Zecchino D’Oro, la conferenza stampa


La presentazione della 58esima edizione dello show canoro dedicato ai più piccoli


È stata presentata questa mattina nella sede Rai di Viale Mazzini la 58esima edizione dello Zecchino D’Oro. Uno show entrato nel costume italiano, secondo il direttore di Rai 1 Giancarlo Leone il più visto e realizzato, secondo solo alla Santa Messa.

A partire dal 17 novembre, lo condurranno Cristel Carrisi e Flavio Montrucchio, entrambi soddisfatti di questo impegno professionale ma allo stesso tempo preoccupati. Lo Zecchino è infatti un programma della tradizione, dove i protagonisti sono i più piccoli: il loro dunque, sarà un ruolo delicato, da prendere con la massima responsabilità.


Vincenzo Spadafora, garante per l’infanzia, svela che all’interno del concorso verrà presentato in anteprima uno spot che promuove l’uguaglianza. Sarà infatti questo il tema dell’edizione di quest’anno: promuovere i diritti dei bambini. Verranno mostrate cinque storie proprio legate dal filo dell’uguaglianza, tra cui quella di una scuola di Torino dove la maggior parte degli alunni sono figli di immigrati.
Il presidente di Rai Platforms anticipa che le canzoni potranno essere trovate in versione karaoke nel sito web, che lo scorso anno aveva registrato un alto numero di accessi.
Dodici in tutto le canzoni, che saranno eseguite il primo giorno per poi essere riproposte nelle puntate successive, divise per giorno. In onda dal 17 al 21 novembre alle 17.00 su Rai 1, nell’ultimo giorno la diretta inizierà alle 17.10 fino alle 20.00. Le canzoni che sono state eliminate nei due giorni precedenti, andranno al ballottaggio per venerdì. Tutti i brani saranno accompagnati da un cartone realizzato appositamente, e non mancherà un omaggio animato a 44 gatti. Così come, nella giornata di sabato, non mancherà il ricordo della storica direttrice del coro: Mariele Ventre, figura mai dimenticata all’Antoniano.
Massimo Liofredi, direttore di Rai Yoyo, ha sottolineato il ruolo importante di Rai Gulp nel promuovere lo Zecchino D’Oro. Infatti, subito dopo che si sarà conclusa la diretta su Rai 1, il programma verrà riproposto su Rai Yoyo in prima serata. La collaborazione tra Rai Ragazzi e lo Zecchino dura da anni, e ha portato un incremento del gradimento sui social network: dalla collaborazione tra l’Antoniano di Bologna, Rai New Media Platforms e la struttura multipiattaforma Rai 1, nasce un’intensa attività nel web dedicata all’attuale edizione dello show.
I piccoli cantanti che parteciperanno a questa edizione, sono stati selezionati da casting in tutta Italia. Due provengono dall’estero, in particolare dalla Francia e dall’Egitto. L’integrazione tra bambini di diverse culture e nazionalità vuole sottolineare l’importanza del tema di questa edizione in partenza la prossima settimana. Si tratta dell’uguaglianza tra tutti e del riconoscimento che tutti abbiamo gli stessi diritti e che tra i popoli non ci debba essere differenza. Tutto ciò, come già detto, è stato messo in evidenza da Spadafora, che sarà ospite in alcune puntate.
Non ci resta che attendere l’esordio della manifestazione, che rappresenta l’unico momento televisivo in cui i bambini cantano canzoni adeguate alla loro età.



0 Replies to “Zecchino D’Oro, la conferenza stampa”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*