Le ragazze del ’68 | 4 febbraio 2018 | con Giuliana Muleddu e Syusy Blady


Le ragazze del '68 | 4 febbraio 2018. Quinta puntata di ‘Le ragazze del '68’. Le protagoniste sono Giuliana Muleddu casalinga e Syusy Blady all'anagrafe Maurizia Giusti conduttrice e scrittrice. Racconteranno la loro esperienza vissuta in quegli anni.


Questa sera domenica 4 febbraio alle 20:35 su Rai3 va in onda un nuovo appuntamento con Le ragazze del ’68. A 60 anni dall’inizio della grande rivoluzione che cambiò la società italiana, il docu-reality realizzato dalla casa di produzione “Pesci combattenti“, racconta storie di donne che hanno vissuto quegli anni e hanno anche partecipato attivamente al movimento.

Protagoniste di questa puntata sono Giuliana Muleddu casalinga, originaria della Sardegna, e Maurizia Giusti in arte Syusy Blady conduttrice televisiva e scrittrice.

Le ragazze del ’68 | la storia di Giuliana Muleddu

Giuliana Muleddu nel ’68 era una giovane donna sposata, madre dei suoi primi due figli. Ha avuto nella sua vita un unico grande amore Carmelo, diventato suo marito. Carmelo è un pastore sardo di straordinaria bellezza e con due espressivi occhi verdi che avevano affascinato Giuliana. Vivendo in Sardegna la giovane donna non aveva partecipato a nessuna manifestazione né a nessun corteo. Il ’68 sembrava davvero molto lontano dalle campagne dell’isola dove viveva Giuliana.

La sua vita infatti era scandita da ritmi quotidiani ben precisi e sempre uguali: alternava il suo ruolo di madre ad aiutante del marito con il quale collaborava nella cura delle pecore e nella produzione del formaggio. Dopo un’intensa giornata di lavoro Giuliana non aveva tempo di pensare ad altro. Però sapeva che era in atto un movimento rivoluzionario soprattutto per i costumi sessuali delle donne. Ben consapevole di quanto stava accadendo appoggiava idealmente tutte le scelte del movimento. E cercava di portare nella sua vita privata quelle conquiste che stavano coinvolgendo le donne nelle grandi città. Lei era convinta che le donne dovevano avere la medesima possibilità degli uomini in tutti i settori.

Le ragazze del ’68 | la storia di Syusy Blady

Syusy Blady all’anagrafe Maurizia Giusti era una ragazza di 16 anni dal carattere un po’ timido ed introverso, andava regolarmente a scuola e durante un periodo nel quale il suo Istituto era occupato, decise quasi per caso di oltrepassare il portone della scuola. Questo gesto cambiò radicalmente la sua vita. Infatti poco dopo divenne una protagonista di primo piano della lotta studentesca. Una delle poche donne in grado di parlare al pubblico e di fornire una propria opinione di tutto quanto stava accadendo nel mondo e in Italia. In particolare Syusy Blady aveva una propria visione del movimento soprattutto per quanto riguardava l’emancipazione femminile. Per lei, che presto sarebbe diventata conduttrice televisiva, cabarettista e scrittrice, si stavano aprendo le porte della televisione.

La Blady è stata capace di portare tutto il bagaglio culturale acquisito nel ’68, nella sua carriera, spaziando dal teatro al piccolo schermo e alle pagine dei libri da lei scritti. Dal 1982 al 2002 è stata sposata con Patrizio Roversi da cui ha avuto una figlia. Dopo la separazione la coppia ha continuato a lavorare insieme mantenendo un buon rapporto.

Le ragazze del ’68 | la seconda stagione

In questa seconda stagione del docu-reality, le testimonianze delle donne protagoniste sono ancora più forti. In ognuna delle sei puntate in palinsesto, accanto ad un personaggio pubblico femminile c’è una donna sconosciuta. Le loro testimonianze si alternano per raccontare un’epoca irripetibile e rivoluzionaria soprattutto dal punto di vista delle donne.

Ricordiamo che la puntata di questa sera sarà disponibile, subito dopo la messa in onda, sul sito Raiplay.it.



0 Replies to “Le ragazze del ’68 | 4 febbraio 2018 | con Giuliana Muleddu e Syusy Blady”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*