X Factor 10, casting a Roma senza molto entusiamo


Iniziati i casting per la decima edizione del talent show canoro di Sky Uno

La nona edizione di X Factor è stata archiviata lo scorso 10 dicembre, ma la macchina produttiva di Sky è già, di nuovo, in azione. Ieri mattina infatti, sono iniziati i casting per la decima stagione del talent show canoro di Sky Uno.

Centinaia i ragazzi in attesa davanti al Palasport dell’Eur a Roma. Un’umanità di tutte le età, dal ragazzino ancora minorenne, talvolta accompagnato dai genitori, al più navigato quasi trentenne, che dopo anni di gavetta spera finalmente in una svolta professionale.

Di certo, molti sono i veterani. Non si tratta del primo, per alcuni nemmeno del  secondo provino: ci provano da anni infatti, ad entrare nel cast di un programma televisivo.

{module Pubblicità dentro articolo}

“Io l’ho già fatto, so benissimo come funziona”, ci racconta Giulia: “Chiamano a gruppi di venti o trenta poi, una volta dentro, aspetti il tuo turno”. Del resto lei è già la seconda volta che ci prova, anche se non sogna di diventare la popstar del domani.

A sentirli i ragazzi in fila, hanno i piedi ben piantati a terra: non pensano a diventare i nuovi big della canzone, ma sono consci che la visibilità di un talent come X Factor può aiutarli ad ottenere quache ingaggio in più. O perlomeno, seppure dovessero coltivare ambizioni di grandezza, il realismo si impone. “Ho cantato per anni in una cover band. Se dovessi riuscire a entrare a X Factor -dice senza troppa convinzione Sara- magari riesco a fare qualche serata in più e avere qualche contatto. E magari, se dovessero chiamarmi, lo farebbero per sentire i miei pezzi”. Insomma: la possibilità di gettare le basi di una carriera, questo rappresenta la partecipazione al talent.

x factor 10 casting1

Il sogno di essere famosi non è svanito, ma si è ridimensionato. Sarà che la fila è lunga, sarà che l’attesa per qualcuno è iniziata davanti ai cancelli già dalle otto del mattino, però l’atmosfera è incredibilmente tranquilla. Manca la frenesia che invece si respirava lo scorso anno, non si sentono le chitarre suonare per scaldare le voci e provare i pezzi; in un angolo, qualcuno accenna, in solitaria, note che non vogliono catturare l’attenzione.

I cancelli si aprono alle 11, riempiendo il piazzale di giovani speranzosi. Alle 4 e mezza del pomeriggio la voce dell’altoparlante ha appena finito di chiamare il numero 900, mentre dal Palasport non sono ancora usciti i 700. Anche quest’anno sono riconfermate la band: c’è chi esce indossando maschere che ricordano i Kiss, altri se ne vanno con le chitarre in spalle.

Si abbracciano, si augurano fortuna. Trascinano i trolley con i vestiti di scena: una ragazza toglie le scarpe da ginnastica per indossare tacchi rossi. Ma in quei trolley ci sono anche i ricordi di una notte in albergo: “Sono arrivato dal profondo sud”, scherza Marco. Voleva provarci, per non avere rimpianti, così ha passato la notte in albergo: “Non ho nemmeno dormito, ero in ansia”.

x factor 10 casting cattelan

Nelle prime ore del pomeriggio arriva Alessandro Cattelan: scatta selfie con tutti, si aggira fuori dal Palasport con telecamere al seguito per testare l’umore generale. Di interviste però, per lui non è ancora il momento. Nel frattempo, sull’erba spuntano i mazzi di carte per dimenticare l’attesa.

Oggi si replica, e anche lunedì. Poi Milano a metà maggio.



Potrebbe interessarti anche:


0 Replies to “X Factor 10, casting a Roma senza molto entusiamo”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*