Gomorra 2, parla Fabio De Caro (VIDEO)


Parla uno dei protagonisti della serie di Sky, attualmente in onda con la seconda stagione dopo il successo internazionale

In Gomorra Fabio De Caro intepreta Malammore, uno dei fedeli del boss don Pietro Savastano. Lo ritroviamo anche nella seconda stagione della serie, in onda questa sera con il terzo appuntamento dopo il debutto mondiale di martedì 17 maggio.

Abbiamo incontrato l’attore in occasione della conferenza stampa di presentazione.

Anche in questo nuovo ciclo, Malammore continuerà ad essere il braccio destro di Pietro Savastano: dove c’è lui, ci sarà il personaggio di De Caro. Questa è l’unica certezza. Ma il suo compito sarà anche quello di reclutare uno dei nuovi personaggi della serie. Si tratta di Patrizia, la nipote, che viene “assoldata con modi poco cortesi” e si rivelerà una presenza chiave per lo svolgersi degli eventi. 

Senza svelare troppo, De Caro racconta quanto la serie si sia internazionalizzata, in un quadro generale in cui la malavita organizzata non è solo in Campania. Il cast ha girato molte scene all’estero: “Questa internazionalizzazione farà venir fuori tante novità e colpi di scena, la serie vi lascerà senza parole”.

Riguardo invece il successo che Gomorra ha  riscosso proprio all’estero, lo stesso attore ci ha confessato di esserne rimasto “shockato”: “Credo che il motivo del successo sia la qualità, gli attori non di successo ma credibili nei ruoli che sono stati assegnati, la fotografia”. Insomma: Gomorra, è una serie dall’aspetto americano, più che italiano. Sull’associazione tra il nostro paese e la malavita organizzata invece, l’attore non si scompone: “La storia ci insegna che la mafia l’abbiamo inventata noi: è nata in Sicilia e, da fine ‘800, l’abbiamo esportata in tutto il mondo. È una realtà”. 



Potrebbe interessarti anche:


0 Replies to “Gomorra 2, parla Fabio De Caro (VIDEO)”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*