Meraviglie – La penisola dei tesori 17 gennaio 2018, Pisa, Sassi di Matera e Dolomiti


Meraviglie - La penisola dei tesori, 17 gennaio 2018, terza puntata. Torna in prima serata su RaiUno Alberto Angela pronto a narrare le meraviglie di Pisa, Matera e delle Dolomiti.


Questa sera, su RaiUno alle ore 21:25, torna Alberto Angela al timone di Meraviglie – la penisola dei tesori. Si tratta di un viaggio nel corso del quale il conduttore fa tappa, in ogni puntata, in tre dei 53 siti italiani riconosciuti patrimonio mondiale dell’umanità dall’UNESCO. Oggi i telespettatori visitano la Piazza dei Miracoli di Pisa, i Sassi di Matera e le Dolomiti.

La penisola dei tesori: La Piazza dei Miracoli di Pisa

A Pisa, Alberto Angela condurrà i telespettatori nella celeberrima Piazza dei Miracoli, così ribattezzata dal poeta vate Gabriele D’Annunzio. Tra le tante storie e aneddoti legati al sito, Angela incomincerà dal racconto del più rappresentativo dei monumenti: la Torre di Pisa o Torre Pendente. Oltre a essere, infatti, uno dei capolavori del genio italico, la Torre di Pisa passò alla storia come il luogo in cui Galileo Galilei fece l’esperimento della caduta dei gravi. Angela junior parlerà poi della leggenda della lampada di Galileo: lo scienziato elaborò a Pisa la legge del pendolo grazie all’osservazione di una lampada sospesa nella cattedrale di Pisa.

Dalla Torre ci si reca poi nel Battistero, luogo dotato di un’acustica assai particolare e cara ai musicisti a cui si riferirà proprio Andrea Bocelli, il più famoso degli artisti pisani oggi viventi al mondo. L’artista racconterà il legame con la sua città e aneddoti sulla vita culturale e artistica di Pisa. Inoltre si  comprenderà il perché il camposanto di Pisa costituisce una straordinaria attrattiva turistica.

Alberto Angela tra i Sassi di Matera.

La penisola dei tesori: I Sassi di Matera

Non poteva mancare, nella serie dei quattro appuntamenti in prima serata sulle meraviglie italiane, un incontro con la Capitale europea della Cultura per il 2019: la città di Matera. Alberto Angela arriva al Sud Italia, raccontando i sassi, le grotte e le chiese scavate nel tufo, di una delle città più ricche di storia della penisola (i primi insediamenti nella città di Matera risalgono, infatti, al paleolitico). Inoltre Angela racconterà le vicende culturali e massmediatiche del capoluogo lucano. Etichettata negli Anni ’50 la vergogna d’Italia, per lo stato di degrado assoluto in cui era caduta, la città di Matera ha saputo riscattarsi fino a diventare una delle mete del Sud più visitate dai turisti italiani e non. Questa città che ha fatto innamorare registri del calibro di Pier Paolo Pasolini e Mel Gibson, verrà raccontata ed elogiata da Sergio Castellito che svela le emozioni provate quando vide, per la prima volta la cittadina.

La penisola dei tesori: le Dolomiti

Nell’ultima sezione del suo viaggio, Alberto Angela salirà i tremila metri d’altezza ammirando – e facendo ammirare – lo spettacolo mozzafiato delle Dolomiti. Unico tra i tre beni dell’umanità presentati in questa puntata a non essere frutto della manodopera degli uomini, Angela racconterà la storia geologica di queste montagne dai mantelli rosa e dalle rocce ricche di fossili, formatesi dall’innalzamento d’un fondale marino. Dalle vette più alte delle Dolomiti, Angela scenderà tra le foreste di abeti rossi di Paneveggio, dai cui legni pregiati, liutai del calibro di Giuseppe Guarneri del Gesù e Antonio Stradivari produssero le loro migliori opere d’arte, ancor oggi contese dai migliori violinisti del mondo e da facoltosi amatori della materia.

L’itinerario di Alberto Angela si avvarrà di originali espedienti tecnici con riprese dall’alto (eseguite da elicotteri e droni) e di effetti speciali.



0 Replies to “Meraviglie – La penisola dei tesori 17 gennaio 2018, Pisa, Sassi di Matera e Dolomiti”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*