Domenica In, basta con il danno delle donne


La puntata odierna del programma festivo condotto da Paola Perego e Salvo Sottile


Una puntata di Domenica In a metà strada tra la discussione sugli attacchi terroristici a Parigi e un lungo dibattito sul tema “chi dice donna dice danno”. Ovviamente, nel segmento in cui si discuteva questo interessante argomento, era presente Francesca Cipriani, una frequentatrice sempre più assidua del salotto di Domenica In.
Si ha la netta sensazione che si tratti di una presenza finalizzata a catturare la curiosità del pubblico, viste anche le dimensioni del décolleté sul quale Bruno Vespa, anche lui ospite, ha più volte maschilisticamente ironizzato.

La prima parte della discussione era incentrata su “non voglio aver paura”. Lo psicologo Morelli ha cercato di dare informazioni su come parlare ai giovani dei drammatici fatti di terrorismo. Ci è sembrato un punto di vista molto superficiale.
Subito dopo si è deviato sul “chi dice donna dice danno”, e su questo tavolo di discussione si è dato fondo a tutti i luoghi comuni sulla figura femminile, molti dei quali persino imbarazzanti per una trasmissione di intrattenimento familiare come Domenica In.
I due conduttori Paola Perego e Salvo Sottile hanno ospitato in studio anche il loro “capo degli autori”, ovvero Maurizio Costanzo. Il giornalista ha raccontato come, nel 1993, è riuscito a scampare ad un attentato della mafia con 70 chili di tritolo.

Il desiderio di intrattenere allegramente il pubblico sul tema “donne uguale danno” ha tenuto banco per tutta la parte centrale del contenitore domenicale di Rai 1. Naturalmente si sono toccati anche temi pruriginosi nei rapporti uomo-donna. A tutto questo si è aggiunta la comicità di Antonio Giuliani, che non ha assolutamente convinto per la scarsa qualità delle battute.
Unico momento interessante, la testimonianza della moglie di Vigor Bovolenta, campione di pallavolo morto in campo due anni fa. Il giocatore fu stroncato da un malore accusato durante una partita. La morte ne ha ripercorso al carriera professionale, interrotta a soli 37 anni, ricordandone anche molti aspetti personali e privati.

Il contenitore festivo di Rai 1, anche oggi, ha presentato la sua buona dose di personaggi in promozione. Tra questi, si è notata la presenza di Sergio Rubini, che ha reclamizzato il suo ultimo film come regista dal titolo Dobbiamo parlare. La presenza di Rubini ha aleggiato per quasi tutta la durata del programma, in quanto la Perego e Sottile avevano annunciato la presenza di un “uomo misterioso”.
La puntata si è conclusa con l’ultimo ospite, Marco Liorni. Il conduttore de La vita in diretta, persona sempre schiva e riservata, è stato protagonista di un segmento molto simile a quelli che la concorrente Barbara D’Urso riserva ai suoi ospiti.
Poca cronaca nera oggi, gli unici momenti sono stati quelli che si sono occupati del drammatico attacco a Parigi e su quello che attualmente sta accadendo anche a Bruxelles.



0 Replies to “Domenica In, basta con il danno delle donne”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*