logo


Facciamo che io ero, la recensione

- Scritto da 

E' un paradosso constatare che, in uno show comico, il momento migliore sia stato proprio quello che ha affrontato tematiche serie. Invece è accaduto. La prima puntata di Facciamo che io ero, in onda su Rai2 giovedì in prime time con la gestione di Virginia Raffaele, nonostante l'impegno economico della rete, ha deluso le aspettative della vigilia dal punto di vista dei contenuti, privi della vis comica necessaria.



 Ci si aspettava una attenzione maggiore ai testi, all'eleganza delle battute, alle gag ed al linguaggio: un tale mix ben congegnato, avrebbe dovuto far raggiungere all'one woman show le vette più alte dell'umorismo televisivo. Ce lo attendavamo dalla Raffaele gratificata da una martellante campagna pubblicitaria della vigilia che faceva sperare in ben altri risultati. L'attrice e comica, all'indomani della performance, invece, è apparsa sopravvalutata, ingabbiata, troppo spesso, nelle sue parodie, pur avendone proposte delle nuove, senza penetrare nella personalità di chi stava imitando. 

Il lavoro di trasformazione era ineccepibile, sembrava quasi una succursale di Tale e quale show. Si sono aggiunti, alla galleria dei personaggi, la parodia della critica letteraria Michela Murgia (dovrebbe bastare a portare la cultura nello show) di Fiorella Mannoia che inveisce contro Francesco Gabbani per averle strappato la vittoria a Sanremo, e soprattutto di Bianca Berlinguer che, al timone del talk show #cartabianca, colleziona nervosamente una lunga serie di gaffes. Alla perfezione estetica non corrispondeva, però, l'impatto comico, l'innesco virulento della forza ironica che, sorridendo, spinge a riflettere. E' questa, infatti, la missione della comicità. In mancanza di tale spirito creativo si cade nella superficialità che, unita alla necessità di rispettare i tempi lunghi dello show, diluisce le gag e i siparietti comici rendendoli pesanti per il telespettatore.

E' accaduto, ad esempio, con il Donatella late show con ospite Gabriel Garko, con i tanti momenti condivisi con Fabio De Luigi una sorta di spalla della padrona di casa, con la parodia di Sabrina Ferilli tra l'altro realizzata in maniera meno incisiva e convincente rispetto al passato.



Vi si aggiunga una certa dose di grossolanità travestita da goliardia, come ad esempio la longa manus della Versace su Garko o la mania del bacio cinematografico chiesto dall'improbabile Ferilli ai suoi ospiti tra i quali l'attore Lino Guanciale.

Virginia Raffaele ha voluto confezionare uno show con troppo elementi e con la pretesa di voler essere protagonista assoluta. Due, in particolare, i momenti degni di nota: la sua esibizione con Roberto Bolle e il monologo serio sulla paura, o meglio sulle paure. Pezzo scritto, costruito e recitato bene che non aveva nulla di comico, per questo il migliore. Appena sufficiente l'esibizione con Lillo e Greg,

Infine l'ambientazione doveva far pensare ad un circo equestre con atmosfere molto care alla padrona di casa che ha cercato di raccontare la propria infanzia in una famiglia circense.

 

Ultima modifica Venerdì, 19 Maggio 2017 01:05
Marida Caterini

Giornalista, esperta di spettacoli, in particolare di televisione. È stata per dieci anni  critico televisivo de Il Giornale d’Italia  con la direzione di Luigi D’Amato. Dal 1997 si occupa per il quotidiano Il Tempo di spettacoli, soprattutto di tv. Si occupa di cultura per il sito di Panorama.

Ha collaborato in passato con le maggiori testate nazionali, tra cui Il Sole 24 ore, Il Mattino,  Il Giornale.

Ha ricoperto il ruolo di docente di Teorie e tecniche della critica televisiva nel master per laureati in Scienze della Comunicazione,  organizzato dall’Università La Sapienza di Roma.

Ha vinto  il dattero d’argento al Salone Internazionale dell’umorismo di Bordighera. . E stata titolare per tre anni della rubrica “Dietro le quinte” su Il Giornale d’Italia, analizzando, ogni settimana,  un evento di cronaca, di politica o di spettacolo sotto la lente dell’umorismo.

Lascia un commento

Gentile lettore, dopo aver premuto il pulsante "INVIA COMMENTO", attendi il messaggio dell'avvenuto invio dello stesso in attesa di moderazione senza effettuare un nuovo invio. Sarà nostra cura validare il prima possibile il commento affinchè sia visibile

Cerca nel sito

In evidenza

Nonno all'improvviso dal 17 luglio su Rai 3

09-07-2017 Soap e serie tv Camila Rossetti

Si chiama "Grandfathered - nonno all'improvviso" la nuova serie che andrà in onda su Rai 3 alle ore 20:15 a...

Vai alla news

MTV Super Shore la terza stagione dello show a Rimini

05-07-2017 Reality Camila Rossetti

 MTV Super Shore per la prima volta nella storia dello show verrà realizzato in Italia. Le riprese della terza stagione avranno...

Vai alla news

Code black la seconda stagione su Rai3 dal 14 luglio

30-06-2017 Soap e serie tv Anna Keller

 Da venerdì 14 luglio e successivamente, ogni settimana, va in onda su Rai3 la seconda stagione di Code black in...

Vai alla news

Renzo Arbore: torno con “Indietro tutta” e un nuovo speciale dedicato …

24-06-2017 Interviste Alice Toscano

Oggi Renzo Arbore compie 80 anni. L'artista, notissimo a livello nazionale per aver ideato almeno una ventina di format televisivi...

Vai alla news


Seguimi sui vari social network

facebook twitter google plus Youtube linkedin

 
maridacaterini.it è una testata giornalistica
iscritta dal 02/12/2015 al registro della stampa del tribunale di Roma, al numero 187/2015
P.Iva 05263700659
Tutti i diritti riservati - Area riservata

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo