logo


CdA Rai: c'è anche Freccero tra i sette consiglieri

- Scritto da 
Carlo Freccero

 La Commissione di Vigilanza Rai ha dato il via libera ai sette membri del nuovo Consiglio di Amministrazione Rai. Ecco i loro nomi e i voti che hanno ottenuto. Franco Siddi (5 voti), Carlo Freccero (6), Paolo Messa (4), Rita Borioni (5), Guelfo Guelfi (6), Arturo Diaconale (5) e Giancarlo Mazzuca (4).

Ferruccio De Bortoli ha ottenuto solo due preferenze non sufficienti ad aprirgli le porte dell’organo collegiale di vertice dell’Azienda.

Ora si attendono dal governo le indicazioni del dg (il nome è quello di Dall’Orto) e del presidente. Il Premier Matteo Renzi ha anticipato che saranno professionisti di grande rilievo come è giusto che sia per il rispetto che si deve all'azienda televisiva pubblica.  E su Dall'Orto ha detto che si tratta di un grande, grandissimo professionista, "ma vedremo".

Intanto Carlo Freccero ce l'ha fatta. Ed ha subito detto che per ridare ecntralità alla Rai bisogna puntare su Informazione e Fiction.  Il neo eletto in consiglio di amministrazione dalla Vigilanza, ha alle spalle una lunga storia professionale prima a Mediaset e poi a Viale Mazzini.  "L'idea che la Rai debba uscire dalle pastoie dei partiti corrisponde proprio alla mia visione. E mi ha fatto piacere l'appoggio di Fratoianni, che appartiene a un'area vicina alla mia sensibilità" ha detto Freccero che ribadisce la sua "indipendenza, pagata anche a caro prezzo: Berlusconi mi ha fatto fuori la prima volta il 5 maggio del'92, poi in Rai ho dovuto affrontare il caso Luttazzi e quando governava il centrosinistra mi ha mandato sul satellite". Freccero è stato molte volte ospite nei salotti televisivi Rai e Mediaset. Inoltre è stato direttore artistico del Roma Fiction Fest nel 2014.

Poi ci tiene a far notare:"mi hanno chiamato per un lavoro che penso saper fare: ridare centralità al servizio pubblico". E il momento è proprio critico con l'arrivo imminente di Netflix in Italia.

Franco Siddi è stato votato dal Pd ma anche dal centro, ed ha ottenuto cinque voti. ''Mi fa piacere, sono stato votato dal parlamento, e questo è sempre un onore'' ha detto. ''Credo di essermi speso in tutti i modi che potevo nel corso della mia vita, per promuovere e riqualificare il valore della Rai, per il suo rinnovamento, e la valorizzazione delle professionalità, soprattutto quelle interne'',

 

 

Ultima modifica Martedì, 04 Agosto 2015 18:03
Redazione

La nostra redazione

Lascia un commento

Gentile lettore, dopo aver premuto il pulsante "INVIA COMMENTO", attendi il messaggio dell'avvenuto invio dello stesso in attesa di moderazione senza effettuare un nuovo invio. Sarà nostra cura validare il prima possibile il commento affinchè sia visibile

Cerca nel sito

In evidenza

"Da Venezia è tutto" con Concita De Gregorio su Rai 3 dal 30…

05-08-2017 Informazione Massimo Luciani

Anche quest'anno la Rai dedica una particolare attenzione alla Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia giunta quest'anno alla 74esima edizione...

Vai alla news

"Selection day" e "Again" ecco le 2 serie prodotte…

05-08-2017 Soap e serie tv Riccardo Chiaravalli

 Il gigante dello streaming online a livello mondiale Netflix, ha recentemente annunciato la produzione di due serie originali made in...

Vai alla news

Patrizio Rispo: "In 20 anni di Un posto al Sole ho suonato tutte …

06-08-2017 Interviste Alessandro De Benedictis

Dopo il nostro racconto della giornata sul set di Un posto al sole e le interviste a Luca Ward e...

Vai alla news

"The Last Tycoon" dal 28 luglio su Amazon

28-07-2017 Soap e serie tv Biagio Esposito

Dopo essere stato presentato in anteprima mondiale al Festival delle tv di Montecarlo lo scorso giugno, il serial "The Last...

Vai alla news


Seguimi sui vari social network

facebook twitter google plus Youtube linkedin

 
maridacaterini.it è una testata giornalistica
iscritta dal 02/12/2015 al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015
P.Iva 05263700659
Tutti i diritti riservati - Area riservata

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo