Antonio Ricci: vorrei Renzi e Berlusconi al timone di Striscia la notizia


Il papà di Striscia la notizia svela i fugaci rapporti avuti in passato con la Rai, la sua opinione sui talk show e l'apprezzamento per Mika.


Antonio Ricci è intervenuto telefonicamente, oggi, nel programma Un giorno da pecora condotto su Radio 1 da Giorgio Lauro e Geppi Cucciari. Motivo: la promozione del suo ultimo libro “Me tapiro” Antonio Ricci intercettato da Luigi Galella.

E’ stata l’occasione per parlare della tv e della politica, della Rai e delle sue trasmissioni preferite. Tra queste ultime ha menzionato Stasera CasaMika ed ha definito il padrone di casa un artista elegante, moderno, completo.

Tra i personaggi che vedrebbe volentieri al bancone di Striscia ha menzionato Silvio Berlusconi e Matteo Renzi. “Il primo è rappresentante della barzelletta classica, il secondo ha una comicità più moderna”. Ancora: “Berlusconi evoca i vecchi comici che pure abbiamo avuto al nostro tg, mentre Renzi ricorda lo stile di Ficarra e Picone”. Ma i due sarebbero pericolosi perchè potrebbero assicurare ascolti alti per la prima puntata, non per le successive.

La copertina del libro di Antonio Ricci

Poi Ricci svela: “c’è un’antica promessa fatta da Rosario Fiorello che avrebbe dovuto approdare a Striscia in coppia con Staffelli“. Ma fino ad oggi non se ne è fatto nulla. Il padre del tg satirico di Canale 5 lo racconta nel libro.

E sui talk show che imperversano nella tv dice: “sembrano sedute spiritiche con simulacri che fanno finta di azzuffarsi“.

Poi: “tutti sono figli di quel Porta a porta di Bruno Vespa ma con il proliferare del genere, tutto si è sfilacciato”.

“Tornerebbe in Rai?” gli chiede Giorgio Lauro. “Io non ho mai avuto contratti in esclusiva. Con la Rai ci sono stati solo abboccamenti superficiali, mai sfociati in accordi. Ce ne furono con Angelo Guglielmi e l’ultima volta che ho sentito un esponente di viale Mazzini, erano i tempi in cui Zaccaria era presidente. Ed incontrai proprio lui”.

Ricci continua: “avevo fatto due richieste. la prima non averlo mai come ospite nelle mie trasmissioni, la seconda di avere mano libera sulle Teche Rai di cui sono perdutamente innamorato”

A Giorgio Lauro che lo paragona al Gianni Letta della televisione, Ricci ribatte: “Letta è un po’ imbalsamato”.

Poi: “non apparire mai in tv mi ha conferito una energia vitale molto forte”.

E sulla presenza di Matteo Renzo a diMartedì con Giovanni Floris, il papà di Striscia afferma: “Renzi ha un problema: vede il nemico davanti a sè. Invece è dietro, tra le persone che stanno intorno. Ma questo accade sempre nella vita, accade a tutti”.

I



0 Replies to “Antonio Ricci: vorrei Renzi e Berlusconi al timone di Striscia la notizia”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*