Soap opera in pausa estiva: lo vogliono i pubblicitari


Riflessioni sull'assenza delle soap opera nei palinsesti della settimana di Ferragosto. Un trend dettatro da esigenze pubblicitarie.


 E così ci hanno tolto anche le soap opera. Nella settimana da lunedì 15 agosto fino a venerdì, sono sparite dal palinsesto di Canale 5 persino le soap opera. Il vuoto spinto regna nel pomeriggio della rete leader di Cologno Monzese.

Se cercate Cherry season la stagione del cuore mettetevi l’animo in pace: le nuove avventure di Oyku e Ayaz le ritroverete soltanto a partire dal prossimo lunedì 22 agosto.
Stesso destino per la telenovela Una vita e la soap opera per eccellenza Beautiful: tutti in vacanze forzate. Il palinsesto di Canale 5 si è letteralmente svuotato per lasciare il posto a filmetti di secondo ordine e dare ad un’altra serie, andata in onda con bassi ascolti nel corso dell’inverno, una seconda possibilità.
Si tratta de I misteri di Laura lunga serialità televisiva che nel corso della precedente stagione autunnale non ha avuto un buon riscontro di pubblico nonostante la dignitosa interpretazione della protagonista Carlotta Natoli. 
Medesimo destino televisivo ha subito su Rai3 Un posto al sole. Andata in vacanza il 5 agosto la soap opera all’ombra del Vesuvio ritorna nella fascia delle 20:35 lunedì 22 agosto.

Dunque anche le soap,  create per rappresentare una pausa estiva, vanno in pausa estiva. Un trend rafforzatosi nel corso degli anni e che ha una sola motivazione: gli alti indici di ascolto fatti registrare da questi prodotti. Per questo la settimana di Ferragosto è particolarmente piena di repliche e di prodotti riesumati e riportati in video quasi fossero dei novelli Frankestain televisivi.

E così Canale 5, che all’inizio di questa estate veniva considerata la casa delle soap opera per l’affollamento di questi prodotti soprattutto nella fascia del daytime pomeridiano, è diventata un’accozzaglia di film e filmetti con atmosfere da commediola. Vi si aggiungano I misteri di Laura sbattuti in video nelle ore più sonnolente per avere una “visione” completa del palinsesto pomeridiano della rete.

cherry season 2

                                                                 Cherry season-la stagione del cuore

È rimasto soltanto Il segreto a rappresentare la soap opera nei palinsesti di Canale 5. La soap attualmente occupa la fascia preserale della rete leader di Cologno Monzese e va in contro programmazione con Reazione a catena in onda su Raiuno in contemporanea.

Quanto sta accadendo è l’espressione di una nuova e inquietante moda televisiva dettata, certamente, dagli investitori pubblicitari che hanno bisogno per le loro inserzioni di un pubblico numeroso da poter trasformare molto facilmente in potenziali acquirenti. Se il pubblico scema, gli inserzionisti non hanno interesse ad investire inserendo i loro spot nel prodotto.
Si teme, insomma che non ci sia nessuno nella settimana più hot dell’anno (dal punto di vista climatico) che possa seguire le avventure di Brooke Logan, la plurisposata nella madre di tutte le soap, Beautiful, o gli amori all’ombra di una moderna Istanbul nella serie Cherry season. Prodotti da due milioni di spettatori a puntata che fanno gola a tutti. E allora ecco spiegata la pausa estiva.
Oramai le soap opera sono considerate come un genere di lusso, prodotti prestigiosi che assicurano ascolti soprattutto se i protagonisti diventati noti, cominciano ad essere spalmati come ospiti in varie trasmissioni televisive. Un esempio per tutti è rappresentato da due appuntamenti Mediaset: Verissimo e C’è posta per te.

Verissimo è diventata una vera e propria succursale de Il segreto e il people show di Maria De Filippi ospita con molta frequenza gli attori amati dal pubblico di Canale 5 nella medesima soap. Un prodotto divenuto la gallina dalle uova d’oro per Mediaset.

{module Macchianera}



0 Replies to “Soap opera in pausa estiva: lo vogliono i pubblicitari”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*