MasterChef 5, la puntata del 14 gennaio: fuori Beatrice e Alice



Per gli amanti della cucina, o magari solo degli chef, è andato in onda questa sera su Sky Uno un nuovo appuntamento con MasterChef Italia, il cooking show giunto alla quinta edizione. Carlo Cracco, Joe Bastianich, Bruno Barbieri e Antonino Cannavacciuolo hanno decretato quali concorrenti hanno dovuto abbandonare la corsa lungo la finale: Beatrice e Alice.

Un’eliminazione al femminile, quella di stasera. Ripercorriamo quanto avvenuto durante le due puntate trasmesse.

 {module Pubblicità dentro articolo}

Dopo un riepilogo di quanto avvenuto giovedì scorso, si inizia con la prima Mistery Box. La parola d’ordine è libertà, ognungo potrà cucinare come preferisce per esprimere la sua arte culinaria al meglio. Sotto la cloche gli ingredienti sono carne d’agnello, bietole, rabarbaro, yogurt, cicerchie, parmigiano, uova, acciughe e farina di riso. Ma i concorrenti hanno due vantaggi: innanzitutto 60 minuti di tempo a disposizione anziché 45, poi la possibilità di cambiare unao degli ingredienti con un altro a propria scelta.

I concorrentiI concorrenti

Sono tutti entusiasti della prova, e ugualmente decisi a dare il massimo. Lucia addirittura sostituisce l’agnello con le capesante, di fatto cambiando l’ingrediente principale e, di conseguenza, sta completamente stravolgendo il piatto che gli chef si potevano aspettare.

Il piatto di GiovanniIl piatto di Giovanni

Erica ha preparato gnocchetti di bieta conditi con un ragù di agnello e alici; Cannavacciuolo ricorda alla ragazza di essere sempre riuscita a salvarsi per un pelo. Giovanni invece, come suo solito, filosofeggia: il suo piatto dovrà ricordare Fontana e Schopenahuer.

Alida e BastianichAlida e Bastianich

I piatti migliori sono quelli di Lucia, che ha realizzato degli gnocchi, Giovanni, che riesce a sorprendere piacevolmente i giudici, e Alida. Viene scelta la preparazione di Alida: la ragazza la considera una rivincita verso chi l’ha considerata una persona debole.

La prossima prova consisterà ancora in un esercizio di libertà assoluta per gli aspiranti chef. Ma lo sarà anche per i giudici, che decideranno chi eliminare. A cucinare davanti ai concorrenti, un famoso chef: tutti vengono fatti voltare, ed ecco che il famoso chef viene svelato. Si tratta di Cracco, che rientra nella stanza vestito in divisa da cuoco. Il vantaggio di Alida consiste nell’affiancare Cracco: cucinerà al suo fianco.

Alida e CraccoAlida e Cracco

Alida e Cracco vanno in dispensa; lei è piuttosto emozionata. Spetta ora ai suoi colleghi “fare la spesa”. Adesso ciascuno di loro è da solo con la propria idea; 45 minuti di tempo. Bastianich raccomanda a Cracco di impiattare bene, perché lui non vuole vedere mappazzoni. A onor di cronaca comunque, la vincitrice della Mistery Box è invidiatissima: il verbo “rosicare” ricorre spesso. Intanto, Cannavacciuolo, Bastianich e Barbieri osservano dalla balconata.

Il piatto di CraccoIl piatto di Cracco

Dopo aver scaldato il tagliere, Cracco impiatta il “piccione a modo mio” sul legno. Bastinich lo prende in giro: chi gli ha insegnato a bollire il prezzemolo, gli zingari? Gli domandano poi quanto tempo occorra per riuscire a cucinare un piccione cotto tanto bene; lui risponde che, più che altro, bisogna chiedergli quanti piccioni servano, cioè circa 500. Insomma, chiosa Bastianich: “un uccello al giorno toglie il medico di torno”.

Si procede con gli assaggi, e Alida piange pensando a quanto ricorderà a questa esperienza. Fortuna che poco prima se la rideva di chi le dava della pagnucolana. Cracco, dal canto suo, dato che è giovane, le augura che in futuro i ricordi più emozionanti siano altri.

