Linea bianca | puntata 6 aprile | Ossini saluta il pubblico in Val Pusteria


Linea bianca | puntata 6 aprile | Ossini saluta il pubblico in Val Pusteria. Ultimo appuntamento del programma che, dalla prossima settimana, cede il posto a Donatella Bianchi con Lineablu.


Massimiliano Ossini e Giulia Capocchi,conducono la puntata conclusiva di Linea bianca. L’appuntamento è per oggi, sabato 6 aprile, alle 14.00 su Rai1.

Sabato prossimo torna Donatella Bianchi con Lineablu sempre nella medesima collocazione oraria.

Intanto oggi il conduttore ci porta nel comprensorio di Rio Pusteria, nella Val Pusteria sud-tirolese in Alto Adige. Un paradiso tra piste innevate e spettacolari bellezze naturali.
Anche per l’ultima puntata, Ossini ci riserva un’apertura ad effetto: salirà a quota 3.132 metri sul livello del mare, sul Picco della Croce, la montagna più alta dei monti di Fundres, non lontano dal confine con l’Austria. Qui, nella meravigliosa cornice delle Alpi dei Tauri Occidentali, il conduttore spiega le bellezze e le caratteristiche del luogo con Lino Zani, una guida alpina e Tamara Lunger, sci-alpinista ed esploratrice italiana di origine altoatesina.

Poi con i giornalisti della TGR di Bolzano si va alla scoperta delle bellezze di Malga Zane. Questo villaggio idilliaco alpino si trova sopra il paese di Valles  a 1.739 metri di altitudine ed è immerso in un paesaggio naturale circondato da montagne in un contesto suggestivo. L’agglomerazione di baite, fienili, una piccola chiesa e tre rifugi affascinano anche grazie all’originalità delle strutture.

Costruita nel Medioevo come asilo per i malati di peste e colera, oggi la malga è una delle attrazioni principali della zona, sia d’inverno che d’estate.

Ed eccoci a Rio Pusteria: poco più di 1000 abitanti, borgo di cui Don Hugo ci racconta storia, curiosità e personaggi locali.

Il comune di Rio Pusteria conta all’incirca 2.960 abitanti, è situato all’imbocco della Val Pusteria e comprende non solo il paese di Rio di Pusteria, ma anche le località di Maranza, Valles e Spinga. La Chiusa di Rio è il simbolo del comune, originariamente era una dogana importante. Nei mesi estivi può essere visitata con una guida e molto spesso al suo interno si svolgono rappresentazioni teatrali.

Il villaggio di Malga Fane

In inverno il comune è frequentato per le aree sciistiche Gitschberg e Jochtal, per le piste da sci e le piste da slitta. In estate, invece Rio di Pusteria è conosciuto per le sue diverse mete escursionistiche come la Malga Fane e l’idilliaca Valle d’Altafosse. Da segnalare la Festa delle Malghe e la Festa in Piazza che si svolge ogni mercoledì, durante i mesi estivi, nei vicoli di Rio Pusteria.

Ulteriori attività sono il mini golf e la piscina all’aperto, oltre i prodotti della cucina locale.

Ci viene poi raccontata la storia del Loden. Inizialmente era un semplice “panno” per contadini con l’aggiunta di lana merinos, in seguito divenne tessuto di moda della nobiltà austroungarica quando l’imperatore Francesco Giuseppe ne indossò un capo per andare a caccia.
Troveremo, poi, con meraviglia, un angolo di Giappone ai piedi delle vette alpine: nel cuore del sud Tirolo, a Rio Pusteria, l’allevamento delle coloratissime e pregiatissime carpe Koi, variante ornamentale della carpa comune.

Lo spazio per la sicurezza è affidato ai Carabinieri. Ci verrà spiegato come far fronte a situazioni difficili non esclusi i casi di un rapimento.



0 Replies to “Linea bianca | puntata 6 aprile | Ossini saluta il pubblico in Val Pusteria”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*