Il Collegio, la diretta del 23 gennaio


L'ultima puntata del docureality di Rai 2 con la voce narrante di Giancarlo Magalli


 Appuntamento finale questa sera con Il Collegio. Il docureality di Rai 2 è giunto alla quarta e ultima puntata,  con cui si conclude l’esperimento delle rete diretta da Ilaria Dallatana. Nel corso della puntata di lunedì scorso, Arianna aveva lasciato la scuola.

Ripercorriamo dunque quanto avvento in questa ultima puntata del programma.

Tornare indietro nel 1960 per ottenere la licenza media dei loro nonni: all’inizio la classe era composta da 18 adolescenti, a cui sono stati tolti tutti i dispositivi digitali e look moderni. Voce narrante, Giancarlo Magalli.

Sono trascorse tre settimane, durante le quali qualcuno ha abbandonato e qualcuno è stato cacciato per motivi comportamentali. Al momento, gli scolari rimasti sono 14. Filippo Moras, Alessio Milanesi e Adriano Occulto hanno dovuto scrivere un tema per punizione: se però il primo si è rivelato all’altezza, gli altri due sono sotto al “confine tra l’impegno e il disimpegno”.

il collegio 23gen foto1

I ragazzi vedono quale materiale dovranno preparare per l’esame: la mole di lavoro è troppo, ma il preside fa notare che quei programmi sono già stati preparati da altri ragazzi prima di loro. Veronica protesta: lei non apre libro da due anni, e adesso si trova a dover studiare Garibaldi. In realtà la sua è insicurezza: ha paura di non farcela.

il collegio 23gen foto2

Mentre tutti i compagni si preparano, Milanesi e Occulto vengono chiamati per un colloquio in privato: rischiano di non riuscire ad accedere all’orale, ma gli insegnanti sanno che possono riuscirci. Più che intimoriti, i ragazzi ne escono incoraggiati.

Intanto, si fa lezione di swing. La voce di Magalli, oltre a raccontare la giornata della classe, dispensa qualche pillola sulla società degli anni ’60.

il collegio 23gen foto3

La giornata prosegue con l’ora di canto corale: Marika si emoziona. Infine, prima che il sole tramonti, tocca all’arte: ciascun collegiale deve lasciare un ricordo di sè, perciò si adopera in ritratti di preside e sorveglianti.

Arriva la notte. Nonostante l’ansia da esame, la notte è difficile dormire: tutti si riversano in palestra. Ma una partita di pallavvolo notturna non può passare inosservata: il sorvegliante irrompe, però anziché rispedire i ragazzi in camerata, si mischia al gioco. 

il collegio 23gen foto4

Il mattino successivo l’insegnante prepara gli allievi all’esame, simulando un orale. Poi  ancora una lezione di ballo: Ludovica è cotta del professore. Durante la lezione, Adriano Occulto si convince che “negli anni ’60 gli uomini facevano troppo gli uomini”: si accorge infatti che invitandole sempre a ballare, le corteggiavano. Lui al contrario, è abituato ad essere rimorchiato.

il collegio 23gen foto5

Siamo al primo giorno di esami: non era mai successo che gli studenti si “addormentassero subito senza fiatare”. Il preside li incita ad affrontare questa esperienza con entusiasmo: si comincia con gli scritti di italiano e matematica, mentre il secondo giorno sarà quello dell’orale. Cominciano già i bilanci: ognuno ha appreso una qualche lezione, che sia l’importanza dell’amicizia o quella di rispettare le regole per vivere bene con gli altri.

il collegio 23gen foto6

Per l’esercizio di matematica Silvia si rivela fondamentale per un paio di compagni, che riescono a salvarsi copiando. Conclusa anche questa seconda prova, a tavola Occulto e Milanesi si rivelano piuttosto spavaldi sul proprio rendimento. Purtroppo per loro però, i calcoli sbagliati che portano al giusto risultato, vengono notati: insieme a Giovanni Petrigliano vengono chiamati per un’ulteriore verifica. A differenza degli amici, Pitrigliano aveva semplicemente sbagliato a scriverein bella copia.

il collegio 23gen foto7

Il preside comunica i risultati: Alessio Milanesi passa all’orale, mentre Adriano occulto no perché il rendimento non è stato sufficiente nemmeno nel tema. Il gruppo lo sostiene. Lui non ci sta: non può essere punita una sola persona per una cosa, copiare, che hanno fatto tutti. Il professor Maggi ci va a parlare.

Arriva la notte: giusto il tempo di fare gli auguri a Veronica per il suo compleanno, e si va a dormire. Nonostante non si stato ammesso, ad occulto tocca comunque la levataccia. Non solo: durante la colazione, a lui e Milanesi viene ricordato che ieri avevano scommesso di bere olio di merluzzo qualora avessero preso meno di 8. I due rispettano la scommessa.

il collegio 23gen foto8

Si va in aula. Il più giovane estrae la prima lettera: parte l’orale, tra congiuntivi, letteratura, nozioni di storia, scienze e geografia. Nobile viene definito dal preside un “caso disastroso”, mentre Carla Addonisio fatica a tenere a bada l’emotività. Veronica  Mastro è in parte fortunata, dato che le vengono poste alcune domande su argomenti  che aveva studiato bene.  Dopo l’interrogazione, la ragazza trova una sorpresa dei compagni: una torta di compleanno che l’aspetta.

il collegio 23gen foto9

È ora del ballo scolastico: nella camerata femminile, poggiati sulle testate dei letti, ci sono degli abiti per l’occasione. Le ragazze ne sono felici: non si sono mai vestite in maniera tanto elegante.

il collegio 23gen foto10

Oltre che un momento di aggregazione tra docenti e compagni, la serata si rivela dal sapore “agrodolce”: si balla e ci si diverte, ma poi subentra la consapevolezza che preso le strade si divideranno.

il collegio 23gen foto11

L’ultima notte nel collegio, i ragazzi la passano portando cuscini e coperte in palestra: distesi a terra, raccolti in cerchio, si ringraziano l’un l’altro per i rapporti di amicizia creatisi. Qualcuno si sente sollevato, perché ha scoperto che può avere amici che non siano attratti dalla propria ricchezza.

il collegio 23gen foto12

La routine del collegio è ormai giunta al termine: dopo la colazione, arrivano i genitori per la consegna dei diplomi. Si vedono scene di grandi abbracci e lacrime. Adriano Occulto è stato bocciato: il preside comunica la notizia alla mamma e al papà. Chiama in studio anche i genitori di Veronica Mastro, Jenny De Nucci e Federico Nobile per rendere noto l’esito dell’esame: Veronica ottiene il diploma, mentre i due colleghi no. Mezione di merito per Giovanni Petrigliano e Swamy Caputo.

Finalmente gli studenti possono riprendere in mano smartphone e abiti all’ultimo grido: ma qualcuno già sente la mancanza della divisa. Alla fine, inaspettatamente, andare via costa lacrime: i cancelli del 1960 si chiudono.



0 Replies to “Il Collegio, la diretta del 23 gennaio”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*