Squadre da incubo la puntata di giovedì 3 marzo su TV8


Doppio appuntamento, questa sera, con le squadre da incubo che Vialli e Amoruso devono salvare dal fallimento


Questa sera giovedì 3 marzo va in onda su TV 8 (canale 8 del digitale terrestre e 121 del telecomando Sky) un doppio appuntamento con Squadre da incubo. Alle 21:15 tornano Gianluca Vialli e Lorenzo Amoruso. I due coach continuano il loro viaggio attraverso l’Italia la ricerca di squadre di calcio che si trovano in condizioni di grande difficoltà e sono vicine al fallimento. L’obiettivo è di salvare i team e riportarli ad una nuova dignità professionale e ad una condizione di classifica accettabile.

Vialli e Amoruso questa settimana approdano a Giffoni Valle Piana e a Buttrio. La cittadina campana è universalmente nota per il Festival del Cinema dei ragazzi che si tiene ogni anno nel mese di luglio. Però Giffoni Valle Piana conta anche ben 4 squadre di calcio.

Una di queste è il Chieve Football Club che nel giro di un anno ha accumulato ben 17 sconfitte, subendo 55 gol e avendo all’attivo un allenatore esonerato. La situazione dunque è molto complicata.  La squadra si trova nei bassifondi della classifica. Il problema principale è inspiegabilmente la superstizione che Vialli e Amoruso dovranno cercare di estirpare prima dall’animo dei giocatori e poi dai loro piedi che non riescono mai a calciare una palla in rete. Insomma questi ragazzi sono proprio alla deriva.  {module Pubblicità dentro articolo}

Naturalmente quando vedono dinanzi a loro due personalità come Vialli e Amoruso sono profondamente colpiti. Non sanno quanta è la fatica e quanto è l’impegno che i due coach richiedono loro. Prima di iniziare gli allenamenti, durissimi, i due coach hanno un lungo colloquio con i giocatori. Vialli e Amoruso fanno leva soprattutto sull’ammirazione che i ragazzi hanno per loro. E stimolano così la voglia di mettere in pratica i preziosi suggerimenti che i due coach elargiscono. Man mano che si va avanti nella puntata i telespettatori vedranno come i due coach sono riusciti a creare un gruppo compatto che finalmente ha un’identità di gioco. Sono stati anche in grado di ridare dignità all’immagine del presidente in attesa della partita della domenica. squadre da incubo gianluca vialli lorenzo amoruso

{module Pubblicità dentro articolo}

A questo punto si vedrà quanto la squadra del Chieve Football Club ha messo in pratica gli insegnamenti di Vialli e Amoruso. Non vi sveliamo quale sarà il risultato della partita che affronteranno.  Lo vedremo questa sera. Ma qualunque sia lo score i due coach saranno stati felici di aver riportato sulla strada della risalita in classifica una squadra che invece affogava nei bassifondi del calcio locale. 

La coppia adesso si sposta a nord a Buttrio in Friuli Venezia Giulia. In particolare siamo in provincia di UdineVialli e Amoruso si trovano dinanzi ad un’altra squadra da incubo: infatti il team locale è davvero in condizioni disastrate.  Non resta che rimboccarsi le maniche e cominciare a lavorare in maniera durissima.  Come al solito Vialli e Amoruso si dividono i ruoli: Vialli è la mente e Amoruso il braccio armato. Tocca a Vialli nel corso di tutte le puntate intervenire sul management della squadra, far pressione sui dirigenti, sul Presidente, valutare la qualità degli allenatori.

Amoruso invece è il sergente di ferro in tuta e fischietto, sempre pronto a ristabilire l’ordine in campo e ad intervenire sui giocatori facendo leva sul loro amor proprio e costringendoli ad allenamenti ferrei. E dopo 5 giorni di training intensivo dentro e fuori dal campo di gioco, i risultati del lavoro effettuato dal braccio dalla mente sono visibili. Si concretizzeranno nella tradizionale partita della domenica che sarà la dimostrazione di quanto la Squadra da incubo sia effettivamente cambiata.



0 Replies to “Squadre da incubo la puntata di giovedì 3 marzo su TV8”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*