L’Arena: Giletti abdica alla politica a favore dello spettacolo


Tutti gli ospiti del talk show domenciale condotto da Massimo Giletti


Si  fa sempre più spazio lo spettacolo a discapito della politica, nell’ Arena di Massimo Giletti. Nella puntata appena andata in onda infatti, il dibatito sugli assenteisti è stato stoppato dal conduttore alle 15.00 in punto, per aprire il segmento dedicato alle promozioni. Non solo: il lancio del programma, come al solito introdotto al termine del Tg1, era avvenuto insieme a Carlo Verdone a Antonio Albanese.

 I due attori comici infatti, hanno presentato al pubblico il loro film di prossima uscita, L’abbiamo fatta grossa. Massimo Giletti li ha accolti ripercorrendone la carriera, celebrando una coppia che arriva al cinema dopo aver trovato una grande intesa personale e professionale.

{module Pubblicità dentro articolo}

Per inaugurare il segmento dei protagonsti, Giletti ha interrotto gli interventi dei suo ospiti dopo una sola ora dall’inizio della trasmissione. Si discuteva dei “fannulloni” licenziati, a partire dal dipendente di Sanremo filmato mentre timbrava il cartellino in mutande. L’aspetto singolare, anche se ormai sempre più frequente, è stato che nel frattempo, su Canale 5, anche Barbara D’Urso annunciava un’intervista all’uomo. Presenti in studio erano Paolo Ferreri di Rifondazione Comunista, Alessia Morani del PD, Renata Polverini di Forza Italia e il giornalista Tommaso Cerno.

arena24gen verdone albanese

Carlo Verdone e Antonio Albanese

Ma Giletti ha virato presto sull’intrattenimento. A Verdone ed Albanese infatti, ha chiesto di riproporre alcuni dei loro personaggi più famosi, dall’imitazione del professore che ha ispirato il monologo finale di Bianco, Rosso e Verdone, alle ricette impossibili di Albanese. Naturalmente, sono stati trasmessi spezzoni di trasmissioni passate, grazie a cui abbiamo rivisto Cetto Laqualunque e uno sketch improvvisato tra Verdone e Renzo Arbore.

Lo spettacolo è poi proseguito con Mika, che si è esibito con alcun brani. All’artista libanese, volto Sky da tre anni,  Giletti ha dedicato un lungo segmento: Mika ha parlato dei tanti rifiuti ricevuti, della famiglia che porta con sé in viaggio, del compagno che lo segue insieme agli altri, dei testi delle canzoni, di cui spesso i fan non comprendono i risvolti a tinte audaci. Ad esempio quello scritto pensando a una prostituta che il cantante incrociava tutte le sere, o quello per la sorella minore, a cui si raccomanda di fare l’amore con gli uomini giusti.

Giletti ha sfruttato anche il legame di amicizia con Fedez, nato durante le registrazioni di X Factor, registrando proprio un videomessaggio del rapper e dimostrando ancora una volta quanto la Rai abbia bisogno di volti esterni all’azienda per catturare l’attenzone del pubblico.

arena24gen mika

Mika

Giletti gli ha chiesto anche di Morgan a Sanremo, evitando per accuratamente di addentrarsi in domande che riguardassero le unioni civili, argomento caldo di questi giorni. A maggior ragione in virtù del fatto che il cantante ha condiviso nei social il proprio dissenso per la scritta “Family day” comparsa sul Pirellone di Milano. Si è invece tenuto sul generale, affrontando il tema della discriminazione. E a tal proposito, Mika ha raccontato che secondo lui, seppur in minima parte, la madre ancora si chiede cosa sarebbe accaduto se il figlio fosse stato “più eterosessuale”.

La puntata si è conclusa con una performance del cantante, che  si è esibito con il nuovo singolo Hurts. Appuntamento a domenica prossima.



0 Replies to “L’Arena: Giletti abdica alla politica a favore dello spettacolo”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*