Spot in tv: Kinder a colazione


Analisi di una campagna pubblciitaria attualmente in onda in tv


Per la nostra rubrica dedicata agli spot, ci occupiamo oggi di quello di Kinder per le merendine della colazione, le classiche Brioss, Colazione più e Panecioc. Intitolato Anche questo è amore, lo spot sottolinea pubblicizza i prodotti come ulteriore atto d’amore dei genitori nei confronti dei loro bambini.

Lo spot infatti segue la mattinata complicata di un papà. A causa di un guasto alla sua auto infatti, l’uomo è costretto ad attraversare la città in un’epopea interminabile: a piedi, in autobus, di corsa in alcuni tratti.
Nonostante il cofano della propria macchina fumante insomma, non si arrende, né si scoraggia quando il taxi parte proprio mentre stava per aprirne lo sportello.


Mentre il tempo scorre inesorabile, quella dell’uomo diventa una vera missione da portare a termine: arrivare prima che sia troppo tardi. Una storia come tante altre, se non fosse per un dettaglio non certo irrilevante: il costume da supereroe indossato dal protagonista, vestito con tanto di mantello rosso, tutina azzurra e mascherina alzata sulla fronte.
Nel traffico urbano si muove questo improvvisato Superman, incurante degli sguardi della gente. Vi è infatti qualcosa di più importante delle opinioni delle persone, e l’unica preoccupazione è proseguire fino alla meta.

Un'immagine dello spot KinderUn’immagine dello spot Kinder

Scopriamo presto quale sia la porta da varcare: quella di una scuola. Lo intuiamo dalla scala con i festoni appesi, da un lungo corridoio in cui campeggia la scritta “Benvenuti”. In quello stesso corridoio, un bambino viene rassicurato da una donna mascherata da Cat Woman, inginocchiata davanti a lui. Probabilmente si tratta di una maestra. Il bimbo è vestito esattamente come l’uomo: mantello uguale, tutina identica, ma  a colori invertiti e con un’iniziale diversa cucita sul mantello. Il papà è riuscito ad arrivare come promesso, e i due si possono allontanare mano nella mano. Li vediamo percorrere il corridoio di spalle, forse per una recita bambini-papà o per una festa in maschera.

Un'immagine dello spot KinderUn’immagine dello spot Kinder

Compare il claim: “anche questo è amore”, a sottolineare il rapporto che lega padre e figlio. Il papà infatti, non l’ha deluso e si è prestato al gioco. Ma naturalmente, non solo questo è amore; lo è anche dare la giusta colazione. E la pubblicità ci mostra la famiglia amorevolmente riunita a tavola, con il piccolo eroe già munitpo di mascherina sul viso.

Raramente gli spot si concentrano sulla figura paterna; solitamente si delega la cura e il “focolare domestico” alla mamma, con tutto ciò che ne consegue. Al contrario, il papà, tranne che per l’omonima festa, diviene semplice personaggio seduto a tavola per completare il quadretto della famiglia felice. Oppure, è associato alla compagna. Qui invece, è lui il punto di riferimento per il bambino: un cambiamento di prospettiva che testimonia come anche negli spot, dove gli stereotipi resistono e persistono, il ruolo paterno sia concepito come più attivo rispetto al passato.



0 Replies to “Spot in tv: Kinder a colazione”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*