Sanremo 2017, Iris osa una timida controprogrammazione


Iris, propone Settimana d’Autore - in onda dal 6 all’11 febbraio, in prima e seconda serata, per sei appuntamenti all’insegna del cinema.

 Finalmente qualcuno a Mediaset parla, anche se timidamente e sommessamente, di “controprogrammazione” alle serate del festival di Sanremo 2017. Lo fa Iris, proponendo Settimana d’Autore – in onda dal 6 all’11 febbraio, in prima e seconda serata, per sei appuntamenti all’insegna del cinema.

Nel comunicato della rete free  Mediaset, dedicata al grande schermo,si legge che “Iris propone la (valida) alternativa alle canzonette sanremesi”. Un modo per dimostrare che Cologno Monzese lascia acceso qualche lumicino nel gran buio dei palinsesti che si abbatte da domani sull’azienda? Una maniera per conquistare amanti del grande schermo che davvero pensano “solo solo canzonette?” Fatto sta che la dichiarazione di Iris appare divertente in un contesto blindato che deve portare ascolti alla kermesse canora dove è approdata la regina Mediaset, ovvero Maria de Filippi.

La nuova iniziativa della tematica rete Mediaset propone dodici film cult, a partire da “Psycho”, che Gus Van Sant ha coraggiosamente riletto nel 1998, rendendo omaggio ad Alfred Hitchcock e realizzando un remake estremamente fedele all’originale.

psycho

Il regista indie ha seguito minuziosamente le stesse inquadrature e gli stessi tagli di montaggio hitchcockiani, così come i dialoghi e l’intera trama: le differenze tra remake e l’originale sono pochissime.

Gli altri titoli sono un’autentica cuccagna per amanti della settima arte: tra questi film, spiccano i due capolavori “Carnage” – di Roman Polański – con Kate Winslet, Cristoph Waltz, John C. Reilly, e “Velluto Blu” – di David Lynch – con Kyle MacLachlan, Isabella Rossellini, Dennis Hopper, Laura Dern.

In tutto, un ensemble di registi molto famosi e blasonati, un bouquet di titoli sicuramente molto più importanti di quelli che manda in onda Canale 5. Compaiono, infatti Sidney Lumet, Sofia Coppola, Abbas Kiarostami, Martin Scorsese, Alejandro González Iñárritu, Spike Jonze, Alejandro Amenábar, Bernardo Bertolucci.

Ed ecco la prohgrammazione di Settimana d’Autore

06 febbraio “Psycho”, di Gus Van Sant, 1998

con Julianne Moore, Vince Vaughn, Anne Heche, Viggo Mortensen

Onora il padre e la madre”, di Sidney Lumet, 2007

con Ethan Hawke, Philip Seymour Hoffman, Albert Finney

07 “Carnage”, di Roman Polański, 2011

con Kate Winslet, Jodie Foster, Cristoph Waltz, John C. Reilly

“Essere John Malkovich”, di Spike Jonze, 1999

con John Cusack, Cameron Diaz, Catherine Keener, John Malkovich, Charlie Sheen, Sean Penn

08 “Mare dentro”, di Alejandro Amenábar, 2004

con Javier Bardem

“Biutiful”, di Alejandro González Iñárritu, 2010

con Javier Bardem

09 “Il giardino delle vergini suicide”, di Sofia Coppola, 1999

con Kirsten Dunst, Kathleen Turner, James Wood, Josh Hartnett

“Il sapore della ciliegia”, di Abbas Kiarostami, 1997

10 “The Dreamers”, di Bernardo Bertolucci, 2003

con Michael Pitt, Eva Green, Louis Garrel

“Kundun”, di Martin scorsese, 1997

con Tenzin Thuthob Tsarong

11 “Velluto Blu”, di David Lynch, 1986

con Kyle MacLachlan, Isabella Rossellini, Dennis Hopper, Laura Dern

“Gosford Park”, di Robert Altman, 2001

con Maggie Smith, Kristin Scott Tomas, Stephen Fry, Clive Owen, Helen Mirren, Emily Watson



0 Replies to “Sanremo 2017, Iris osa una timida controprogrammazione”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*