La porta rossa parla Gabriella Pession (VIDEO)


Ecco l'intervista realizzata a Gabriella Pession, che interpreta Anna, moglie del commissario Leonardo Cogliastro (Lino Guanciale), nella nuova fiction di Rai 2 "La porta rossa".

 Gabriella Pession è Anna Mayer, moglie del commissario Leonardo Cagliostro (Lino Guanciale), ne “La porta rossa”, nuova fiction di Rai 2 in onda, per 6 puntate, a partire da mercoledì 22 febbraio. E’ il racconto di un’indagine lunga e complicata che Cagliostro, morto durante un’operazione di polizia, compirà stando in un’altra dimensione. E’ una serie che si muove tra il “crime” e il “noir”, dove un’investigazione tradizionale si mischia ad un elemento sovrannaturale.

{module pubblicità dentro articolo 2}

La Pession interpreta Anna, moglie del commissario e magistrato di professione, che rimane vedova già all’inizio della serie. La morte del marito, dal quale si stava separando, fa nascere in lei sentimenti di rabbia e dolore. Anna scoprirà di essere incinta del commissario, ormai scomparso, il quale però ha una missione da compiere: proteggere la sua donna da una morte annunciata.

Gabriella Pession racconta il suo personaggio. L’abbiamo incontrata a margine della presentazione della fiction.

La porta rossa

“Anna affronta, come tante altre donne, la perdita della persona amata. E’ un simbolo di una elaborazione di qualcosa di universale. donna colta, elegante ed introversa, quello che la contraddistingue è che apre il proprio cuore a un’inondazione di sentimenti contrastanti”: così la Pession sul suo nuovo personaggio. Ritroveremo l’attrice anche nella seconda stagione de “Il Sistema”

Ne “La porta rossa”, la Pession ritrova Lino Guanciale e Carmine Elia, regista, coi quali ha già lavorato in passato: “Le cose belle si fanno quando ci si conosce bene. Abbiamo una capacità di comunicare che non richiede molto tempo. E’ molto semplice lavorare con Lino. Non pensavamo di fare un film”, rivela l’attrice.

Nel futuro, la Pession vorrebbe “realizzare un percorso che si differenzi dalla recitazione standard. Vorrei interpretare dei personaggi che siano sempre evocativi, ai quali io mi possa sempre avvicinare con entusiasmo e curiosità. Voglio stupirmi, avere paura”.

Ascoltate la nostra intervista integrale.