Il Cile irrompe sul piccolo e sul grande schermo grazie all’ACIC di Massimiliano Sammarco


Il Cile irrompe sul piccolo e sul grande schermo grazie all'ACIC di Massimiliano Sammarco. Un paese in espansione cine-televisiva, scelto anche da Nanni Moretti per girare il suo documentario Santiago Italia.


Il cinema e le serie TV cilene sono in via di grande espansione in Italia. Due generi che si stanno facendo apprezzare per la validità dei contenuti e la rappresentazione di realtà apparentemente molto distanti da quelle europee. Persino Netflix si sta interessando alle serie TV cilene e i migliori prodotti verranno racchiusi in un DVD di prossima pubblicazione.

A far conoscere il grande cinema cileno e le produzioni televisive ci pensa l’associazione ACIC (Associazione Commercio Italo Cileno) di cui è presidente l’avvocato Massimiliano Sammarco. Il codice etico dell’associazione è fondato sulla promozione delle relazioni, oltre che commerciali e finanziarie, anche culturali con il nostro paese.

L’avvocato Massimiliano Sammarco, promotore della realizzazione dell’ACIC sottolinea che il Cile è una delle realtà più vive, innovative ed importanti. Fino a pochi anni fa la nazione è stata considerata solo come un ponte strategico per raggiungere altri paesi. Oggi invece moltissimi paesi europei che producono in Cile, possono entrare in Brasile e in Argentina molto facilmente.

Inoltre l’avvocato Massimiliano Sammarco, che è stato tre anni ad espletare la propria professione a Santiago del Cile, sottolinea che gli ultimi 500 km di questa nazione hanno le medesime caratteristiche di nostre regioni come ad esempio la Basilicata. Questo significa che anche la cucina cilena è molto vicina alla nostra e meno speziata di quelle di paesi limitrofi.

L’avvocato Sammarco ci racconta come ha accompagnato Nanni Moretti a girare in Cile il suo ultimo documentario dal titolo proprio “Santiago Italia“. Un film che ricostruisce l’intervento fondamentale dell’ambasciata italiana nel salvataggio di molti sostenitori di Salvatore Allende dopo il colpo di stato militare del 1993.

«Oggi il comitato cultura per lo sviluppo Italia-Cile ha raggiunto una notevole visibilità in vari settori. Intanto a maggio prossimo con Fabio Toncelli verrà presentato un progetto per la proiezione delle più importanti pellicole cilene».

Loading...

Racconta Sammarco:

«Una volta al mese presenteremo il meglio della filmografia cilena e abbiamo intenzione in seguito di far conoscere agli italiani anche le serie TV che vengono prodotte. In particolare il piccolo e il grande schermo hanno una valenza significativa perché affrontano le maggiori tematiche e problematiche locali con un’ottica internazionale. Tutti cioè sono in grado di capire e di apprezzare il prestigio di registi e attori che hanno espresso il meglio della propria professionalità. Le serie cilene infatti sono in rapida espansione in tutta Europa».

Inoltre continua Sammarco «Abbiamo realizzato anche eventi di cucina e soprattutto incontri di presentazione dei vini cileni. Sono stati eventi seguitissimi realizzati anche con l’Associazione Italiana Sommelier (AIS) di cui è presidente Franco Maria Ricci editore di Bibenda. Il tutto in sintonia con il grande successo che sta ottenendo il trend culinario nel nostro paese, soprattutto sul piccolo schermo. L’associazione dei principali piatti con specifici vini è un altro dei trend che si sta affermando e che noi desideriamo portare avanti».

Il prossimo evento sui vini cileni è in programma per il mese di maggio.

Loading...



0 Replies to “Il Cile irrompe sul piccolo e sul grande schermo grazie all’ACIC di Massimiliano Sammarco”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*