Quarto grado, la puntata del 10 giugno


I casi di cui si occupa la puntata di questa sera del programma condotto da Gianluigi Nuzzi e Alessandra Viero.


Il femminicidio di via della Magliana, a Roma, è al centro del nuovo appuntamento con “Quarto Grado”, in onda questa sera, venerdì 10 giugno, in prima serata, su Retequattro. Gianluigi Nuzzi e Alessandra Viero, i due conduttori, continuano a portare avanti la campagna per sensibilizzare il pubblico contro la violenza sulle donne. Un obiettivo che il programma di approfondimento della cronaca nera si era prefisso fin dall’inizio.

{module Pubblicità dentro articolo}

Al centro della discussione, ci sono i risultati dell’autopsia su Sara Di Pietrantonio. E‘ venuto alla luce che la ventiduenne è stata strangolata, quindi il suo corpo è stato cosparso di alcool ed è stato bruciato. L’ex fidanzato Vincenzo Paduano, negli interrogatori, ha sostenuto di avere dei “vuoti di memoria”. Risultato: la ricostruzione dei fatti e la sua versione su quanto è accaduto quella notte, sono del tutto insufficienti per la presenza di molte lacune. Di queste ultime notizie sull’omicidio della giovane Sara si era occupata, lo scorso mercoledì, anche Federica Sciarelli al timone di Chi l’ha visto?

sara di pietrantonio

                                                               Sara di Pietrantonio

Il programma a cura di Siria Magri si occupa anche di un altro caso con protagonista una giovane donna: Mariangela Mancini, una psicologa trentatreenne di Spedino di Borgorose (Rieti), che il 13 maggio è stata ritrovata priva di vita nei pressi dell’abitazione della madre. La ragazza era scomparsa il giorno prima senza lasciare più tracce di sè.
I primi esami facevano propendere per l’ipotesi di un suicidio, ma gli inquirenti non escludono il reato di omicidio: sul collo della giovane sono state infatti rinvenute delle profonde ecchimosi. Proprio dai reperti travati nel luogo dove era stato inscenato l’omicidio, gli inquirenti hanno capito che la ragazza non si è uccisa. Bisogna adesso verificare se l’assassino ha lasciato tracce del suo DNA in modo da poterlo identificare. 

{module Pubblicità dentro articolo}

Infine, “Quarto Grado” mantiene i riflettori puntati sul Tribunale di Bergamo nel giorno della conclusione dell’arringa difensiva per Massimo Bossetti. Il muratore di Mapello, unico accusato per la morte della piccola Yara Gambirasio, attende che si concluda l’arringa finale dopo di chè tocca ai giudici riunirsi in consiglio e decidere sul futuro.
Il processo per il delitto di Yara Gambirasio si avvicina alla sentenza: i giudici entreranno in camera di consiglio il 1° luglio.

Quarto grado mantiene aperto il centralino del programma nel corso di tutta la puntata. I telespettatori potranno chiamare lo 02-30901010 per intervenire o lasciare commenti e testimonianze.

Intanto Alessandra Viero ha concluso la conduzione delle quattro puntate di Il terzo indizio. Si trattava di un appuntamento dedicato a casi di femminicidio e riproposti con docu-fiction.



0 Replies to “Quarto grado, la puntata del 10 giugno”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*