Il posto giusto, da domenica 15 novembre su Rai3


La presentazione di Il posto giusto, il nuovo programma di Rai3 dedicato al mondo del lavoro, in onda da domenica 15 novembre


L’appuntamento  presentato oggi in Rai è un settimanale di informazione e approfondimento dedicato al pianeta lavoro giovanile. Il posto giusto, sottotitolo lavoro: istruzioni per l’uso è dedicato all’universo dei giovani dai 15 ai 29 anni in cerca di occupazione. Il programma si propone di parlare ai ragazzi, in un momento di grave crisi occupazionale, di come realizzare le proprie aspirazioni, e come orientarsi tra le professioni e i mestieri della tradizione, del presente e del futuro.

Al timone ci sarà Rebecca Vespa Berglund che introdurrà servizi, inchieste e reportage sul paese reale. Si avrà un’attenzione particolare per chi è in cerca di lavoro, facendo conoscere gli strumenti previsti dalla legge italiana in questo settore con il fine di assicurare al telespettatore un quadro aggiornato di domande e offerte sia nel campo dell’occupazione, sia nel settore della formazione. Verranno fornite settimana dopo settimana tutte le istruzioni per l’uso per mettersi in proprio da protagonisti.

Alla conferenza stampa di presentazione del progetto televisivo è intervenuto Giuliano Poletti, Ministro del lavoro e delle politiche sociali, e Pietro Varesi, presidente Isfol. In particolare il rappresentante del Governo ha sottolineato l’importanza di un progetto televisivo che coinvolge le nuove generazioni e al quale il suo dicastero ha dato ampia collaborazione. “800 mila giovani si sono registrati a questo progetto. Sono ragazzi dai 15 ai 29 anni con i quali noi del ministero e il programma televisivo intendiamo collaborare e aiutarli a capire quali sono le opportunità lavorative più adatte a loro”, ha detto il ministro Poletti nel corso della presentazione della trasmissione.

Il Ministro ha così continuato: “Attraverso il posto giusto vogliamo essere testimoni di un mondo che cambia proprio mentre noi lo raccontiamo. Vogliamo costruire politiche per il lavoro, infrastrutture e un servizio che dia ai cittadini la possibilità di valutare le tante opportunità di lavoro offerte”. Andrea Vianello, direttore di Rai3, spera che questo appuntamento possa essere seguito da tanti giovani perché è uno spazio a loro dedicato e finalizzato ad aiutarli alla ricerca del proprio futuro.

rebecca vespa berg

Il posto giusto sarà un contenitore che raccoglierà da nord a sud testimonianze sulla formazione al lavoro con la partecipazione di esperti e tecnici e con i protagonisti della nostra economia. Si incontreranno cioè esperienze e competenze con le aspettative giovanili: il tutto sarà messo al servizio del telespettatore per una discussione fatta di domande e risposte.

Il programma avrà anche un sito web dedicato dove sarà possibile consultare e rivedere i contenuti e trovare risposte immediate come in uno sportello aperto fatto di informazioni e aggiornamenti sul “cerco-offro” lavoro e su tutte le opportunità presenti in Italia.

La prima puntata sarà un viaggio da nord a sud alla scoperta di quali lavori in particolare offrono più opportunità di sviluppo. Partendo dal distretto dell’occhiale di Belluno si guarderà al futuro viaggiando lentamente verso Urbino. Qui si racconterà la provincia italiana in un excursus che poi arriva fino a Vibo Valentia. I telespettatori incontreranno un antico maestro piparo, mentre risalendo lo stivale, a Torino, verrà intervistato un laureato assunto a tempo determinato con il programma “Garanzia Giovani”.

Il progetto “Garanzia giovani” ha spiegato il ministro Poletti si concluderà il prossimo 31 dicembre. Il dicastero del lavoro, però, è intenzionato a mantenerlo attivo in Italia anche se i fondi europei non saranno più erogati.

Il posto giusto è un programma di Casimiro Lieto, Romano Benini e Maurizio Sorcioni. La regia è di Francesca Taddeini.



0 Replies to “Il posto giusto, da domenica 15 novembre su Rai3”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*