Tutti insieme all’improvviso, la conferenza stampa


La presentazione della fiction Mediaset con protagonista Giorgio Panariello


È stata presentata questa mattina a Roma Tutti insieme all’improvviso, la fiction di Canale 5 con protagonista Giorgio Panariello. Al debutto venerdì 15 in prima serata, la serie è composta da otto puntate e prevede nel cast anche Lorenza Indovina, Lucia Ocone e Marco Mazzocca.

Abbiamo seguito la conferenza in diretta, tenutasi nello spazio di un centro cinofilo della capitale. Ripercorriamo dunque quanto detto.

 {module Pubblicità dentro articolo}

Si tratta del primo ruolo di Panariello nella lunga serialità, tanto che inizialmente l’attore comico era piuttosto perplesso dal compito di dover affrontare quelli che sono, effettivamente, otto film.
I timori sono poi stati accantonati davanti al copione, in cui Panariello si è riconosciuto grazie al personaggio protagonista e all’amore per gli animali che lo caratterizza.

Per la fiction sono stati realizzati un insieme di prodotti multimediali, in esclusiva per il web. Si tratta di rubriche e pillole che allarghino, e approfondiscano, l’orizzonte narrativo della serie, così da costituirne un’estensione. Non dunque brevi interviste, ma una multimedialità concepita come contenuti diversi che interagiscono. Collegato alla serie, è in uscita anche un libro. Inoltre, in rete è possibile trovare il blog segreto di una delle giovani protagoniste, appassionata di scrittura.
La clip riassuntiva mostrata anticipa la trama: in Africa da vent’anni, Walter (Giorgio Panariello) torna in Italia quando gli viene comunicato della morte del fratello, che aveva troncato ogni rapporto dopo aver scoperto che Walter era stato a letto insieme a sua moglie. Una volta a casa, inizia a lavorare in una clinica veterinaria. Tra equivoci e incomprensioni legate anche al passato, l’uomo aiuterà la famiglia del fratello, legandosi sempre più a quei familiari che conosceva pochissimo; in particolare Paolo, il primogenito, potrebbe essere tuo figlio.
Panariello ne sottolinea l’aspetto di commedia: il soggetto non è solo una storia di emozioni. Finora, ironizza, non si era mai cimentato con una fiction per paura che, un giorno, qualcuno lo chiami per proporgli un ruolo da “nonno Libero”. O meglio: un ruolo da nonno in generale.
Il modo in cui questo veterinario cura gli animali, spiega, è anche lo spirito: il principio di empatia che ha interiorizzato in Africa, viene applicato in Italia.
Altro aspetto su cui il comico toscano punta l’attenzione è che tutti gli attori sono protagonisti, in quanto tutti i personaggi sono in primo piano.
Lucia Ocone racconta come Panariello si sia lasciato consigliare sul set, a dispetto delle tante prime donne che si incontrano nell’ambiente. Il loro bacio è stato motivo di risate e tormentoni durante le riprese.
Lorenza Indovina interpreta Annamaria, nuora di Walter. “Qua scoprirete Giorgio come attore- dice- credo che farà innamorare tutte le donne” grazie alla sua umanità.
Pure Marco Marzocca spende parole sull’umiltà di Panariello: “l’ho sentito subito amico”. I due avevano già lavorato insieme per Pieraccioni, però è in questa occasione che si è creato un rapporto più profondo. Al clima di divertimento generale sul set ha contribuito la regia, che è stata per Marzocca il vero collante.
Molti i ragazzi del cast, che aprono una finestra sulla realtà giovanile attraverso le loro relazioni.
La controprogrammazione Rai prevede per venerdì lo speciale di Porta a porta con Al Bano su Rai 1 e Coliandro su Rai 2. Ma l’auditel non spaventa Panariello: tutti conoscono MasterChef, eppure il programma di Sky non registra dati da tv generalista. A causa degli ascolti inoltre, confessa, spesso ha portato in scena “bischerate” di cui si è pentito subito dopo. Ad esempio, a chi gli chiede nello specifico cosa, risponde la durata: a una certa ora, scherza, tutti sono “cotti” e scrivere tutte quelle ore di spettacolo porta necessariamente ad inserire qualsiasi cosa pur di riempire lo spazio.
Sempre riguardo gli ascolti, Panariello svela che, nell’ultimo spettacolo, ha dormito pochissimo per via del pensiero: un’ansia da prestazione che non fa bene a nessuno. Mentre a teatro è la gente che viene a vederti, in tv sei tu che vai a casa degli altri: bisogna convincere chi ti ama, chi non ti vuole e pure la critica.
Rispondendo ai giornalisti, Panariello svela di aver rifiutato in passato l’offerta di Floris apr una copertina nel suo talk show: ha detto no perché avrebbe dovuto rispondere a precise indicazioni politiche.

La conferenza si chiude qui, non senza aver prima approfondito il profondo affetto per i propri cani.  L’appuntamento è per venerdì su Canale 5.



0 Replies to “Tutti insieme all’improvviso, la conferenza stampa”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*