Latitudine soul, la conferenza stampa


La presentazione del nuovo programma musicale in onda su Radio 1 con Luca Ward


Presentato questa mattina a Roma, nella sede Rai di via Asiago, Latitudine soul. Il programma, trasmesso da Radio 1, è un viaggio nel mondo della black music dagli anni ’30 fino agli anni ‘70. A raccontarlo è la voce di Luca Ward. I testi della trasmissione sono a cura di Luca Sapio, strumentista, cantante ed esperto di musica internazionale.

Il palinsesto mattutino di Radio 1 si arricchisce con un nuovo programma, tutto dedicato alla musica. Si tratta di Latitudine soul, in onda dal lunedì al venerdì dalle 10 e la domenica dalle 8.30. La trasmissione, della durata di mezz’ora, racconterà la vita e trasmetterà i brani dei più importanti artisti della musica soul, jazz e blues.

Nella Sala A della sede storica di Radio Rai, c’è stato un assaggio di quanto verrà proposto in trasmissione. Non una conferenza stampa tradizionale: prima delle dichiarazioni di rito, Luca Ward ha letto alcuni brani scritti da Bobby Womack, per alcuni anni chitarrista di Ray Charles con cui ebbe un rapporto non idilliaco. Dopo le parole, la musica, con l’esecuzione di alcuni brani live da parte di Luca Sapio e la sua band.

«Presentando in questa maniera “Latitudine soul” abbiamo voluto mostrare il vero significato di questa trasmissione, che abitualmente è confezionata in post-produzione», ha affermato Flavio Mucciante, direttore di Radio 1. L’idea di realizzare questo programma è nata da una ricerca sulle richieste musicali degli italiani: «Leggendola abbiamo visto che il soul ed il blues sono all’ultimo posto nelle preferenze dei nostri connazionali. Per questo abbiamo pensato di fare una scommessa: ribaltare questa classifica, affinché anche generi come questi vengano conosciuti dal grande pubblico». Ogni giorno si incontrerà un artista diverso, ricordato dalla sua musica e dalle parole di chi ha lavorato con lui: «Con questo programma racconteremo la storia della musica soul, realizzando una sorta di biografia non autorizzata dei suoi principali protagonisti», conclude Mucciante.

Mucciante3

A Luca Ward spetterà il compito di raccontare la vita dei grandi di miti della musica black: «Il soul è stato per me una vera rivelazione, un genere attualissimo per l’impegno dei testi scritti dai suoi più grandi interpreti. È un tipo di musica che comunica messaggi profondi, fattore che raramente possiamo riscontare in quella attuale» afferma. L’attore ha poi rivelato i suoi prossimi impegni: «Ho prestato ancora una volta la voce a Russel Crowe nel film “Fathers and daughters” di Gabriele Muccino, che uscirà ad ottobre» E la televisione?Stiamo per cominciare le riprese di due sceneggiati che andranno in onda nella prossima primavera. Uno verrà trasmesso dalla Rai e l’altro da Mediaset”.

Per Luca Sapio il soul non è soltanto un genere musicale, ma qualcosa di più complesso: “È un’attitudine, una rivoluzione che, all’alba delle battaglie sui diritti civili degli afroamericani, vide finalmente bianchi e neri suonare insieme e scalare le classifiche”.



0 Replies to “Latitudine soul, la conferenza stampa”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*