Nemicamatissima dopo la Parisi anche i pubblicitari contro lo show


Dopo le polemiche provocate dalle dichiarazioni della Parisi, anche i pubblicitari bocciano Nemicamatissima.


Continua a far parlare ed a suscitare polemiche lo show Nemicamatissima andato in onda il 2 e il 3 dicemnre su Rai1. Dopo le lamentale espresse da Heather Parisi che ha detto di essersi sentita un’ospite della Cuccarini, nelle due puntate, anche i pubblicitari bocciano il programma. E parlano di noia e nostalgia per un pubblico anziano etichettato come “centennial”. 

In rappresentanza della categoria, si esprime Cesare Casiraghi, uno dei più rappresentativi pubblicitari italiani, fondatore e direttore creativo dell’agenzia di comunicazione integrata “casiraghi greco&”. A proposito delle due padrone di casa afferma: “Cuccarini meglio della Parisi, ma entrambe vittime di un naufragio autorale”.

Il pubblicitario continua riferendosi alla prima serata. “Salvo solo Lorella Cuccarini, che malgrado tutto si è data da fare ed ha mostrato ancora una bella verve, e quel poco che si è visto di Lillo e Greg, in una serata contenitore priva di linfa, mediamente noiosa che neppure un cast sulla carta molto forte e una scenografia da show hollywoodiano sono riusciti a fare decollare”.

E’ duro il commento di Cesare Casiraghi all’indomani di quello che era stato annunciato come uno delle principali show della Rai.

nemicatissima 2 dicembre cuccarini parisi

“Quello che è andato in scena è stato il più tradizionale dei varietà, ma senza idee. Segno di una totale carenza nella costruzione autorale dello show” – critica il pubblicitario.
“Una delusione comunque annunciata – riflette Casiraghi – per chi, come noi addetti ai lavori, è ansioso e tifoso di una Rai più al passo coi tempi e con uno sguardo, peraltro proclamato ad alta voce all’inizio di stagione, maggiormente rivolto ai millenials”

{module Pubblicità dentro articolo}

“Io credo infatti– conclude il pubblicitario Casiraghi – che la Rai fa bene attraverso monumenti della televisione come Pippo Baudo (80 anni), Celentano (78 anni), Mina (76 anni), Raffaella Carrà (73 anni), o le ultime Cuccarini e Heather Parisi a consolidare la sua leadership su un pubblico maturo, che potremmo definire ‘centennial’”

“Ma i millenials?” – si domanda il pubblicitario. “Ovvero, quel pubblico che Rai aveva annunciato di voler riconquistare. E, oltretutto, molto importante per noi pubblicitari e per le nostre aziende che investono in pubblicità?”

“Io credo che la Rai – conclude il pubblicitario -, ora più che mai, ha ragione di essere di tutti e chi la guida deve assumersi la responsabilità di cambiare, dare spazio e ‘grandi serate’ ai tanti talenti che ha in seno e che hanno tutti i numeri per, uso un vocabolo che solo a pronunciarlo sa di naftalina, ‘ammodernarla’”.



0 Replies to “Nemicamatissima dopo la Parisi anche i pubblicitari contro lo show”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*