Sanremo 2017 Ron: l’eliminazione sarebbe stato un dispiacere molto forte


Ron incontra i giornalisti in conferenza stampa all'Ariston

Sanremo. Non si è esibito ieri con la cover, perché a rischio eliminazione. Poi però, la sua L’ottava meraviglia ha superato il turno: Ron è ancora in gara al Festival di Sanremo, e stasera proporrà di nuovo il brano in gara. 

Insomma: dopo averlo ritrovato ospite nei talk show a parlare di vaccini, Ron torna a quel che gli è più congeniale, cioè cantare. E prima della performance festivaliera, il cantante ha incontrato i giornalisti nella sala stampa dell’Ariston.

Si parte naturalmente dal titolo della canzone: “L’ottava meraviglia non è un oggetto, può essere una persona: anzi, lo è. Spesso non facciamo caso alle persone meravigliose che ci sono accanto e a quanto sono riuscite a darci, perciò l’ottava meraviglia sono loro”. Stasera dunque, ora che Ron è “uscito dal limbo”, si riparte da zero per arrivare alla finale di domani: “Il disco, La forza di dire si, è forse il mio più importante. Di album se ne vendono pochi, per cui il fatto di essere rimasto indietro l’altra sera mi ha fatto soffrire: un dispiacere molto forte”. Un dolore, ha ammesso l’artista, legato anche al progetto da un punto di vista non strettamente musicale: il disco infatti, sostiene l’Aisla, l’Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica. Ne La forza di dire si sono stati coinvolti molti giovani: “Rispetto al passato, trovo che abbiano più voglia di collaborare con chi ha più esperienza”.
Un percorso simile era già stato fatto dieci anni fa, quando aveva partecipato alla manifestazione canora L’uomo delle stelle. In quell’occasione il brano ridava luce a un progetto discografico precedente, il cui ricavato era stato devoluto all’AISLA :”Erano stati coinvolti 14 artisti, tra cui Lucio Dalla. Riuscii ad arrivare a Sanremo e fare la stessa cosa, ottenendo persino due minuti di tempo per parlare di questa malattia, la Sla”.
Infine, ormai inevitabile, l’argomento talent.

{module Pubblicità dentro articolo}

Impossibile scampare ad una riflessione sui concorrenti che possono contare sul televoto di un bacino agguerrito di giovanissimi fan: a chi gli chiede una considerazione, Ron risponde con un’analisi del pubblico di riferimento, anziché con quella sui cantanti. “Con tutto il rispetto -dice- per i ragazzi che votano i loro beniamini, credo che loro votino ancor prima di aver ascoltato la canzone”. Il nostro pubblico invece è più attento: i giovani sono più fortunati da questo punto di vista, perché sono amati incondizionatamente. Un amore talmente forte che va al di là del pezzo”.



0 Replies to “Sanremo 2017 Ron: l’eliminazione sarebbe stato un dispiacere molto forte”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*