Domenica Live la D’Urso tra baci, serenate, Lemme e gossip


Puntata piena di ospiti e dei soliti appuntamenti tra gossip, racconti di amori, litigi tra personaggi, riconciliazioni.


Puntata piena di ospiti e dei soliti appuntamenti tra gossip, racconti di amori, litigi tra personaggi, riconciliazioni.

A tutto questo nella puntata odierna di Domenica Live, Barbara D’Urso ha aggiunto due spazi: uno dedicato al ritorno del dottor Lemme, il secondo all’ospitata data di Pif al secolo Pierfrancesco Diliberto che ha “aggredito” la conduttrice cercando di baciarla a tutti i costi. Intervenuto ad inizio di puntata, l’attore e regista ha naturalmente pubblicizzato il suo film “In guerra per amore“. Ma nel corso del suo intervento il leitmotiv è stato il continuo a saltare addosso alla conduttrice spiegando che baciare la D’Urso è stato sempre il sogno della sua vita. Un momento che poteva sembrare anche simpatico se non fosse durato troppo. domenica live pif bacia durso

La puntata odierna ha celebrato il ritorno del dottor Alberico Lemme con la sua solita cerchia di personaggi detrattori e pazienti. Tra questi i telespettatori hanno ritrovato Manuela Villa, Platinette, Serena Grandi e Nadia Rinaldi.  Presente anche Rosanna Lambertucci la ex signora di “Più sani e più belli“. La D’Urso ha fatto intervenire anche una suora che avrebbe perso grazie alla dieta Lemme moltissimi chili. Uno spazio lunghissimo caratterizzato dalla solita discussione sopra le righe che oramai è diventata una vera e propria telenovela che non aggiunge nulla a quanto già visto e ascoltato. alberico lemme domenica live dietologo dei vip

Oggi si puntava in particolare su un giro d’affari milionario che ruoterebbe intorno ad Alberico Lemme ed ai prodotti da lui firmati. Gossip a go go con la presenza di Serena Garitta ex gieffina (vincitrice dell’edizione 2004). La Garitta è stata per alcune edizioni inviata anche di Domenica Live. Oggi era in studio con il figlio Renzo di 7 mesi. È stata l’occasione per una cavalcata all’indietro nel tempo ed una intervista “D’Ursiana“. Un altro punto forte è stata la presenza di Pupo al secolo Enzo Ghinazzi. Il cantante si è confessato nello studio di Domenica Live svelando di aver perso 6 miliardi delle vecchie lire con il gioco d’azzardo. In un excursus dal titolo “la mia vita tra cadute e risalite” la D’Urso ha raccontato tutta la carriera del suo ospite. Un momento che, secondo la conduttrice, ha avuto anche un significato educativo e di incentivo a smettere con il gioco ove mai ci fosse una tendenza ludopatica. cristiana sinagra domenica live

È tornato anche il marito o presunto tale di Gina Lollobrigida continuando così una delle telenovele care al contenitore festivo di Canale 5. Gli ultimi due spazi hanno avuto come protagonisti la figlia di Bobby Solo e Cristiana Sinagra madre di Diego Armando Maradona junior. Veronica Sarti, figlia di Bobby Solo, ha citato in giudizio il padre chiedendogli gli alimenti che non le aveva versato per 13 anni. Una delle tante saghe familiari a cui ci ha abituato Carmelita D’Urso. Alla fine è apparsa Cristiana Sinagra a raccontare come il campione dei campi di calcio dopo 30 anni di liti con il figlio, un giorno alza il telefono, chiama Diego Armando junior e chiede di abbracciarlo. Happy ending, dunque per un’altra saga familiare che ha tenuto banco negli anni scorsi con frequenza. La D’Urso si è addirittura attribuita il merito di essere stata una sorta di paciere tra il padre e il figlio. {module Pubblicità dentro articolo}

Finisce così una puntata nel corso della quale Barbara D’Urso ha sfoggiato i suoi soliti elementi spettacolari per opporre una concorrenza adeguata alla Domenica In di Pippo Baudo.



0 Replies to “Domenica Live la D’Urso tra baci, serenate, Lemme e gossip”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*