Giorgia Trasselli la tata di Casa Vianello: ho voglia di tornare in tv


Giorgia Trasselli, nota come la tata di Casa Vianello, ci racconta la sua vita professionale da Sandra e Raimondo in poi...


Per vent’anni il grande pubblico televisivo l’ha conosciuta nel ruolo della tata di “Casa Vianello” la notissima sitcom con protagonisti Sandra Mondaini e Raimondo Vianello. Lei è Giorgia Trasselli che, accanto ai due grandi artisti, ha recitato anche nei cinque film per la tv intitolati “Cascina Vianello” e in altrettanti cinque dal titolo “I misteri di Cascina Vianello“. Attrice, regista e insegnante italiana, la Trasselli ha spaziato nel mondo dello spettacolo dal cinema, alla tv, al teatro a cui adesso si sta dedicando quasi a tempo pieno. Abbiamo incontrato la ex tata che ci ha raccontato la sua carriera e le sue aspirazioni future.

Lei è stata anche la protagonista di molte pubblicità. Ce ne ricorda qualcuna?

La pubblicità mi ha dato tanto e sono stata diretta dai più grandi registi tra i quali Leone Pompucci. Una delle principali che ha fatto il giro del mondo è la pubblicità delle gocciole Pavesi, che abbiamo girato tra Barcellona e la Thailandia e negli ultimi anni è tornata anche in video. Ricordo ancora uno spot dedicato ad una famosa marca di birra e quello sul Leerdammer. Insieme a Sandra e Raimondo ho girato anche uno sport sui tortellini. Io interpretavo proprio la tata di Casa Vianello. E infine ricordo anche uno spot girato con Gigi Proietti. 

giorgia trasselli

Lei adesso è al Teatro. Ci racconta lo spettacolo che sta portando in tournée?

Fino al 14 maggio sono in scena al Teatro 7 di Roma, diretto da Michele La Ginestra, con lo spettacolo “UNPERCENTO – punizione ad affetto”. Il testo di Francesco Stella. Accanto a me recitano Enzo Casertano e Fabio Avaro.

Nel suo futuro c’è ancora teatro?

Subito dopo ci sarà un “acting itinerary” con Stefania Ponti in giro per Roma. Porteremo gli spettacoli nei principali siti archeologici nei mesi di giugno e luglio. Da gennaio inoltre sarò protagonista dello spettacolo Parenti serpenti insieme a Lello Arena. Faremo una lunga tournée con questo testo scritto per il teatro da cui Mario Monicelli trasse il film da lui diretto dal titolo omonimo divenuto oramai un cult.

tata vianello

Come ricorda il periodo in cui ha recitato con Sandra e Raimondo?

Sono stati circa 20 anni di grandi soddisfazioni sia personali che professionali. Per me è stato un grande privilegio recitare con due artisti del calibro di Sandra e Raimondo.

 

Che ricordi ha di loro?

Raimondo era una persona molto riservata e discreta che riusciva a comunicare anche soltanto con lo sguardo. Sandra era più diretta. Due artisti che si completavano a vicenda, leggeri ma seri nelle loro dimostrazioni pubbliche.

Ha mai pensato che il pubblico la conosce più come la tata di Casa Vianello che con il suo nome?

Infatti ancora oggi vengo fermata per strada e chiamata proprio la tata dei Vianello. Questo mi riempie di soddisfazione perché significa che ho lasciato un impronta difficilmente cancellabile.

casa vianello tata

Immaginava che Sandra Mondaini potesse scomparire soltanto pochi mesi dopo la morte del marito?

Sinceramente non lo avrei mai pensato. Ma conoscendo il rapporto che li univa ho capito che lei non è stata in grado di superare questo grande dolore.

Ha saputo delle polemiche sorte dopo la morte di ambedue a proposito dell’eredità?

Io posso soltanto dire che avevano un rapporto di grande rispetto con la famiglia dei filippini che abitava con loro. Tutto quello che è accaduto dopo l’ho saputo dai mass media.

 

Come mai non la vediamo più in tv?

La verità è che ho una gran voglia di tornare sul piccolo schermo. Mi piacerebbe inoltre riprendere il mio ruolo come testimonial di pubblicità.

Ha un sogno particolare da esaudire ancora?

Sì vorrei mettermi alla prova in un ruolo un po’ folle di una donna che canta e balla in maniera molto gioiosa. Insomma ho davvero voglia di realizzare qualcosa di bello in tv, dopo aver dato tanto.



0 Replies to “Giorgia Trasselli la tata di Casa Vianello: ho voglia di tornare in tv”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*