E poi c’è Cattelan, la diretta della prima puntata con Robbie Williams


La prima puntata dell'edizione 2017 del alte show di Sky Uno condotto da Alessandro Cattelan

È partito questa sera su Sky Uno l’edizione 2017 di E poi c’è Cattelan, il late show condotto da Alessandro Cattelan. Uno spazio televisivo breve: mezz’ora a ritmo di battute e intrattenimento, con alcuni dei perosnaggi più amati dello spettacolo e non solo.
Ospiti di questa prima puntata, al via dopo l’appuntamento con Masterchef Italia, Robbie Williams, Cesare Cremonini e Bebe Vio.

 Si comincia in un corridoio, proprio in compagnia di un ospite praticamente immancabile in casa Cattelan: Cesare Cremonini. Ma l’artista bolognese non è solo: presto arriva Bebe Vio, che chiede ai due aiuto per montare i mobili nuovi. Cattelan e Cremonini si danno alla macchia, inventando impegni fino al 2020: per scappare dalla campionessa, e soprattutto dalla fatica, si calano dal grattacielo travestiti da Batman e Robin. E se Robin non si sente più le braccia, ci pensa Bebe Vio a rincuorarlo: tanto lei ne ha due.

La telecamera si sposta ora in studio. Introdotto dalla sigla degli Street Clerks, Cattelan apre la sera con la mascherina da supereroe ancora in viso.
Il conduttore inizia con un monologo che ripercorre quanto avvenuto ultimamente: dalla fine del mandato di Obama a Bello Figo, entrambi modello di integrazione nel giro di così poco tempo. Il tempo di poche battute, poi ecco Robbie Williams: l’intervista è in inglese, con sottotitoli in italiano. Il cantante è prodigo di racconti sulla figlia, che ha ripetuto un’espressione particolarmente colorita dopo avergliela sentita dire. Non solo: rispondendo “si” o “no” ad alcune domande che lo riguardano, si scoprono aneddoti singolari: l’incontro con la moglie in un appuntamento al buio, la canna a Buckingham Palace, la foto insieme al sosia di Maradona scambiato per il campione argentino.

epcc 16feb cattelan robbie williams
Non manca il capitolo Sanremo: se con Carlo Conti tutto è filato liscio, con Morandi invece le cose erano andate diversamente. Quando infatti Robbie Williams era arrivato sul palco, aveva trovato Morandi (in quell’anno conduttore) arrabbiato per il ritardo: ma lui era pronto, in attesa che lo chiamssero. perciò è tempo di fare pace: Williams manda un saluto a Morandi.
Quindi è il momento di uno sketch dal ring, dato che l’ultimo album dell’artista è stato ispirato dal mondo del pugilato. Ma lui e Cattelan non riescono a combattere: guardano le foto delle rispettive figlie e si commuovono.

La puntata si conclude con Cattelan e Cremonini, di nuovo Batman e Robin, legati uno schiena all’altro: sono stati fatti progionieri da Bebe Vio. Cremonini avrebbe vicino un telefono per disinnescare la bomba che sta per esplodere, però preferisce usarlo per i selfie. 

E poi c’è Cattelan torna domani sera, iin onda per tutta la settimana dal lunedì al venerdì.



0 Replies to “E poi c’è Cattelan, la diretta della prima puntata con Robbie Williams”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*