The Winner Is, quarta puntata: vince Salvatore Lampitelli


Nuovo appuntamento con il programma di Canale 5 condotto da Gerry Scotti


È andato in onda su Canale 5 il quarto appuntamento con “The Winner Is”, il talent show condotto da Gerry Scotti e dedicato agli appassionati di canto. 8 i concorrenti che si sono sfidati per un posto in finalissima: la vittoria è andata al napoletano Salvatore Lampitelli

Prima sfida: comincia il duo formato da Deborah Luceri e Davide Trotti, entrambi baresi. Lei è fidanzata, ma lui è innamorato di lei e vuole cercare di conquistarla dopo averla baciata ben 3 anni fa. Deborah però non ne vuole sapere: “Siamo solo una coppia artistica”. Cantano “Arriverà” di Modà. 

the winner is 6 luglio deborah davide

Hana Kim viene dalla Sud Corea, ha 37 anni ed è una cantante lirica. Da venti anni vive a Roma, dove per mantenersi ha fatto molti sacrifici e svolto diversi lavori, anche umili. Sarà lei a sfidare il duo di giovani pugliesi esibitosi poco fa. Canta “Torna a Surriento”, pilastro della tradizione napoletana.

Dopo il confronto con i rispettivi parenti, Davide e Deborah accettano i 10.000 euro, “tentazione” di questa prima manche. Hana Kim a questo punto passa al turno successivo. Il risultato della votazione della giuria aveva premiato la sudcoreana con 76 voti a 25. 

the winner is 6 luglio hana kim

Si passa alla seconda sfida, molto particolare: a contendersi il posto sono i sosia di Renato Zero e di Zucchero. Augusto Amicucci, fa il portantino e viene della provincia di Roma. La sera veste i panni del cantante capitolino, esibendosi anche nelle piazze. Canta “Mi vendo”. Come corporatura la somiglianza c’è, anche la voce si avvicina all’originale. 

the winner is 6 luglio renato zero

Amedeo Ceppini è il sosia di Zucchero. 45enne lucchese, ha fatto il costruttore di carri al carnevale di Viareggio ma ha scelto di fare il cantante. Vestito da Adelmo Fornaciari si esibisce in sagre, piazze e locali di tutta Italia. Canta “Per colpa di chi”: fisicamente il toscano è più magro dell’originale, cui rassomiglia per la voce che però è un po’ meno graffiante.

Nessuno dei due accetta i 10 mila euro proposti. Con 65 voti contro 36 va in semifinale di puntata Augusto-Renato Zero. Anche la Maionchi ha votato per il sosia del cantante romano. 

the winner is 6 luglio zucchero

Terza sfida: Luana Primavera contro Salvatore Lampitelli. rispettivamente di Firenze e Napoli. Luana faceva la fornaia, ma a 50 anni ha perso il lavoro dedicandosi all’attività di artista di strada. Imbraccia la chitarra e Canta un pezzo di Patti Smith, firmato da Bruce Springsteen: “Because the night”.

the winner is 6 luglio luana primavera

31 anni, Salvatore è napoletano di Frattaminore. Nella vita fa il cantante, ma fa fatica a sbarcare il lunario e non si sente gratificato. Canta un pezzo di Lucio Battisti, “Insieme a te sto bene”. Votazioni: il vincitore passa con 63 voti a 38. I due sfidanti decidono di non prendere i 10 mila euro offerti. Ad avere la meglio è Salvatore

the winner is 6 luglio salvatore lampitelli

Si conclude la prima fase del torneo: si sfidano Marco Rancati e Marina Tafuri. Il primo è piacentino ed ha 60 anni, ma a guardarlo sembra a malapena un 45enne. A 17 ha partecipato a Sanremo con gli Eva 2000: era il 1975. In passato ha avuto problemi di droga. Propone “Se telefonando”, successo di Mina. Il pezzo è stato scritto da Maurizio Costanzo. 

the winner is 6 luglio marco rancati

Marina Tafuri viene da Fasano (Br) ed ha 26 anni. Per lei c’è “Strano il mio destino” di Giorgia. La ragazza ha davvero una bella voce. Pubblicati i risultati: 66 voti per il vincitore (o la vincitrice), 35 per il o la perdente. La giovane spiazza un po’ tutti accettando i 10 mila euro: “Ho avuto paura”, ammette. “Mi sento in debito con la mia famiglia: devo fare qualcosa per loro”, prosegue. Passa dunque Rancati, ma la giuria avrebbe premiato largamente la ragazza pugliese.

the winner is 6 luglio marina tafuri

Cominciano le semifinali. Da adesso la “tentazione” aumenta: per i contendenti c’è la possibilità di fermare la propria avventura accettando 20 mila euro.

La prima sfida è tra Salvatore Lampitelli e Augusto Amicucci – Renato Zero. Il primo si cimenta con “Human”, brano dello scorso anno portato al successo da Rag’n’bone Man; Augusto ovviamente ci riprova con il suo idolo e si mette alla prova con “Più su”. Nessuno dei due opta per prendere i 20 mila euro. Ancora netto il divario tra vincitore e vinto: 70 voti contro 31 da parte della giuria: passa Salvatore Lampitelli. 

the winner is 6 luglio semifinale1

La seconda semifinale è tra Marco Rancati e la sudcoreana Hana Kim. Il cantante piacentino omaggia i Queen con “I want to break free”, pezzo pubblicato nel lontano 1984. L’asiatica punta in alto scegliendo Andrea Bocelli e la sua “Con te partirò”. La giuria si esprime: punteggio schiacciante con 86 punti a 15. Rancati si arrende e sceglie di portare a casa 20 mila euro, spianando la strada per la finale ad Hana Kim, che avrebbe a prescindere vinto anche con i voti della giuria. 

the winner is 6 luglio semifinale2

La finale è dunque tra Salvatore Lampitelli ed Hana Kim. Il primo canta “Basta che mi vuoi”, pezzo della band Sabba & Gli Incensurabili, di cui lui stesso fa parte. La sudocoreana per il rush finale opta per un brano non italiano: presenta infatti “You raise me up” di Josh Groban.

Per quest’ultima manche la “tentazione” è di 30 mila euro. Via al voto della giuria, netto il divario: 80 punti al vincitore contro i 21 del secondo classificato. Nessuno tra i due finalisti accetta l’offerta in denaro. A vincere è Salvatore Lampitelli, che così si giocherà il montepremi finale con i vincitori delle tre puntate precedenti.

the winner is 6 luglio salvatore lampitelli

Termina qui la puntata odierna. L’ultimo appuntamento con “The Winner is” è previsto per martedì 14 luglio, alle 21.15 circa, su Canale 5.  



0 Replies to “The Winner Is, quarta puntata: vince Salvatore Lampitelli”

Lascia un commento

Riempi tutti i campi per lasciare un tuo commento. Il tuo indirizzo non verrà pubblicato

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*