Presadiretta puntata 22 gennaio Iacona e I medici in prima linea


La puntata è interamente dedicata al tema della sanità in Italia ed ai problemi legati alle morti evitabili. Riccardo Iacona con Presadiretta documenta il meglio e il peggio degli ospedali di casa nostra


Non si tratta di uno speciale dedicato al notissimo serial E. R – Medici in prima linea. E’ molto di più: si tratta di una puntata altrettanto speciale in cui si parla di Sanità. A mandarla in onda, questa sera, lunedì 22 gennaio, alle ore 21.20 su Rai3, è Riccardo Iacona nel consueto appuntamento del lunedì con Presadiretta.

Presadiretta puntata 22 gennaio | gli argomenti

La malasanità inonda pagine di quotidiani e i notiziari televisivi ogni giorno annunciano errori medici e superficialità che finiscono anche nei salotti di cronaca. L’inchiesta di questa sera ha l’obiettivo di capire cosa c’è dietro gli errori medici e le cosiddette “morti evitabili” in ospedale.

Riccardo Iacona accende i riflettori sulla sanità pubblica, su sprechi e cattivi funzionamenti ma non trascura le eccellenze che pure esistono. Nel suo lungo viaggio da Nord a Sud nel nostro paese, si evidenzia l’enorme differenza di funzionalità, tra i centri del Settentrione che assicurano professionalità efficienza e rispetto per il paziente, e il Meridione dove esistono troppi problemi e ci si affida esclusivamente ai singoli medici più che alle strutture.

Le tappe del Meridione sono prevalentemente due: Campania e Sicilia, le più disastrate.  Quelle del centro Nord riguardano la Toscana e L’Emilia Romagna che sono apparse le più organizzate

La Campania, in particolare è sotto i riflettori, essendo ultima in classifica tra tutte le regioni italiane per i Livelli Essenziali di Assistenza stabiliti dal Ministero della Salute. La Regione ha, però, il drammatico primato delle morti evitabili se i pazienti fossero stati assistiti cure appropriate e tempestive. Iacona documenta situazioni al limite del credibile con con medici e infermieri del 118 allo stremo, medici di base in prima linea, liste di attesa infinite, tagli ai fondi regionali e cronica carenza di organico.

Il giornalista intervista Antonio Scafuri, il giovane di 23 anni morto questa estate dopo aver aspettato per ore e ore di essere curato al Pronto Soccorso dell’ospedale Loreto Mare di Napoli. Il genitore chiede giustizia anche se il suo dolore non potrà mai essere lenito.

La Sicilia non è da meno. Viene documentato come ogni anno circa 60 mila pazienti sono costretti ad affrontare i viaggi della speranza spostandosi al Nord per riuscire a curarsi.

Presadiretta ha raccolto una storia emblematica: due giovani genitori che si sono spostati a Milano per salvare il figlio affetto da una grave cardiopatia congenita. Oggi il piccolo ha sei mesi.

Inoltre c’è un altro aspetto sconosciuto al grande pubblico e che potrebbe essere considerato come una sorta di “fuga degli infermieri all’estero”. Ad esempio, le telecamere di Presadiretta sono andate a Preston dove c’è la più grande comunità di infermieri italiani in trasferta permanente.

Infine Riccardo Iacona intervista Walter Ricciardi, medico, scienziato e presidente dell’Istituto Superiore di Sanità.



0 Replies to “Presadiretta puntata 22 gennaio Iacona e I medici in prima linea”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*