Miss Italia 2017 eletta la prima reginetta dell’anno


E’ Martina Bassi, 21 anni, di San Donato Milanese (Mi), “Miss 365. Prima Miss dell’Anno” 2017 del concorso di Patrizia Mirigliani

 Riprende la macchina organizzativa di Miss Italia. E’ Martina Bassi, 21 anni, di San Donato Milanese (Mi), la “Miss 365, prima Miss dell’Anno” 2017 del concorso di Patrizia Mirigliani. E’ stata eletta dal popolo del Web tra sette candidate, selezionate in un casting svoltosi a Roma con centinaia di partecipanti. Il titolo promuove la nuova miss direttamente alle Prefinali nazionali.

La diretta della finale del concorso di bellezza si è svolto per quattro anni su La7. E anche quest’anno dovrebbe esserne confermata la presenza sulla rete di Urbano Cairo. La Miss Italia 2016 in carica, eletta su La 7 è Rachele Risaliti.

Martina, occhi e capelli castani, alta 1,72, ha il diploma Economico Sociale, studia Relazioni Pubbliche e Comunicazione di Marketing allo Iulm e lavora da tre anni in una pizzeria di Milano come cameriera per mantenersi gli studi e poter viaggiare. Gioca a pallavolo ed ha praticato nuoto agonistico, basket e Kick Boxing. Ha simpatia per l’Inter ma è soprattutto tifosa dell’Olimpia Milano di basket.

“La mia spirazione è laurearmi per trovare un lavoro all’altezza dei miei studi e potermi sentire gratificata. Spero che l’università possa permettermi di raggiungere in futuro i miei obiettivi nel mondo del lavoro come organizzatrice di eventi”, commenta la Bassi.

Martina è contraria a lasciare l’Italia per andare a studiare all’estero. “Ognuno conosce le proprie aspirazioni e valuta le esperienze da affrontare, ma io sono fiduciosa nel mio Paese e nella sua ripresa. Dopo i fatti di Berlino e di Istanbul, spero che nel 2017 la situazione migliori. Chi abita, come me, in una grande città come Milano e deve viaggiare in metropolitana avverte la paura a fior di pelle”.

miss italia 2016 backstage

“La Prima Miss dell’anno” fa parte della tradizione di Miss Italia e, dagli inizi degli anni ’90, è un appuntamento fisso. Alcune vincitrici hanno fatto strada, come Miriam Leone nel 2008, eletta Miss Italia nello stesso anno, e Mara Carfagna. Negli anni 2000, Patrizia Mirigliani ha affinato l’iniziativa e l’ha resa popolare, in linea con le modalità in voga, dall’affollato casting nella Capitale, alla votazione da parte del popolo del web. Hanno seguito questo percorso anche Maria Perrusi, Miss nel 2009, e Alice Sabatini nel 2015, ma tutte coloro che si sono messe in luce in questa bella manifestazione di inizio dell’anno, con la quale si inaugura la nuova stagione di Miss Italia, hanno avuto fortuna.

{module Pubblicità dentro articolo}

Quello di Martina Bassi si aggiunge a nomi di altre miss: nel 2002 Mina Piccinini, lombarda; l’anno dopo la scrittrice Alissa Fina; nel 2004 una studentessa fiorentina di Belle Arti, Beatrice Maestrini. Ma, indietro nel tempo, nel 1991, troviamo Guendalina Fidenco, figlia di Nico, il cantante, poi Ambra Orfei, Rachele Mussolini, nipote di Benito Mussolini, ed Estelle Cheever, figlia di Eddie, pilota di F1.

Di recente spiccano i nomi di Rossella Cervone, del quartiere di Scampia, a Napoli, della siciliana Fabiola Milletari, di Carlotta Graverini, toscana, diventata attrice, di Stefania Toma, volontaria della Croce Blu di Modena e, un anno fa, della calciatrice Debora Novellino.