Lo scherzo perfetto diretta 6 aprile: ecco gli ultimi 2 finalisti


E' andata in onda una nuova puntata de "Lo scherzo perfetto", il programma di intrattenimento con Teo Mammucari e Gene Gnocchi.

E’ terminata anche la quinta puntata de “Lo scherzo perfetto”, programma di intrattenimento di Italia1 condotto da Teo Mammucari. In questa semifinale, sono stati scelti gli ultimi concorrenti che si contenderanno il titolo di “scherzatore perfetto”. A giudicare gli scherzi Gene Gnocchi, Dayane Mello e Cicciolina, arrivata a metà puntata. Nella scorsa settimana il ruolo di secondo giudice è stato svolto da Valeria Marini. Ripercorriamo insieme la diretta con i momenti salienti. 

{module pubblicità dentro articolo 2}

Gene Gnocchi, oggi in versione Gene-Ax, è affiancato da Dayane Mello, già vista in questa edizione dell’“Isola dei Famosi”.

6aprile Lo scherzo perfetto Ciccebelle

La puntata si apre con Palla e Chiatta, che nella scorsa puntata avevano contestato l’esclusione. Mammucari ironizza sulle forme fisiche di Palla. Viene mandato in onda un rvm con la protesta delle due. Con “Ciccebelle”, una deride le malcapitate ragazze che si presentano per un provino da modella. Poi si presenta la complice, abbondante, che conquista la fiducia dell’esaminatrice. Gnocchi e Mello non apprezzano lo scherzo, Mammucari si. 

6aprile Lo scherzo perfetto Il bidone

E’ la volta dei 2 Random, che propongono “Il bidone”. Uno fa il commesso, l’altro convince le persone ad entrare nel negozio e, per un’iniziativa di rilancio, indossare tutti i capi di abbigliamento che vuole. Ovviamente i due fanno finta di non essere d’accordo, in modo tale da far passare le vittime come ladri. Lo scherzo, purtroppo, termina troppo presto. L’idea convince i giudici. Mammucari lascia intendere che i due andranno in finale. 

Tra i non ammessi, la ragazza nuda in vasca, una che si “frizza” e un prete. 

6aprile Lo scherzo perfetto Posto di blocco

In studio arriva un nuovo concorrente, che in realtà è una vecchia conoscenza del conduttore ai tempi di “Scherzi a parte”: Renzo Sinacori. Il suo “Posto di blocco” ferma le ignare vittime per un normale controllo, ma al momento della verifica dei documenti un pluriricercato si infila nel bagagliaio. La signora, preoccupata, risale in macchina tra le lacrime. Frastornata, pare non capire si tratti di uno scherzo. “Fantastico”, dice Gnocchi.

Intanto è in arrivo una nuova giurata

6aprile Lo scherzo perfetto Caduta libera

Dopo la pubblicità c’è Gottardo, di Bolzano, paese che manda in tilt la geografia conosciuta da Mammucari. La vittima di “Caduta libera” è Sofia, ragazza che ha deciso di volare con il parapendio in Val Gardena. Nel volo, è accompagnata da un maestro, il quale accusa sintomi da influenza. Lo scherzo, sinceramente, non si capisce fino in fondo. Lo scopo di Gottardo era farla “urlare”. Per Mello non si scherza con la vita. 

6aprile Lo scherzo perfetto Il magone

Mago Linus è un prestigiatore. Ne “Il magone”, la vittima Leo rimane da solo dopo essere stato protagonista dell’esperimento del mago. La sala, gremita di gente, improvvisamente è vuota. Leo si ritrova così solo e abbandonato. La Mello non ha capito lo scherzo.

Anche il trash arriva a “Lo scherzo perfetto”. Dopo le polemiche di domenica, ecco Cicciolina.

6aprile Lo scherzo perfetto Esibizionista

Jessica Brugali si cala nei panni de “L’esibizionista”. La ragazza rimane in slip e reggiseno davanti a ignari sconosciuti. Nell’epoca dei social e dell’esibizionismo, questo non appare assolutamente uno scherzo. Giusto il commento di Gnocchi, Cicciolina si complimenta con la scherzatrice e le dice che farà “strada”.

La puntata procede a ritmi troppo lenti. Tre ore di diretta per un programma simile paiono eccessive. Non basta infatti la figura di Gnocchi a vivacizzare la puntata. 

6 aprile Lo scherzo perfetto Visita medica

Dopo la pubblicità Alessandro Cantarella. Un volto non nuovo, in passato è stato coinvolto in candid camera e “Scherzi a parte”. Nella sua “Visita medica” tortura i pazienti a suon di frustate, pedalate in cyclette e domande imbarazzanti. Ad un povero malcapitato, gli fa reggere in mano delle candeline esplosive. La giuria apprezza con moderazione. 

Praticamente inutile la finta sorpresa per la Mello, a cui viene fatto credere che Bettarini sia arrivato in studio appositamente per lei. 

6aprile Lo scherzo perfetto Io sono lui

“Io sono lui” è la proposta di Dino Colombi, che sceglie di fare lo scherzo al suo amico Bogdan. A seguito di un ritrovamento di uno zaino, i carabinieri verificano l’identità del proprietario. Bogdan diventa Dino e viceversa. Nel contenuto dello zaino, c’è una tetta, un trita marijuana e della droga. L’uomo russo, palesemente in imbarazzo, non riesce a mentire per proteggere l’amico. “Dotazione di sostanze stupefacenti” è l’accusa rivoltagli dai carabinieri. Nonostante rischi di finire in carcere, Bogdan mantiene il segreto.

“Vedo nudo” di Alessandro Scaramella dice tutto: il ragazzo si reca, inizialmente, in un negozio di abbigliamento per una camicia e una cravatta ma, all’uscita dal camerino, si presenta senza vestiti, creando imbarazzo nei commessi. Poi si reca in un autolavaggio, in vari bar e nei ristoranti tra le coppiette innamorate. Le vittime reagiscono in maniera forte, dimostrando di non gradire la presenza dell’uomo nudo.

Fuori gara è un altro scherzo di Gottardo, che si è già esibito prima.   

Vengono mandati in onda gli highlights della puntata. Tra poco sapremo chi sono i 2 vincitori che accederanno alla finale. Immancabile lo scherzo della mano e i video dei “grandi esclusi”. Gli ultimi due finalisti sono Dino Colombi e Renzo Sinacori.

In finale tutti i concorrenti dovranno portare uno scherzo nuovo, inedito: nel video mandato in onda c’è qualche anticipazione. 

L’appuntamento è quindi per giovedì prossimo per la finale de “Lo scherzo perfetto”. 



0 Replies to “Lo scherzo perfetto diretta 6 aprile: ecco gli ultimi 2 finalisti”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*