Di martedì, in diretta la conferenza stampa


Live la presentazione della terza stagione di Dì martedì, il talk show di La7 condotto da Giovanni Floris.


Abbiamo seguito in diretta dalla sede della stampa estera, seguiremo la conferenza stampa di Di Martedì. Il talk show politico e non solo di La7, sarà condotto per il terzo anno consecutivo da Giovanni Floris e debutterà domani, 13 settembre, alle 21.15. Presenti il presentatore, il direttore di La7 Fabrizio Salini e l’amministratore delegato della rete di Urbano Cairo Marco Ghigliani.

Marco Ghigliani, amministratore de La7 coglie l’occasione per rinfrescare la memoria ed elencare i programmi che stanno partendo in questa nuova stagione. Tra questi venerdì parte lo speciale di Enrico Mentana dedicato al referendum costituzionale “Si e no“. Ad inizio ottobre debutterà Giovanni Minoli.

La rete non si è spenta nemmeno l’estate e nei mesi estivi è cresciuta più del 5%. A Luglio è la generalista con la maggiore crescita, ad Agosto l’uinica. Di Martedì viene considerato un caso straordinario: “un programma che si è evoluto nel tempo ed è diventato un formato completo, senza far polemica“. Nella scorsa stagione è stato il programma di approfondimento più visto in prima serata.

Parola a Fabrizio Salini. Si continua a commentare i buoni risultati. Secondo il direttore una delle motivazioni è stata quella di diversificare gli argomenti e i programmi, pur rimandendo fedele alla linea editoriale. Questo vale anche per Di Martedì: “In grado di modularsi con una velocità e un’arguzia che hanno fatto del programma un vero e proprio format“.

Tra le novità di quest’anno c’è la sigla firmata da Vinicio Capossela. Arriva il turno di Giovanni Floris: si continua a proporre notizie ed approondimenti con chiarezza, vigore e serenità. Visti i risultati di gradimento dello scorso anno si continuerà a variare diversi temi. L’eccessiva lunghezza della trasmissione viene considerato un vantaggio e non un limite.

ballaro massimo giannini

La chiave è quella di affrontare i temi in maniera positiva e distaccata: “così avremo un po’ di originalità“. Confermata la presenza di Massimo Giannini, domani e nelle prime puntate. Non esclusa la possibilità di una collaborazione durtura. Per il successore di Giovanni Floris a Ballarò solo complimenti e belle parole. “Di martedì è fatta da inviati, redattori e autori di Ballarò ma il nome non me lo riprenderei, ma sono contento che si è evoluto in questo programma

Si passa alla concorrenza e a Politics (il competitor di Rai3 parito martedì scorsa). Il direttore di Rai3 Daria Bignardi ha definito morti i talk show lenzuolo di molti ore. Giovanni Floris se la cava parlando di scelta di palinsesto, ricordando come dopo Politics ci sia Mi Manda Rai3. Si è lavorato anche sulla giusta amalgama tra spot pubblicitari e contenuti: “Gestiamo 26/28′ di spot“.

Difesa a Massimo Giannini definito come non anti-Renziano. Il Presidente del Consiglio Matteo Renzi, in quanto tale è invitato di diritto ma non ha fissato ancora una data. Ci sarà un’attenzione alla politica estera, soprattutto in chiave economica, secondo Floris: “questo sarà prima di tutto l’anno dell’economia“.

Maurizio Crozza a gennaio passerà a Discovery, fino a dicembre resterà la copertina, poi la speranza è di poter trovare un accordo per tenerlo solo per questo spazio. Si sta lavorando per raggiungere questo obiettivo.

A fine novembre, inizio dicembre, partirà Artedì condotto da Giovanni Foris, ma per ora nessuna indiscrezione. Su Miss Italia, andata in onda sabato e di cui è scaduto l’accordo di tre anni, l’intenzione della rete è quello di proseguire il rapporto, la palla ora passa a Patrizia Mirigliani. Sul lato intrattenimento in primavera ripartirà Eccezionale Veramente.

In chiusura l’ufficializzazione del primo ospite della terza stagione: nel salotto di Giovanni Floris ci sarà Pier Luigi Bersani.

La conferenza stampa termina qui, l’appuntamento è per domani sera alle 21.15 su La7.

{module Macchianera}



0 Replies to “Di martedì, in diretta la conferenza stampa”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*