Il commissario Schumann, la puntata del 9 agosto


Due gli episodi della serie che vanno in onda sulla rete diretta da Sebastiano Lombardo. I titoli sono: Vita rubata e Felicità perduta.Vediamo quali sono gli eventi che coinvolgeranno il commissario nei due episodi


 Seconda puntata, questa sera, della serie Il commissario Schumann, in onda su Retequattro, in prima serata. Due gli episodi che vanno in onda sulla rete diretta da Sebastiano Lombardo. I titoli sono: Vita rubata e Felicità perduta.Vediamo quali sono gli eventi che coinvolgeranno il commissario nei due episodi e come riuscirà a far venire sempre a galla la verità quando si trova faccia a faccia con omicidi e serial killer.

Vita rubata

Schumann deve identificare una donna annegata nel lago. Unico indizio, un ciondolo portafortuna “Chiama Angeli”, particolarmente amato dalle gestanti. Nel corso delle indagini, Schumann scopre che la donna si chiama Irina Gross, era una ballerina con una propria compagnia di danza grestita insieme a Toni Clemens, il coreografo. Inoltre Irina, quando è morta, era incinta ma aveva un altro figlio, Nico. In base al contratto, in cui c’e’ scritto che se uno dei due muore, la sua meta’ della compagnia passa automaticamente all’altro, Toni diventa unico proprietario. Dalle indagini emerge altresi’ che sia Nico che il figlio non ancora nato, erano stati concepiti in provetta con il seme di un donatore anonimo…

Felicità perduta

La storia si snoda intorno all’omicidio di una modella ventenne. La ragazza era stata stata rapita dieci anni prima, dallo stesso sequestratore di un’altra bambina, presa prima dell’omicidio e poi liberata, grazie ad una telefonata anonima. Si sospetta che l’assassino sia il rapitore, ma le indagini porteranno a tutt’altra soluzione, attraverso traumi infantili e rapporti familiari patologici. Insomma tutto è diverso da come poteva apparire.

{module Pubblicità dentro articolo}

Il commissario Schumann, titolo originale Der Kriminalist, è una serie televisiva tedesca di genere poliziesco prodotta dal 2006. Protagonista è l’attore Christian Berkel; altri interpreti principali sono Frank Giering, Maya Bothe, Janek Rieke e Anna Blomeier. Retequattro ne aveva proposto la prima stagione lo scorso anno.

Mai autoritario, Schumann ha un comportamento molto familiare che infonde sicurezza. Dal punto di vista personale ha subito una grande tragedia. Ha perso infatti una figlia in circostanze drammatiche. Il dolore ha influito sulla sua vita spronandolo ad essere sempre al servizio degli altri. La sofferenza gli ha dato anche la capacità di guardare oltre le apparenze umane e di studiare vittima e carnefice a fondo, cercando di essere così una sorta di psicologo del crimine.

Schumann, infatti, organizza corsi di vittimologia, una disciplina che studia e approfondisce il rapporto tra vittima e aggressore. Proprio per questa sua capacità di penetrare nella psicologia di vittime e aggressori, Bruno Schumann rappresenta una sorta di nuova frontiera per le serie tv basate sulle investigazioni.

{module Macchianera}



0 Replies to “Il commissario Schumann, la puntata del 9 agosto”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*