logo


 Se ne è andato, questa notte, all'ospedale Belcolle di Viterbo, il regista televisivo e cinematografico Giogio Capitani. Aveva 89 anni. Una vita intera trascorsa dietro la macchina da presa, un'esistenza da "principe" della regia,  un professionista dai modi sempre eleganti e mai sopra le righe, Capitani era conosciuto in tv per aver diretto tutte le serie della notissima fiction Il maresciallo Rocca. 



Ma non era stato solo il "Maresciallo Rocca" a farlo conoscere alla grandissima platea televisiva. Intanto a calarsi nella parte del maresciallo che fece impennare come non mai gli indici d'ascolto, c'era Gigi Proietti. Nel cast prima Stefania Sandrelli e, successivamente, Veronica Pivetti. Tutte e cinque le stagioni furono girate tra il 1996 e il 2005.A ideare il personaggio di Rocca era stata la sceneggiatrice e scrittrice Laura Toscano scomparsa alcuni anni fa. A Giorgio Capitani si deve anche l'idea di ambientare la serie a Viterbo, nei pressi di Roma, una città che lui amava molto e che ha valorizzato nelle dieci edizioni della serie.

Ma sono state tante le fiction di cui è stato regista. Tra queste ricordiamo anche "E non se ne vogliono andare", "Papa Luciani", "Il generale Dalla Chiesa", "Enrico Mattei", "Rita da Cascia". Invece ne "Il Paradiso delle signore" nel 2015 aveva partecipato come attore. Di questa serie ne se sta girando la seconda stagione. Tutti prodotti baciati da grandi consensi popolari.

Capitaniaveva cominciato la sua carriera  a soli 19 anni. Le sue prime esperienze si riferivano, però, soltanto a film di cassetta a basso costo. Ma furono indispensabili perchè gli fornirono le basi per cominciare a dirigere in proprio a partire dai primi anni cinquanta.

Per il grande schermo realizza film mitologici (Ercole, Sansone, Maciste e Ursus gli invincibili, 1964) e commedie come L'arcangelo (1969), Pane, burro e marmellata (1977), Vai avanti tu che mi vien da ridere (1982), Missione eroica - I pompieri 2 (1987).



L'esperienza del racconto semplice e per tutti, privo di velleità pseudoautoriali, gli apre le porte della televisione. E da oltre trent'anni Capitani frequentava il piccolo schermo conosciuto non solo dagli addetti ai lavori ma anche da un vasto pubblico per il quale aveva raccontato storie di gente comune. Nel 2012 aveva partecipato da attore in alcuni episodi di un'altra fiction di successo Che Dio ci aiuti.

Giorgio Capitani era stato anche uno scrittore. Dopo il suo primo libro dal titolo Il cinema nel cuore, aveva scritto Glentmore Hotel. Al Capone suite edito da Armando Curcio Editore. E lo aveva pubblicato nel 2016.

 

Ultima modifica Sabato, 25 Marzo 2017 15:19
Redazione

La nostra redazione

Lascia un commento

Gentile lettore, dopo aver premuto il pulsante "INVIA COMMENTO", attendi il messaggio dell'avvenuto invio dello stesso in attesa di moderazione senza effettuare un nuovo invio. Sarà nostra cura validare il prima possibile il commento affinchè sia visibile

Cerca nel sito

In evidenza

"Da Venezia è tutto" con Concita De Gregorio su Rai 3 dal 30…

05-08-2017 Informazione Massimo Luciani

Anche quest'anno la Rai dedica una particolare attenzione alla Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia giunta quest'anno alla 74esima edizione...

Vai alla news

"Selection day" e "Again" ecco le 2 serie prodotte…

05-08-2017 Soap e serie tv Riccardo Chiaravalli

 Il gigante dello streaming online a livello mondiale Netflix, ha recentemente annunciato la produzione di due serie originali made in...

Vai alla news

Patrizio Rispo: "In 20 anni di Un posto al Sole ho suonato tutte …

06-08-2017 Interviste Alessandro De Benedictis

Dopo il nostro racconto della giornata sul set di Un posto al sole e le interviste a Luca Ward e...

Vai alla news

"The Last Tycoon" dal 28 luglio su Amazon

28-07-2017 Soap e serie tv Biagio Esposito

Dopo essere stato presentato in anteprima mondiale al Festival delle tv di Montecarlo lo scorso giugno, il serial "The Last...

Vai alla news


Seguimi sui vari social network

facebook twitter google plus Youtube linkedin

 
maridacaterini.it è una testata giornalistica
iscritta dal 02/12/2015 al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015
P.Iva 05263700659
Tutti i diritti riservati - Area riservata

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo