logo


Rapine vip in tv: con Celentano, Zanicchi e Facchinetti nasce un nuovo trend

Giovedì, 16 Marzo 2017 10:33 - Scritto da 

I contenitori televisivi e i talk show hanno trovato recentemente un nuovo argomento di cui occuparsi: le rapine vip in tv. Tutto è iniziato con il grido lanciato da Adriano Celentano e la moglie Claudia Mori quando alcuni ladri erano penetrati nella loro abitazione.

Subito dopo è toccato ad Iva Zanicchi raccontare la propria storia altrettanto dolorosa e drammatica dei soliti ignoti che si sono introdotti anche nella sua villa. Francesco Facchinetti aveva espresso tutto il proprio disappunto per la medesima situazione di cui era stato vittima. E anche l'ex tronista e concorrente della prima edizione del Grande Fratello vip, Costantino Vitagliano ha subìto lo stesso trattamento: i ladri si sono introdotti nella sua casa rubando tutto. 

Per settimane l'argomento delle rapine dei vip ha tenuto banco da "Uno Mattina" fino agli ultimi contenitori della notte. Così passando da "Storie vere" di Eleonora Daniele, si arriva a "La vita in diretta", a Pomeriggio 5 dove i conduttori costruivano interi servizi con la testimonianza degli stessi malcapitati pronti ad esternare tutto il proprio disappunto. Tutti sono stati concordi nel sottolineare che, mentre le forze dell'ordine fanno il proprio dovere, la magistratura molto facilmente mette poi in libertà i responsabili di furti e rapine in un ciclo continuo che difficilmente viene interrotto.francesco facchinetti rapina in villa

La domanda che il telespettatore si pone è la seguente: come mai quando ad essere vittima di una rapina è il signor Rossi la notizia viene liquidata con una semplice new di agenzia? Tutto questo a meno che non ci scappi il morto. Ed allora ecco che come vampiri, i soliti contenitori televisivi, piombano sul caso cercando con tutti i modi di catturare le emozioni dei telespettatori.

Un caso per tutti: il ristoratore della provincia di Lodi che, in una colluttazione, ha ucciso involontariamente uno dei rapinatori già penetrati nel proprio locale. 

E così le rapine vip in tv rischiano di diventare il nuovo trend del piccolo schermo. Abbiamo visto Claudia Mori telefonare indistintamente a programmi Rai e Mediaset, Iva Zanicchi raccontare in tutti i dettagli le proprie esperienze. L'Aquila di Ligonchio ha addirittura confessato che si sente sicura soltanto quando va a dormire negli alberghi. Francesco Facchinetti ha riempito il web di rimostranze contro quello che gli era accaduto, sacrosante per carità ma se le stesse opinioni le avesse scritte il solito signor Rossi, avrebbe ottenuto qualche like su Facebook e qualche condivisione su Twitter.

I vip dunque rischiano di invadere la tv anche in questo settore drammatico ma sfruttato in tutte le sfaccettature da conduttori e giornalisti che hanno cavalcato e strumentalizzato i loro casi per conquistare ascolti. L'eguaglianza tra il signor Rossi e i vip non esiste neanche nel caso che ambedue vengono rapinati da una banda di malfattori. Certo una Claudia Mori che se la prende con le leggi italiane troppo permissive fa sicuramente più effetto del vicino di casa che esterna il suo disappunto senza essere ascoltato.

iva zanicchi rapinta

Siamo in presenza di un trend preoccupante. E non illudiamoci che la parola di una Claudia Mori o di una Iva Zanicchi in tv possa avere uno spessore tale da poter bloccare il flusso di rapine e aggressioni nelle abitazioni private da parte di una delinquenza sempre più scatenata. 

A strumentalizzare in particolare queste situazioni sono alcuni talk-show ultra populisti.

Ultima modifica Giovedì, 16 Marzo 2017 11:01
Marida Caterini

Giornalista, esperta di spettacoli, in particolare di televisione. È stata per dieci anni  critico televisivo de Il Giornale d’Italia  con la direzione di Luigi D’Amato. Dal 1997 si occupa per il quotidiano Il Tempo di spettacoli, soprattutto di tv. Si occupa di cultura per il sito di Panorama.

Ha collaborato in passato con le maggiori testate nazionali, tra cui Il Sole 24 ore, Il Mattino,  Il Giornale.

Ha ricoperto il ruolo di docente di Teorie e tecniche della critica televisiva nel master per laureati in Scienze della Comunicazione,  organizzato dall’Università La Sapienza di Roma.

Ha vinto  il dattero d’argento al Salone Internazionale dell’umorismo di Bordighera. . E stata titolare per tre anni della rubrica “Dietro le quinte” su Il Giornale d’Italia, analizzando, ogni settimana,  un evento di cronaca, di politica o di spettacolo sotto la lente dell’umorismo.

Lascia un commento

Gentile lettore, dopo aver premuto il pulsante "INVIA COMMENTO", attendi il messaggio dell'avvenuto invio dello stesso in attesa di moderazione senza effettuare un nuovo invio. Sarà nostra cura validare il prima possibile il commento affinchè sia visibile

Cerca nel sito

In evidenza

Le fiction che vedremo: "In punta di piedi" con Bianca Guacc…

17-03-2017 Soap e serie tv Beatrice Martini

Si sono concluse le riprese della nuova fiction dal titolo "In punta di piedi" con la regia di Alessandro D'Alatri...

Vai alla news

Rai Storia: Renzo Arbore torna in tv con Mariangela!

27-04-2017 Cultura Massimo Luciani

Renzo Arbore torna sul piccolo schermo per ricordare Mariangela Melato. L'artista e showman sarà  il protagonista di un programma dal...

Vai alla news

TV 70: Francesco Vezzoli guarda la Rai, alla Fondazione Prada dal 9 ma…

26-04-2017 Informazione Alice Toscano

 Fondazione Prada presenta nella sede di Milano dal 9 maggio al 24 settembre “TV 70: Francesco Vezzoli guarda la Rai”. Il progetto...

Vai alla news

Kudos- Tutto passa dal web su Rai 4 con Giulia Arena dall'8 maggio

24-04-2017 Intrattenimento Alice Toscano

 Rai 4 propone un altro programma dedicato al mondo dei giovani, in particolare al web. Il titolo è Kudos, sottototolo...

Vai alla news


Seguimi sui vari social network

facebook twitter google plus Youtube linkedin

 
maridacaterini.it è una testata giornalistica
iscritta dal 02/12/2015 al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015
P.Iva 05263700659
Tutti i diritti riservati - Area riservata

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo