Fiorello e Baldini, fine di una coppia perfetta


Considerazioni su un sodalizio artistico di grande valenza spettacolare che si è spezzato

 Una coppia perfetta, un grande affiatamento dal quale scaturivano humour ed ironia, battute intelligenti di testa e non di pancia. Rosario Fiorello e Marco Baldini erano molto di più del “braccio e la mente”. Erano due artisti in grado di interagire tra di loro non solo su testi scritti a tavolino ma anche e soprattutto sull’improvvisazione. Una qualità rarissima oggi, in un’epoca televisiva nella quale non si vuole correre nessun rischio e tutto viene precedentemente preparato.

 Fiorello e Baldini hanno offerto al pubblico spaccati di umorismo puro. Lui, Fiorello impegnato in parodie rimaste cult. Lui, Baldini a tenergli testa sapientamente, con leggerezza cercando sempre di star dietro all’imprevista vis comica che, all’improvviso, poteva scaturire dal genio del socio scatenato.

Coppia perfetta, rappresentazione di un rapporto alla base del quale c’era il comune amore per lo spettacolo e la leggerezza di un’incisiva ironia. Baldini dando il meglio di sè, esorcizzava tutti i suoi problemi, dimenticava i debiti di gioco che, anche al pubblico, apparivano lontani anni luce. Invece, purtroppo, erano molto vicini a lui e neppure l’ironia di “compare Rosario” riusciva ad allontanarlo dalle sale giochi e dalle scommesse.

Da Viva Radio 2 programma cult della seconda rete radiofonica nato nel 2001 sotto la direzione di Sergio Valzania, a Stasera pago io fortunatissimo show di Rai1, Fiorello e Baldini hanno rappresentato un sodalizio perfetto. La coppia ha continuato a catturare l’attenzione di media e ascoltatori in  Edicola Fiore e in Fuori programma che segna il passaggio dello show man siciliano a Radio 1.

Sono soltanto alcuni step del binomio Fiorello e Baldini.

Oggi la coppia non esiste più. Troppi i problemi che ne hanno causato la separazione e quindi la scomparsa. Problemi legati alla dipendenza di Baldini dal gioco d’azzardo, dalle corse dei cavalli che ne hanno minato il portafoglio e lo spirito azzerandone quel sacro fuoco creativo che gli abbiano sentito dentro nel corso di anni di carriera.

Certo, ci saranno state anche incomprensioni con l’ex storico partner: ma in quale sodalizio non esistono? Avrebbero potuto essere superate.

Invece, ad un certo punto, Marco Baldini ha accantonato la sua verve e lo spirito ironico, e si è trasformato in un caso umano dandosi in pasto alla tremenda tv del dolore. Dal salotto di Domenica in dove si è fatto vivisezionare raccontando la sua dipendenza refrattaria a qualsiasi rimedio, fino alla famigerata macchina della verità con Monica Leofreddi nel pomeriggio di Rai1. Poi le esternazioni, le dichiarazioni, le interviste. Baldini è diventato una macchina da spettacolo strappa-audience in tutt’altra direzione.

Peccato: quella coppia che ha raggiunto forse il punto più alto della grandeur in Il più grande spettacolo dopo il week end (Rai1, nel 2011) oggi è un ricordo lontano.



Potrebbe interessarti anche:


0 Replies to “Fiorello e Baldini, fine di una coppia perfetta”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*