Antonella Clerici, per lei un 2015 poco gratificante


Non è stato un anno gratificante per Antonella Clerici. La conduttrice nel corso del 2015 ha gestito una serie di programmi spesso non adatti alle sue corde professionali. Il risultato è stato deludente in termini di ascolti e rischia di penalizzare uno dei volti più noti del panorama televisivo italiano.


Non è stato un anno gratificante per Antonella Clerici. La conduttrice nel corso del 2015 ha gestito alcuni programmi spesso non adatti alle sue corde professionali. Il risultato, deludente in termini di ascolti, rischia di penalizzare uno dei volti più noti del panorama televisivo italiano.

L’annus horribilis per Antonella Clerici era già iniziato lo scorso marzo 2015 con la chiusura di “Dolci dopo il tg“. Si trattava dello spin-off del programma madre “La prova del cuoco nel quale la conduttrice si occupava esclusivamente di pasticceria. Il talent aveva come protagonisti giovani aspiranti chef pasticceri ai quali era destinato un premio finale. In effetti un vincitore c’è stato ma il programma è stato chiuso perché gli ascolti non avevano soddisfatto le aspettative della vigilia. {module Pubblicità dentro articolo}

Nella tarda primavera del 2015 Antonella Clerici torna nel sabato sera di Raiuno con il nuovo show “Senza parole“. Anche questa volta gli ascolti non sono stati gratificanti e la concorrenza con Canale 5 è stata purtroppo devastante. Lo scontro con la corazzata degli amici di Maria De Filippi ha penalizzato il programma che tra l’altro aveva troppe atmosfere in comune con altri del genere, in particolare con le carrambate di Raffaelliana memoria e le buste di C’è posta per te.

Inoltre Rai 1 aveva valorizzato lo show solo nelle ultime puntate. Naturalmente l’effetto conclusivo è stato ancora più penalizzante. Dopo un’esperienza simile la conduttrice avrebbe dovuto rinunciare alla nuova edizione di “Ti lascio una canzone che, tra l’altro, aveva riposato per un anno fuori dal video. Purtroppo anche il baby talent show in questa nuova stagione, si è rivelato perdente. E non solo per il classico scontro con Canale 5, ma soprattutto perché il pubblico era stanco di una formula obsoleta nella quale i bambini sono al completo servizio degli adulti e cantano brani non adatti alla loro età.medium 110912 154402 to120911spe 0035

Abbiamo più volte sottolineato che a 8 anni non si possono interpretare canzoni d’amore e gridare, a tutta ugola, espressioni e parole non adatte ad un bimbo o ad una bimba di quell’età. Inoltre la gara tra i partecipanti esisteva davvero, nonostante le affannose e ripetute smentite degli autori del programma. I bambini vivono in maniera sempre traumatica una competizione basata sui giudizi che i quattro giudici di gara davano alle loro performance. Inoltre si rischia di alimentare false speranze in un’infanzia che avrebbe bisogno di vivere lontana dai riflettori in un’età difficile ed estremamente delicata. Ti lascio una canzone dunque è stato un grave errore, reso ancor più grave dal prolungamento dopo mezzanotte del programma con “Ti lascio una canzone big“. Questo segmento ha ulteriormente penalizzato il ritmo con la chiusura addirittura all’una di notte. {module Pubblicità dentro articolo}

Purtroppo il 2015 è stato crudele con Antonella Clerici anche nella parte finale. La Lotteria Italia, che avrebbe dovuto essere abbinata a “La prova del cuoco”, all’ultimo momento è stata strappata alla conduttrice e affidata a Flavio Insinna e ad Affari Tuoi. Un ulteriore smacco per una protagonista del mondo dello spettacolo che pure ha dato alla tv italiana molti contributi. Abbiamo però la netta sensazione che Antonella Clerici non abbia saputo gestire con oculatezza i suoi impegni. Significa che “Senza parole” non doveva andare in onda, almeno con la sua gestione, e “Ti lascio una canzone” doveva scomparire dal video come era già accaduto con “Io canto“, clone che Canale 5 aveva affidato a Gerry Scotti.

Ora Antonella Clerici è rimasta solo al timone de “La prova del cuoco”, programma cucito sulle sue corde professionali e leader della fascia mattutina di Raiuno.

Nel futuro la conduttrice dovrà valutare meglio le proposte che le vengono fatte e opporre, finalmente, qualche rifiuto. Impari a non considerarsi, svilendosi, una conduttrice per tutte le stagioni televisive.  E presti maggiore attenzione al mondo del web nella promozione dei suoi programmi.



0 Replies to “Antonella Clerici, per lei un 2015 poco gratificante”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*