Antonino CannavacciuoloAntonino Cannavacciuolo

Particolarmente in difficoltà, Luigi: per lui tanta libertà equivale al caos. Spera che qualcuno abbia davvero “accannato” il piatto, altrimenti sente che sarà lui ad andare a casa. Dario sorprende Cracco con la bontà del suo risotto al mojito, ed è proprio lui ad essere decretato come migliore nella prova.

BeatriceBeatrice

I peggiori si sono invece rivelati Beatrice, Alice e Luigi, che si sono lasciati sopraffare dalla paura. In particolare Beatrice: é lei a doversi togliere il grembiule e a lasciare il cooking show. Cracco chiosa: “non ti sei guadagnata il titolo ma l’affetto di qualche persona”. Si conclude la prima puntata della serata.

Joe Bastianich e Antonino CannavacciuoloJoe Bastianich e Antonino Cannavacciuolo

La seconda puntata si apre con i 15 concorrenti pronti a cimentarsi nell‘esterna. Si va in un classico luogo della gita fuoriporta dei milanesi: proprio pensando a un pasto per una giornata fuori, dovranno preparare i “cestini” per 60 persone. Però cestini chic.

Dario sceglie i membri delle due brigate. La squadra blu è formata da Lorenzo, Lucia, Alice, Rubina, Mattia, Laura e Sylvie, mentre tutti gli altri compongono la formazione dei rosso. Antonino Cannavacciuolo e Bruno Barbieri saranno i capitani: i due propongono i menù, caratterizzati da ricette che fanno capo alla tradizione. Quello di Cannavacciuolo soprattutto, è tipicamente napoletano; verace al punto tale da contemplare pizza di spaghetti con scamorza affumicata e salame.

Lorenzo, Barbieri e CannavacciuoloLorenzo, Barbieri e Cannavacciuolo

Si comincia. Barbieri vuole vederli danzare. Mentre Cannavacciuolo procede serafico, Barbieri urla come un pazzo. Lucia oserva che poteva essere l’occasione per riuscirle finalemtne simpatico; a questo punto però, ne avrà altre.

La degustazioneLa degustazione

Arrivano i 60 fortunati che mangeranno le pietanze; comincia il picnic. Cracco e Bastinich ne approfittano per aggirarsi nel prato e ascoltare le opinioni. Non ci sarà perà alcuna votazione per stabilire quale sia la brigata migliore. Chi, più degli stessi Barbieri e Cannavacciuolo, possono dire chi si sia comportati al massimo tra i fornelli? E infatti sono loro due a scegliere chi mandare al pressure test: Maradona, Marzia, Lorenzo, Alice e Sylvie. Il confronto si terrà sulla base di un piatto scelto tra una serie.

I concorrenti al pressure testI conocorrenti al pressure test

Il tiramisù di Maradona, che ha mangiato il dolce una sola volta in vita sua, è una “minestra di guerra”, perciò vince Marzia. Maradona procede: opta dunque per l’hamburger e sfida Lorenzo, di professione macellaio. Naturalmente, 20 minuti anche stavolta. Maradona, per dirla con Bastianich, ha voluto fare l’eroe e l’ha “preso nei denti”; Lorenzo si salva.

Marzia e MaradonaMarzia e Maradona

Si procede: Maradona chiama Alice per l’insalata russa. Lei sostiene di preparare insalata russa ad ogni Natale; Cracco le risponde che Natale arriva una volta l’anno. I problemi li dà la maionese: prima di assaggiare, Bastianich ci tiene a precisare che hanno lavorato malissimo. I giudici preferiscono Maradona: per Bastianich è un momento molto imbarazzante, lo riteneva più intelligente.

Ultimo scontro: Alice vs Sylvie con il fritto misto. Gli chef sono nuovamente insoddisfatti: Sylvie non utilizza tutte le varietà di pesce a disposizione e la frittura è troppo unta. Alice cuoce male il pesce, però inserisce verdure. Per Cracco si tratta di stabilire quale sia l’errore più grave in questo “duello drammatico”.

AliceAlice

La decisione è ardua: esce Alice. Ora sono 14 gli aspiranti “masterchef” per cui prosegue la corsa.

Le anticipazioni di giovedì prossimo annunciano due grandi guest star: Iginio Massari e Valentino Rossi.



0 Replies to “MasterChef 5, la puntata del 14 gennaio: fuori Beatrice e Alice”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*