Nuzzi dallo scorso febbraio e ha l'obiettivo di approfondire i casi di cronaca, soprattutto nera, di cui si sono occupati i mass media nel corso della settimana.

Dopo il caso di Marco Vannini affrontato la scorsa settimana, questa volta, Gianluigi Nuzzi apre uno spazio di riflessione sul giallo di Isabella Noventa. 55 anni, segretaria di Albignasego (Padova), vive con l’anziana madre e conduce una vita tranquilla. La notte tra il 15 e il 16 gennaio 2016, dopo aver mangiato in pizzeria insieme all’amico Freddy Sorgato, scompare nel nulla. Un mese dopo la svolta: gli inquirenti fermano l’uomo, sua sorella Debora e l’amica Manuela Cacco. I tre finiscono in galera ma non chiariscono i dettagli sul loro presunto coinvolgimento.

Nello scorso gennaio, addirittura è stata avanzata l'ipotesi dell'ombra della Mala del Brenta dietro il delitto della Noventa. A parlarne è stato Piero Gasparini, 54 anni, imprenditore nel settore delle ristrutturazioni, separato da Isabella nel 2010, dopo un legame durato 20 anni.
Secondo l'uomo la premeditazione del delitto, la scomparsa del corpo e l'assenza della più piccola traccia della donna fanno pensare alla vecchia Mala del Brenta.

Quarto Grado

Il corpo di Isabella non viene mai ritrovato. E proprio nel tentativo di cercarlo, Rosario Sanarico, sommozzatore della Polizia impegnato nella perlustrazione del fiume Brenta, perde la vita incastrato sul fondale. Purtroppo la drammatica notizia che il sommozzatore era rimasto incastrato ed era morto, fu data nel corso di una puntata di Pomeriggio 5. Tutto accadde, cioè, in diretta, in un macabro rituale al quale, tragicamente, il piccolo schermo ci ha abituato. La conduttrice Barbara D'Urso chiuse subito il collegamento quando si capì che per il poliziotto non c'era più niente da fare. 

Questa sera Quarto grado- la domenica, il domenicale a cura di Siria Magri ospita le altre persone “vittime” di questo giallo: la madre e il fratello di Isabella, che chiedono di conoscere la verità sulla sorte della donna. In studio insieme a Gianluigi Nuzzi ci sono anche la moglie e la figlia del poliziotto scomparso durante le ricerche.

Letto 339 volte Ultima modifica Sabato, 18 Marzo 2017 15:47
Redazione

La nostra redazione

Lascia un commento

Gentile lettore, dopo aver premuto il pulsante "INVIA COMMENTO", attendi il messaggio dell'avvenuto invio dello stesso in attesa di moderazione senza effettuare un nuovo invio. Sarà nostra cura validare il prima possibile il commento affinchè sia visibile

Cerca nel sito

In evidenza

I migliori anni dal 21 aprile su Rai1 con Carlo Conti ma senza la Tata…

07-03-2017 Intrattenimento Alice Toscano

 Carlo Conti torna su Rai 1. Il rientro del conduttore di tre edizioni del festival di Sanremo, avverrà il 21...

Vai alla news

Festival internazionale del giornalismo 2017, conferenza stampa in dir…

10-03-2017 Informazione Irene Natali

Si svolgerà dal 5 al 9 aprile l'undicesima edizione del Festival internazionale del giornalismo. Come sempre nella cornice di Perugia...

Vai alla news

"Cani eroi" dal 25 marzo su Rai 2

11-03-2017 Intrattenimento Angela Grimaldi

Arriva su Rai2 una docu-fiction molto particolare dal titolo "Cani eroi". L'appuntamento è a partire da sabato 25 marzo alle...

Vai alla news

Rai porte aperte, conferenza stampa in diretta

16-03-2017 Informazione Irene Natali

La Rai apre le porte ai ragazzi, con la speranza che un domani possano appassionarsi a una delle tante professioni...

Vai alla news


Seguimi sui vari social network

facebook twitter google plus Youtube linkedin

 
maridacaterini.it è una testata giornalistica
iscritta dal 02/12/2015 al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015
P.Iva 05263700659
Tutti i diritti riservati - Area riservata

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo