Squadra antimafia 8, la diretta del 4 novembre. Rachele uccide Torrisi


Nono appuntamento questa sera 4 novembre con squadra antimafia 8 - il ritorno del boss. Seguiamo la diretta


Nono appuntamento questa sera con Squadra antimafia 8 – Il ritorno del Boss. La fiction sta volgendo al termine e durante la puntata della scorsa settimana abbiamo assistito a molti colpi di scena: Ulisse Mazzeo (Ennio Fantastichini) ha ferito a morte Patrizia (Caterina Shulha), Giano Settembrini ha dovuto confessare ad Anna Cantalupo il suo accordo con Rachele Ragno e Torrisi mentre Rosalia ha scoperto di essere la nipote di Rosy Abate. Quali altre sorprese ci aspettano questa sera? Seguiamo insieme la diretta.

{module Pubblicità dentro articolo}

 Ad inizio puntata assistiamo alla litigata tra Giano e Anna Cantalupo che si trovano nel luogo in cui è morta accoltellata Patrizia. Con il suo atteggiamento da duro anche De Silva cerca di far elaborare il lutto al padre, ci sono degli affari da portare a termine. Intanto Rachele Ragno aglisce senza problemi e vendendo droga ha appena guadagnato 50 milioni di euro. 

squadra antimafia ragno

Giano vuole chiedere le dimissioni ma la Cantalupo lo convince a rimanere con un bacio, per prendere Mazzeo ha bisogno della squadra al completo. Dopo la scoperta della Bertinelli, il vice questore ha bisogno di confrontarsi anche con la collega, alla fine le due trovano un accordo anche se la Bertinelli ha paura che la squadra possa pensare che abbia rubato lei il tesoro dell’Abate. La lotta tra clan intanto si fa spietata. Nigro, dopo aver perso Patrizia, torna dalla moglie e inizia a parlarle dell’amante sperando di essere consolato, la donna ovviamente lo caccia di casa. Le indagini continuano e grazie ad un filmato la squadra scopre che ad uccidere Patrizia è stato proprio Ulisse. Nigro cerca la vendetta.

squadra antimafia nigro

Rachele vuole riprendere il controllo sul traffico di droga a Catania e grazie ai soldi fatti con la droga riesce a crearsi un esercito fidato, inizia così una strage dei Mazzeo. La Cantalupo a questo punto rischia il licenziamento, Licata le da solo una settimana per trovare i colpevoli. A Sciuto viene in mente di andare a parlare con la madre di Rosalia per avere alcune informazioni. Il poliziotto le propone di entrare a far parte di un programma di protezione, solo così verrà perdonata dalla figlia intanto la Duomo ha le informazioni giuste per catturare gli uomini di Rachele. Ad anticipare la polizia però ci sono i Mazzeo, pronti a vendicarsi delle stragi. Inizia la sparatoria, tutti sparano contro tutti. 

squadra antimafia sciuto

C’è bisogno dell’intervento di De Silva, mentre la Duomo non riesce ad avere informazioni dagli interrogatori a Filippo basta torturare uno dei Ragno per scoprire dove si trovano gli altri ed ucciderli uno dopo l’altro. Alla fine il mafioso trova anche Rachele ma, non si sa perchè, decide di graziarla. 

{module Pubblicità dentro articolo}

Intanto la madre di Rosalia decide di collaborare con la giustizia e viene fatta uscire dal carcere. 

squadra antimafia madrebertinelli

Torrisi e Rachele capiscono di non potercela fare da soli e chiedono aiuto al clan di Bartolo che però decide di non intervenire. De Silva è in ascolto e quando riferisce tutto al padre i due decidono di attaccare anche la villa di Bartolo. Tutti gli uomini di guardia vengono uccisi tranne il Boss. Per Bartolo è il momento di decidere da che parte stare. Continuano le confessioni tra Settembrini e Nigro che non vuole ritornare a casa per non fare del male alla moglie. Anche Vito cerca di aiutare la Bertinelli che però non sembra in alcun modo voler rivedere la madre. La Duomo, grazie ad una soffiata scopre dove si trova Rachele Ragno, ma De Silva viene contattato dallo stesso informatore, capiamo allora che è stato tutto organizzato dai Mazzeo. 

squadra antimafia rachele

De Silva arriva a casa di Rachele proprio mentre la Duomo è alle porte, prima sembra volerla uccidere pur di sapere dove si trova Torrisi ma alla fine la salva. I due sono in macchina ma ad un certo punto Filippo sviene a causa di una ferita che si è procurato da solo. Cosa avrà in mente? Rachele chiama Torrisi, lo sta per raggiungere all’incontro con Bartolo, forse è proprio questo che voleva De Silva, essere portato nel covo dei Boss. Colpo di scena, Rachele uccide Torrisi. Intanto scopriamo il gioco di De Silva, che ha in tasca un cellulare che manda la sua posizione a Mazzeo. Intanto Rosalia decide di andare a trovare la madre che le confessa che Rosy le ha lasciato una cosa da un notaio. 

L’incontro tra i boss mafiosi sta per avvenire e la Duomo finalmente ha capito il piano di Mazzeo: il boss vuole fare una strage al summit organizzato da Bartolo ed arrivare a Mezzalira, il mandante dell’omicidio della sua famiglia quaranta anni fa.

squadra antimafia mazzeo

Quello che Mazzeo scopre però cambia tutte le carte in tavola, sua moglie, la madre di De Silva, che lui credeva morta e che avrebbe voluto vendicare è invece viva ed è presente al summit.

Si conclude con questo colpo di scena la penultima puntata. Appuntamento a venerdì prossimo, ore 21.20, Canale 5 con l’ultima puntata.



0 Replies to “Squadra antimafia 8, la diretta del 4 novembre. Rachele uccide Torrisi”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*